Paesaggio e vento sono elementi indissolubili?

06 Aprile 2021
Punta S’ena longa (senalonga) - Foto M.Cara

SPLENDIDI PAESAGGI VENTOSI

Regione storica del Monte Acuto. Qui sughero e granito hanno rappresentato per anni la fonte economica di maggior rilievo: il territorio è ricco di boschi di leccio e principalmente querce da sughero. Ultimamente, si è aggiunta la produzione energetica eolica.  La vegetazione arbustiva più comune è costituita dal cisto (su mudeju), corbezzolo (su lidone), l'erica (s'iscopa), il biancospino (su kalarighe), la fillirea (s'aliderru), la ginestra (spinora, sa tiria, o senza spine, sa mattigusa), il lentisco (sa chessa) e la lavanda (s'arkimissa).  Altissima densità di Foreste Demaniali e cantieri forestali, tra cui: Bolostiu, Sos Littos-Sas Tumbas, Terranova, Sorilis, Coiluna, Sa Conchedda - Loelle. Ma anche i vicini territori di Padru-Sotza (s'Ozzastreddu), Monte Olia, Crastazza-Tepilora, Usinavà - Su Lidone, Pitrisconi...

Da Sos Littos, a sud-est, al confine col comune di Bitti, si scorgono le montagne e le vallate della Barbagia. Dal 2017, i comuni ricadenti nell’area del Parco naturale regionale di Tepilora, Sant'Anna e Rio Posada, hanno ottenuto il riconoscimento Unesco come Riserva di Biosfera, certificando al mondo che il paesaggio di quest'area è unico dal punto di vista ambientale, della biodiversità e della ricchezza storica e culturale.

Su questi (ventosi) cieli sta tornando a volare l'aquila del Bonelli (s'abilastru) grazie ad un progetto di reintroduzione supportato fortemente da Forestas.

La rete dei sentieri

Una rete di sentieri escursionistici, ancora non completamente risistemati ma in corso di accatastamento nella R.E.S., è curata da Forestas con fondi della Programmazione Europea e con il supporto del Club Alpino Italiano, attraverso diramazioni e connessioni alla dorsale escursionistica di media-lunga percorrenza chiamata "Sentiero Italia" che attraversa da nord a sud (da S.Teresa Gallura a Castiadas) il lato orientale della Sardegna. 

 Il vento: un connotato del territorio?

Sull'altipiano di Buddusò, nel territorio di Alà dei Sardi e i suoi monti, la risposta sembra un "si" forte e chiaro come il vento di oggi, ripreso in un breve ma esemplificativo video girato stamattina:  il territorio di Alà è molto esteso (quasi 200 km²) e confina con Berchidda, Monti e Berchiddeddu, Padru e Bitti e Buddusò.  I limiti amministrativi sono segnati da torrenti: in particolare dal rio S'Elene e dal rio S'Aragòne. Ovunque, specie nelle alture, il vento domina in ogni stagione, diventando un tutt'uno con la percezione del paesaggio, ormai connnotato anche dalle pale eoliche. 

Caratterizzano la regione le (ventose) creste dei Monti di Alà, parte terminale di uno sviluppo montuoso parallelo al corso del Tirso, parte dal Montiferru, continua nel Marghine e Goceano e taglia la Sardegna settentrionale da sud-ovest a nord-est per quasi 100 km, culminando con la punta di S'ena longa (1 077 m slm) dalla cui vetta si possono scorgere perfino i rilievi della Corsica, in giornate di cielo terso.
Il territorio si presenta puro e incontaminato; al confine con Buddusò e Bitti si trova il lago artificiale di Sa Coilùna; a nord invece, ad esempio in località S'aldu Pinzòne, sono presenti traccie (ricostruite) delle antiche capanne dei pastori, sos cubones o pinnettas, e un corso d'acqua con con le sue rilassanti cascatelle sembra voler gareggiare con i suoni del vento.
Al confine con Berchidda, Pali-bàsciu e Su fossu malu, altre cascate, spettacolari per la maggiore altezza. Da punta Giommaria Cocco, ancora leggermente oltre quota 1000  metri s.l.m., si può scorgere il porto di Olbia.  

Qui regna il vento: che scolpisce le rocce, plasma le forme degli alberi e degli arbusti: una componente indissolubile del paesaggio.

 

(Testi a cura dell'Ufficio Comunicazione Istituzionale; foto in primo piano e video concessi da: M.Cara)

Condividi:

Notizie ed eventi

28 Maggio 2024

Attraverso due Questionari , compilabili online, è possibile contribuire alla conoscenza sulla presenza delle due specie sul territorio sardo...

27 Maggio 2024

L'Avviso è rivolto ai dipendenti Forestas (inquadrati cat. B e Cat. C) CCRL dipendenti RAS. Presidi Forestali: Gutturu Mannu, Monte Nieddu, Guspini Croccorigas/Is Gentilis - Perd’è Pibera...

30 Maggio 2024

Forestas in collaborazione con l'Assessorato regionale Difesa Ambiente organizza due webinar trasmessi in streaming gratuitamente sulla piattaforma webex. Alle ore 15 si parlerà di Rete escursionistica regionale (RES) per lo sviluppo sostenibile...

21 Maggio 2024

Nuovi mezzi per la flotta regionale AIB dell’Agenzia FoReSTAS - i primi operativi già da questa settimana e schierati già da giugno 2024

10 Maggio 2024

Il personale Forestas li ha trasportati nella voliera di pre-ambientamento a Cea Romana, mentre le videocamere ed i sensori GPS installati dall’Agenzia testimoniano quotidianamente i movimenti e le abitudini dei grifoni rilasciati lo scorso 9...

08 Maggio 2024
Esiti del test di utilizzo da parte dei fruitori (come previsto dall'allegato H del regolamento regionale per i "sentieri per tutti")

Il regolamento regionale anche in questo aspetto è assai innovativo : e quindi come era previsto, il Comune di...

21 Maggio 2024

Workshop sulle potenzialità del silvopastoralismo : per aumentare la resilienza del territorio. Esperti dalla Catalogna presenteranno pratiche su riduzione rischio incendi . A seguire, visita...

02 Maggio 2024

Si trova nel bosco Seleni (Lanusei) e sarà inaugurato lunedì 6 maggio il primo sentiero "realmente accessibile" secondo le specifiche norme regionali approvate nel 2024 dalla...

30 Aprile 2024

Il 12 aprile 2024 si è svolto, a Roma presso la Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) il convegno sui Demani Regionali e Strategia Forestale Nazionale ...

24 Aprile 2024

Come disposto dalla DGR n° 10/71 del 23.04.2024 , la Regione ha pubblicato l’Avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...