Ginestra spinosa

ginestra spinosa (foto di Cristian Mascia)

Pianta arbustiva, alta fino a 1.5 metri con rami lassi e talvolta ricurvi, con robuste spine, densamente pubescenti. Diffusa in tutta la Sardegna, è un arbusto caducifoglio, con rami molto intricati, spinosi e pungenti che rendono la vegetazione impenetrabile.

Foglie trifogliate poco pelose, con segmenti ovali interi, bianco-argentee di sotto, ricoperte da una patina lanosa soprattutto nella parte inferiore; sono sottili e di colore verde scuro. Il frutto è un legume, di colore bruno e peloso. La ginestra spinosa perde le foglie all’inizio dell’estate per difendersi dalla siccità e dalle alte temperature.

Fiori gialli isolati o a gruppi di due, papilionacei, distribuiti su tutto il ramo: sono riuniti in grappoli molto profumati; fioritura in primavera tra marzo e aprile. 

I frutti sono legumi lineari, oblunghi di 2.5-3 cm, glabri o scarsi peli. Semi rotondeggianti, di colore bruno scuro.

Extra:

Data la forte spinosità, la pianta viene a volte utilizzata per creare siepi impenetrabili. 

Corologia:
Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia, Sardegna ed Isole Minori. Tipo corologico: Steno-Mediterranea.
Fenologia:
Fiorisce in maggio- giugno e fruttifica in giugno-luglio.
Habitat:
Macchie e garighe, luoghi rocciosi e declivi assolati con suolo acido da 0 -800 m . Contrariamente alla C. villosa questa specie preferisce un clima più fresco e più riparato dai venti salmastri. In Sardegna ricopre i versanti esposti a Nord e vegeta bene nel sottobosco.
Forma biologica:
Nanofanerofita.
Etimologia:
Il nome generico era già usato da Plinio, ma è di etimologia controversa; il nome specifico si riferisce alla forte spinosità della pianta. Non sappiamo da dove derivi l’appellativo cervuna conosciuto anche in Corsica (tangu cervunu) e in Gallura (prunu cilvunu).
Curiosità:
Nome sardo " Tiria" significa specie arbustiva molto spinosa e di dimensioni ragguardevoli . Ad Orani e Bitti la Calicotome viene denominata "Iskorravoe", scornaboe, infatti i suoi rami costituiscono un intrico impenetrabile in cui resterebbero impigliate anche le corna di un bue.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Calycotome spinosa
Nome sardo:
Tirìa, prunu cirvunu, spina santa, ippina santa, spina cirvuna, iscorravoe, matrigusa oina, martigusa canina, Teria
Flora:
Ordine:
Famiglia:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta erbacea annuale o biennale, alta 10-40 cm, mollemente pubescente, con fusti robusti, eretti, semplici o ramificati. Radice fittonante, non molto profonda. Le foglie,...
  • Pianta slanciata alta 15-50 cm , con infiorescenza lassa e allungata. Foglie di colore verde chiaro prossime al grigio, oblungo-lanceolate. Tepali esterni ovati, acuti, color...
  • Pianta eretta, bella e vistosa, alta fino 150 cm , è un’erbacea perenne. Considerata infestante dei pascoli, non è molto gradita dagli animali...
  • Arbusto caducifoglio alto da 1-3 metri con rami giovani verdi flessibili, eretti, scanalati. La struttura è costituita da molteplici fusti che si originano dalla base e si...
  • Il nome latino del Cedro licio può indurre in errore, infatti, phonicea non rimanda alla regione Fenicia ma al greco "φοινικεος" che significa rosso porporino , come il colore...
  • Albero alto fino 30 metri di altezza, con chioma espansa che si forma ad una certa distanza dal suolo. Il tronco si presenta regolare, con la corteccia lucida e liscia di color...
  • Albero caducifoglio alto fino a 15 - 20 metri; con rami laterali ben sviluppati e chioma espansa. Tronco diritto e regolare non scanalato. La corteccia è marrone-rossastro scuro,...
  • Conosciuto anche come "Pino di Monterey" o " Pine California" è un albero sempreverde, maestoso ed elegante, alto fino a 25-30 metri, che si contraddistingue dalle altre specie...
  • I Muschi (si usa il plurale perchè sono migliaia le varietà raggruppate sotto questo nome comune) sono organismi vegetali che, a differenza delle altre piante, non hanno radici nè...
  • Pianta erbacea biennale con fusto eretto, ispido per la presenza di peli rigidi, ramoso nella parte finale; radice fittonante, carnosa e abbastanza grossa; durante il primo anno...
  • Albero sempreverde che può raggiungere i 15-30 m di altezza. Le foglie sono pendule, coriacee e aromatiche e presentano una particolarità sono eterofille (le foglie giovani sono...
  • Noto anche come Cisto biancastro , è un arbusto perenne legnoso alto fino a 1 m. Fusti densamente lanosi e dal colore bianco-grigiastro all’apice, legnosi e dotati di corteccia...