Salice fragile

Albero o arbusto caducifoglio alto fino a 15 metri con chioma globosa e lassa. Tronco e rami rivestiti da una scorza liscia e giallastra in età giovanile che diventa grigio-scura e screpolata longitudinalmente negli esemplari maturi. Gemme lucide giallo-verdastre. Foglie lanceolate, acute all’apice, dentate, lucide superiormente, pruinose inferiormente, nerastre al disseccamento; glabre o con pochi peli sparsi allo stadio giovanile. Nervatura sottile ben marcata e di colore chiaro. Pianta dioica con fiori maschili provvisti di due stami pelosi nella parte inferiore del filamento, con antere giallastre; fiori femminili colore verde-chiaro, con due nettari. Capsule peduncolate, glabre, che nel mese di aprile-maggio si aprono liberando semi piumosi.

Corologia:
Specie originaria dell’Europa e dell’Asia nord-occidentale. In America del Nord e in Africa settentrionale si ritrova naturalizzato. Tipo corologico: Eurosib.
Fenologia:
Fioritura nel mese di marzo-aprile.
Habitat:
Specie che si insedia lungo i greti dei corsi d’acqua dal livello del mare fino ai 1000 metri di altitudine.
Forma biologica:
Mesofanerofita
Curiosità:
Specie utilizzata per il consolidamento delle rive dei corsi d’acqua. Il legno del Salice fragile è chiaro e la sua scarsa consistenza ne limita l’utilizzo artigianale.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Salix fragilis
Nome sardo:
Salike, Salighe, Salili, Suaxi
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta sempreverde a portamento irregolare con chioma lassa ed espansa alta 10-15 metri. Fusto diritto e tortuoso, spesso inclinato. Corteccia grigio-chiara, rossiccia nelle...
  • Arbusto sempreverde con fusti eretti, compatto. Foglie diritte o leggermente ripiegate verso l’alto lunghe da 6 a 11 mm in verticilli di 4 o 5. Fiori rosa-violetti in fascetti...
  • Suffrutice pulvinoso, molto ramificato alla base, con fusti legnosi sub-eretti o striscianti, emana una forte profumazione aromatica. Foglie lineari-lanceolate, brevemente...
  • Arbusto caducifoglio alto 0,5-4 metri, con chioma assai rada ed irregolare, ramosissimo, molto spinoso. Rami e fusti color bruno-grigiastro più o meno scuri. Foglie
  • Pianta di 10-20 metri con chioma folta ombrelliforme con corteccia grigia normalmente fessurata a reticolo; rami giovani lisci color grigio-verdastro. Foglie imparipennate...
  • Pianta erbacea biennale con fusto eretto, ispido per la presenza di peli rigidi, ramoso nella parte finale; radice fittonante, carnosa e abbastanza grossa; durante il primo anno...
  • Pianta erbacea perenne, alta 10-40 cm., con rizoma strisciante, legnoso, avvolto da guaine scure e fusti cespugliosi, ascendenti o striscianti, più o meno ramificati. Le foglie...
  • Pianta slanciata alta 20-40 cm, con fusto glabro ed eretto. Foglie, da lanceolate a subspatolate, acute, lunghe fino a 15 cm.; le basali sono disposte a rosetta, le superiori più...
  • È un arbusto sempreverde, molto ramificato, con foglie sclerofilliche, tipico della macchia mediterranea. Spesso, in condizioni climatiche favorevoli, assume portamento arboreo...
  • Pianta slanciata alta 15-50 cm , con infiorescenza lassa e allungata. Foglie di colore verde chiaro prossime al grigio, oblungo-lanceolate. Tepali esterni ovati, acuti, color...
  • Piccolo arbusto sempreverde alto fino a 50cm. Condivide il nome comune di " erba dei gatti " o " erba gattaria " con la Nepeta cataria e la Valeriana officinalis : il nome è...
  • Albero che non supera i 10 metri, con un fusto dritto, talora un po’ sinuoso, che sostiene una chioma arrotondata ed espansa. Corteccia omogeneamente e finemente rugosa,...