Elleboro di Corsica

Elleboro di Corsica

Helleborus è un genere appartenente alla famiglia Ranunculaceae, noto col nome comune di elleboro.

Originario dell'Europa, del Caucaso e dell'Asia Minore.

Cresce in luoghi non eccessivamente soleggiati.

Se lasciati indisturbati, con le giuste condizioni, si possono riprodurre spontaneamente.

In generale gli ellebori mal sopportano i trapianti.

La specie Helleborus foetidus è quella che meglio si adatta alle posizioni più ombreggiate.

Extra:

Specie endemica in Sardegna, Corsica e Baleari.   Cresce tra i calcari dell’Ogliastra

Pianta molto velenosa, l'elleboro è un allucinogeno, noto sin dall'antichità sia per ingestione che per uso esterno; molto difficile da dosare, se ne sconsiglia vivamente la manipolazione ai non esperti.

Habitat:
Cresce in luoghi non eccessivamente soleggiati. Se lasciati indisturbati, con le giuste condizioni, si possono riprodurre spontaneamente. In generale gli ellebori mal sopportano i trapianti. La specie Helleborus foetidus è quella che meglio si adatta alle posizioni più ombreggiate.
Etimologia:
Chiamata argutifolius per le foglie dentate.
Curiosità:
La polvere ricavata dalle radici e dai rizomi raccolti in primavera o in autunno, fatti essiccare rapidamente, ha proprietà cardiotoniche, narcotiche, emetiche e curative degli edemi; è anche un purgante drastico. Per uso esterno è noto come revulsivo in alcune malattie della pelle (Per revulsione si intende un'irritazione dei tessuti provocata terapeuticamente per aumentare l'afflusso sanguigno alla regione o per decongestionare i tessuti profondi). L'estratto fluido delle radici e rizoma dell'Helleborus viridis ha proprietà sedative e irritanti dell'intestino con effetto purgativo drastico.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Helleborus lividus, Helleborus argutifolius
Nome sardo:
Elleboru
Flora:
Famiglia:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta alta 20-80 cm. , generalmente robusta, con fusto eretto, di colore brunastro, grigiastro o violaceo, senza vere foglie, ma con brattee guainanti dello stesso colore...
  • Il nocciolo è un alberello o arbusto a foglie caduche, alto 4-5 m, con chioma fitta e densa. La pianta adulta è circondata da molteplici polloni laterali, poco ramificati, lunghi...
  • Albero non molto longevo, raggiunge mediamente i 25-30 metri in altezza, tronco dritto, di diametro fino a 1,2 metri, chioma inizialmente piramidale, poi più o meno espansa e...
  • Erbacea perenne o arbusto dal portamento cespitoso , alto fino a 1,30 metri. Gli steli portano foglie opposte, su corti piccioli; Foglie lunghe di forma lanceolata-ellitica con...
  • Comunemente chiamato Pino domestico, Pino da pinoli e saltuariamente Pino italico, Pinus pinea è un albero maestoso, alto fino a 15-20 metri, ramificato in alto con chioma espansa...
  • Piccolo arbusto sempreverde alto fino a 50cm. Condivide il nome comune di " erba dei gatti " o " erba gattaria " con la Nepeta cataria e la Valeriana officinalis : il nome è...
  • Arbusto alto da 1-3 metri, molto ramificato fin dalla base con rami opposti, sottili e giunchiformi, di colore verde scuro, generalmente privi di foglie.
  • Pianta arbustiva con chioma cespugliosa ed irregolare , alta 1,50 massimo 2 metri , talvolta eccezionalmente arborea di 4-6 metri. Il fusto è tortuoso e contorto, con rami...
  • Piccolo albero alto 6 - 10 metri, con chioma larga ed espansa, generalmente bassa, ovoidale e globasa, con rami eretti o eretto-patenti. La corteccia è grigio-cenerina, liscia da...
  • Arbusto perenne con rami legnosi leggermente zig-zaganti alto fino a 2 metri; rami giovani pubescenti, grigiastri. Foglie imparipennate a (9) 13-19 segmenti oblungo-lanceolate,...
  • Erbacea perenne, rustica e resistente: la fioritura da marzo a maggio decora i panorami della Sardegna. Considerata infestante dei pascoli, non è molto gradita dagli animali...
  • Arbusto o alberello alto fino a 9 metri, a portamento eretto policormico (con più fusti che si dipartono da un medesimo ceppo). Tronco grigio-verdastro. Rami giovani sottili e...