Pinete Litoranee: un nuovo programma decennale per tutelarle

27 Gennaio 2022
Pineta Litoranea

Un po' di storia sui rimboschimenti litoranei

Realizzati nel secolo scorso, in Sardegna hanno svolto un importante ruolo protettivo oltre ad imprimere una forte connotazione ai paesaggi costieri dell’isola; attualmente questi sistemi forestali costituiti per la maggior parte da soprassuoli di origine artificiale a prevalenza di conifere sono in fase di invecchiamento.

Senza interventi selvicolturali, nessun futuro

La bibliografia di settore sottolinea infatti una progressiva perdita di vitalità in gran parte imputabile alla mancata realizzazione di interventi selvicolturali e alla pressione esercitata da fattori antropici di diversa natura.

Gestione forestale sostenibile

Con l’approvazione del Piano Forestale Ambientale Regionale (RAS, 2007) l’Amministrazione regionale ha individuato tra gli obiettivi prioritari: la difesa del suolo e la mitigazione degli effetti della desertificazione mediante una gestione forestale sostenibile. Da allora la Regione ha attivato una serie di programmi per il miglioramento della funzionalità dei sistemi forestali, affidandone la realizzazione, con un Accordo quadro, all’Ente preposto alla gestione forestale pubblica. L’ultimo programma attivato e realizzato (anni 2012-2016) ha interessato i sistemi forestali litoranei, con programma incentrato in  diversi ambiti territoriali, distribuiti nel territorio regionale.

Nel 2016, con il processo di liquidazione della Società Bonifiche Sarde (SBS) la Regione ha attivato l'acquisizione al patrimonio forestale di alcune aree litoranee a chiara vocazione forestale ricadenti nei comuni di Alghero, Sassari, Castiadas, Muravera, Buggerru, Iglesias e Arborea. Aree che, nonostante la grande valenza naturalistico-paesaggistica, versavano in una situazione di abbandono colturale.

Recupero e ripristino della funzionalità dei sistemi forestali artificiali litoranei

Grazie alle analisi e studi eseguiti negli ultimi anni, l'Agenzia FoReSTAS ha elaborato un nuovo programma di interventi (2020 – 2030) per il recupero e ripristino della funzionalità dei sistemi forestali litoranei.

In continuità e prosecuzione del precedente programma, si pone al centro il recupero e il miglioramento della funzionalità dei soprassuoli a prevalenza di conifere localizzati in ambiente litoraneo, riconoscendo a questi sistemi forestali una chiara valenza protettiva e paesaggistico-culturale (nonostante l'origine artificiale). L’azione di recupero, nei fatti, non si concretizza nel breve periodo: è necessaria una pianificazione nel medio-lungo periodo che tenda a frenare la progressiva riduzione della complessità e funzionalità di questi sistemi.

Senza una gestione accurata, le pinete litoranee finirebbero per degradare e scomparire.

Una gestione complessa, fuori dagli schemi della selvicoltura classica

La forte eterogeneità dei sistemi forestali litoranei ne condiziona notevolmente la gestione. Si impongono forme di trattamento non inquadrabili negli schemi semplificati della selvicoltura classica.
Il ricorso ai cosiddetti tagli modulari, accompagnati da una serie di interventi complementari e accessori (e da una vigile attenzione alle dinamiche evolutive) costituisce il “modello colturale di riferimento”.

Sistemi forestali fragili

Questi sistemi forestali (i.e. le pinete lungo le coste) sono fragili ma di elevato interesse per la quantità e qualità di servizi ecosistemici erogati. 

Con il programma decennale si avviano anche azioni propedeutiche alla pianificazione di questi contesti, soprattutto per la prevenzione degli incendi boschivi e degli attacchi da parte degli agenti biotici. Sono previste azioni a livello regionale per:

  1. catalogare e mappare i modelli di combustibile, per pianificare la prevenzione antincendi
  2. monitoraggio fitosanitario delle formazioni forestali e preforestali litoranee utile a mitigare gli effetti e quantificare i principali agenti entomatici (insetti) e patogeni (funghi muffe etc).

Si agirà principalmente in otto aree

Gli ambiti interessati da questi approfondimenti (fitosanitario e prevenzione AIB) saranno prioritariamente localizzati nelle aree gestite dall’Agenzia FoReSTAS (Bidderosa,Orosei; Berchida Siniscola; PortoConte, Alghero; Portixeddu, Buggerru; Funtanamare, Gonnesa; RenaMajore, Aglientu-S.Teresa di Gallura; Caprera e Arborea).

Condividi:

Notizie ed eventi

13 Giugno 2024

Incontro sulle tecniche selvicolturali sostenibili nelle fustaie transitorie di leccio (selvicoltura d’albero) - si svolgerà presso i siti dimostrativi di intervento del progetto LIFE Go Pro For Med con un confronto su obiettivi...

05 Giugno 2024

Il primo appuntamento della Campagna divulgativa " NON SI SCHERZA CON GLI ALBERI " è fissato per il 5 giugno 2024, alle ore 17:30 , con il webinar su " Foreste, clima e biodiversità ". Il webinar è in diretta...

05 Giugno 2024

Un'iniziativa di ANARF con Forestas tra i sottoscrittori della lettera aperta con cui si chiede una maggiore attenzione sulle tematiche forestali, nella salvaguardia e valorizzazione di questo bene primario, che occupa vaste...

28 Maggio 2024

Attraverso due Questionari , compilabili online, è possibile contribuire alla conoscenza sulla presenza delle due specie sul territorio sardo...

27 Maggio 2024

L'Avviso è rivolto ai dipendenti Forestas (inquadrati cat. B e Cat. C) CCRL dipendenti RAS. Presidi Forestali: Gutturu Mannu, Monte Nieddu, Guspini Croccorigas/Is Gentilis - Perd’è Pibera...

30 Maggio 2024

Forestas in collaborazione con l'Assessorato regionale Difesa Ambiente organizza due webinar trasmessi in streaming gratuitamente sulla piattaforma webex. Alle ore 15 si parlerà di Rete escursionistica regionale (RES) per lo sviluppo sostenibile...

21 Maggio 2024

Nuovi mezzi per la flotta regionale AIB dell’Agenzia FoReSTAS - i primi operativi già da questa settimana e schierati già da giugno 2024

10 Maggio 2024

Il personale Forestas li ha trasportati nella voliera di pre-ambientamento a Cea Romana, mentre le videocamere ed i sensori GPS installati dall’Agenzia testimoniano quotidianamente i movimenti e le abitudini dei grifoni rilasciati lo scorso 9...

08 Maggio 2024
Esiti del test di utilizzo da parte dei fruitori (come previsto dall'allegato H del regolamento regionale per i "sentieri per tutti")

Il regolamento regionale anche in questo aspetto è assai innovativo : e quindi come era previsto, il Comune di...

21 Maggio 2024

Workshop sulle potenzialità del silvopastoralismo : per aumentare la resilienza del territorio. Esperti dalla Catalogna presenteranno pratiche su riduzione rischio incendi . A seguire, visita...

02 Maggio 2024

Si trova nel bosco Seleni (Lanusei) e sarà inaugurato lunedì 6 maggio il primo sentiero "realmente accessibile" secondo le specifiche norme regionali approvate nel 2024 dalla...

30 Aprile 2024

Il 12 aprile 2024 si è svolto, a Roma presso la Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) il convegno sui Demani Regionali e Strategia Forestale Nazionale ...