Cisto di Corsica

Cistus-creticus.jpg

Pianta endemica della Sardegna e della Corsica, è un arbusto con portamento elegante, ramoso con peli ghiandolari sparsi sul fusto, sulle foglie e sulle inflorescenze.   

Foglie opposte, ovali, con superficie liscia e margine lievemente ondulato.

I suoi fiori sono rosa e misurano non più di 4 cm di diametro.

È forse la specie meno nota del Cisto presente nella nostra Isola...

Extra:

Se ne ricava un profumo, prodotto di nicchia.
I nomi (comuni a più specie) Cisto bianco e Cisto rosso derivano: il primo, dal colore biancastro della pianta dovuto alla densa peluria che la ricopre; il secondo, dal colore roseo-purpureo dei fiori

Corologia:
Endemismo sardo-corso. In Sardegna è localizzato nella parte centrale dell’Isola. Tipo corologico: Centro-mediterraneo
Fenologia:
Aprile-maggio
Habitat:
Indifferente al substrato, vive principalmente in ambienti come macchie e garighe dal livello del mare fino ai 900 metri di altitudine.
Forma biologica:
Nanofanerofita
Somiglianze e varietà:
La sottospecie nominale (subsp. Creticus) è chiamata Cisto di Creta (Cisto cretese) e si distingue per la presenza di peli ghiandolari, foglie ondulato-increspate prive di feltro bianco ai margini e petali più piccoli. Meno facile è la distinzione con la sottospecie Corsicus che ha portamento elegante, con peli ghiandolari sul fusto e stellati su foglie e sepali, che mostra piuttosto foglie con picciolo brevemente guainante, pagina superiore non rugosa e margine diritto o lievemente ondulato. Altra specie simile, pure presente in Sardegna, è il Cistus albidus (Cisto biancastro) distinguibile soprattutto per le foglie grigiastre, e le nervature sulla faccia inferiore.
Curiosità:
Si riproduce per seme. Date le modeste dimensioni, il legno, viene utilizzato principalmente per avviare il fuoco.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Cistus corsicus
Nome sardo:
Mudreku burdu, mudregu, murdegu oinu
Flora:
Famiglia:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Potrebbe interessarti anche:

  • Il nome latino del Cedro licio può indurre in errore, infatti, phonicea non rimanda alla regione Fenicia ma al greco "φοινικεος" che significa rosso porporino , come il colore...
  • Pianta arbustiva, alta fino a 1.5 metri con rami lassi e talvolta ricurvi, con robuste spine, densamente pubescenti. Diffusa in tutta la Sardegna, è un arbusto caducifoglio, con...
  • Pianta erbacea perenne alta fino a 30 cm,con infiorescenza a spiga rada
  • Arbusto alto da 1-3 metri, molto ramificato fin dalla base con rami opposti, sottili e giunchiformi, di colore verde scuro, generalmente privi di foglie.
  • Pianta alta 20-80 cm. , generalmente robusta, con fusto eretto, di colore brunastro, grigiastro o violaceo, senza vere foglie, ma con brattee guainanti dello stesso colore...
  • Albero sempreverde che può raggiungere i 15-30 m di altezza. Le foglie sono pendule, coriacee e aromatiche e presentano una particolarità sono eterofille (le foglie giovani sono...
  • Lo zafferano minore (o Croco ) è una specie endemica di Sardegna e Corsica, assai affine allo Zafferano vero ( Crocus sativus L.) pianta di origine asiatica che trova ampio...
  • Arbusto o alberello di 5-6 metri molto spinoso e ramificato. Corteccia liscia color cenere. Foglie caduche, alterne, profondamente lobate, con tre o cinque lobi dentellati, lunghe...
  • Pianta slanciata alta 15-50 cm , con infiorescenza lassa e allungata. Foglie di colore verde chiaro prossime al grigio, oblungo-lanceolate. Tepali esterni ovati, acuti, color...
  • Le sue dimensioni generalmente non superano i 10 metri di altezza, anche se sono stati osservati esemplari di 24 metri. La chioma è densa, conico-piramidale. Tronco dritto ed...
  • Pianta erbacea perenne, alta 10-40 cm., con rizoma strisciante, legnoso, avvolto da guaine scure e fusti cespugliosi, ascendenti o striscianti, più o meno ramificati. Le foglie...
  • Albero sempreverde alto sino a 15 metri , con chioma irregolare, foglie bipennate , composte da segmenti di 3-4 mm, di un caratteristico colore grigio-verde (o verde argenteo )...