S'Ozzastreddu

Questo compendio, noto anche come Padru-Sotza, è accessibile a 4 km dal centro abitato di Padru, ricade nel Bacino Idrografico del Padrongiano e afferisce al Complesso Forestale Bassa Gallura – Altopiano di Buddusò.

Dal punto di vista altimetrico circa l’80% del territorio forestale del Complesso  è posto tra i 400 e gli 800 m s.l.m. rappresentativo quindi della classe di bassa montagna (41% circa) localizzata in particolare nelle Unità gestionali di Monte Nieddu e Sa Pedra Bianca, lungo il massiccio granitico del Monte Nieddu.
Quasi il 70% della superficie del complesso forestale è caratterizzata da pendenze rilevanti; in parte anche in questa unità gestionale (correntemente denominata con il toponimo Sòzza quale contrazione di S'Ozzastreddu, sono localizzate le aree con pendenza superiore al 50%.
Questo territorio ricade nel Bacino Idrografico del Padrongiano mentre i cantieri di Pitrisconi e Sa Pedra Bianca sono ricomprese del tutto, rispettivamente, nei bacini dei fiumi minori tra il Padrongianoed il Posada.
In generale tutte le unità gestionali del Complesso sono dotate di una rete viaria (strade e piste forestali) più che adeguata in relazione alla gestione attuata.
Lo stesso discorso vale per le infrastrutture antincendio (invasi collinari, punti d’acqua, fasce parafuoco). Quasi assenti le infrastrutture turistiche, sono tuttavia presenti aree di notevole interesse naturalistico ed una rete di antichi sentieri e di aie carbonili.

Inquadramento geografico:
Provincia: Sassari Comune: Padru Superficie: circa 1325 ha in occupazione temporanea e sottoposti a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.L. 3267/1923
Come si raggiunge:
Dall’abitato di Padru si percorre il corso e giunti a piazza della Repubblica si svolta in via Grazia Deledda e quindi in via Alessandro Manzoni . Alla chiesa del Sacro Cuore si prosegue in via Gramsci verso la strada sterrata lungo la quale si percorrono 4 km per arrivare alla casa forestale.

Contatti

UGB Pitrisconi - Complesso Forestale Padru
Telefono:
320 4331242
Email:
Condividi:
Scheda
Tipologia:
Servizio di appartenenza:
Complesso forestale di afferenza:

Potrebbe interessarti anche:

  • La foresta di Linas è stata acquisita come proprietà demaniale da privati. Si trova nel cuore del territorio del M. Linas, che con i suoi 1236 m s.l.m.m. rappresenta il complesso...
  • La foresta di Jacu Piu, al pari di Marreri e Baddemanna, si sviluppa su di un territorio strettamente legato alla storia di Nuoro, un'area ricca di insediamenti archeologici...
  • Il cantiere, nato nel 1956, occupa una superficie complessiva di 164 ettari, di cui circa 70 sono ubicati lungo il litorale di Badesi. I restanti 95 ettari, di recentissima...
  • Compresa tra le foreste storiche, la foresta di Fiorentini è un sito di alto interesse forestale, paesaggistico e archeologico.
  • Monte Olia, una delle foreste storiche di proprietà dell’Ente Foreste della Sardegna, si estende tra i comuni di Monti e Berchidda ed è composta da boschi di Leccio, Sughere e...
  • La foresta di Uatzo si trova nel territorio dei comuni di Tonara, Belvì e Sorgono. L’area è composta in massima parte da boschi di lecci, sugheri, castagni e da larghe aree di...
  • L’aspetto vegetazionale di questo piccolo territorio forestale dell'Agenzia è molto vario; si possono trovare parti boscate a prevalenza di sughera, parti a macchia mediterranea e...
  • Il cantiere forestale “S. Antonio” è situato nel Comune di Macomer , nella cartografia I.G.M. SC. 1:25000 ricade nei fogli 498 sez. – III di Macomer. La superficie totale è di 277...
  • Il cantiere forestale di Olzai, noto con il suo toponimo principale (Gulana) è suddiviso in tre corpi o compendi distinti. Tutto il territorio si presenta con morfologia...
  • Il cantiere è costituito da due distinte sezioni: la Marina di Sorso ed il territorio di Abbaccurrente (dalla omonima torre aragonese, in comune di Porto Torres). Questi territori...
  • Il Perimetro fu aperto nel 1974 dall'Ispettorato Forestale di Sassari, con un primo impianto di 60 ettari, su un terreno fortemente degradato dagli incendi e dal disboscamento...
  • Un'isola chiamata Herculis Insulae nell'età romana, Asenara nel basso medioevo e Sinnara o Sinuaria è il nome che compare nelle carte rinascimentali. Un isolamento durato oltre un...