Ginepro comune

Ginepro Comune, foto da Digital Library

Arbusto o piccolo albero alto fino a dieci metri, molto ramificato.

Corteccia grigio-rossastra desquamante in linee longitudinali nei rami più vecchi; rami giovani glabri, angolosi con corteccia bruno-rossastra.

Foglie aghiformi, lunghe 10-20 mm, lineari, pungenti, inserite in modo sessile sui rametti in verticilli di tre distanziati di 6-10 mm. Gli aghi sono verde –glauco nella pagina inferiore, mentre nella pagina superiore presentano una striscia biancastra e un colorazione verde solo ai bordi.

Pianta dioica con infiorescenze ascellari. Il frutto è una galbula di colore nero-azzurrognolo a maturità, di 6-9 mm di diametro, contenenti 2 -3 semi.

Corologia:
Diffuso in tutto l'emisfero settentrionale (Europa, America, Asia, ecc). In Sardegna è localizzato nei contrafforti del Gennargentu. Tipo corologico: Circumbor.
Fenologia:
Fiorisce da febbraio a giugno
Habitat:
Specie eliofila e frugale, vegeta in tutti i tipi di terreni. Tollera bene le basse temperature e la siccità, è presente dal livello del mare fino ai 1500 metri di altitudine (raramente supera i 1500 metri).
Forma biologica:
Nano o microfanerofita
Curiosità:
Si riproduce per seme. Specie pioniera,su terreni aridi e pietrosi favorisce la fissazione dei detriti, consolidando il terreno e favorendo la formazione del manto vegetale,offre protezione con i suoi cespugli spinosi ai giovani semenzali, tuttavia per il suo accrescimento lento è poco usato nei rimboschimenti. Il legno duro e compatto viene utilizzato principalmente per la lavorazione di piccoli utensili. Le bacche e le foglioline macerate possiedono proprietà balsamiche, antisettiche, antireumatiche. Le bacche inoltre vengono utilizzate per la preparazione del Gin e per insaporire le carni insaccate.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
communis
Nome sardo:
Ghiniperu, Nibaru, Niberu, Lìbanu
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • Arbusto o albero alto fino a 10 metri , a portamento eretto, piramidale, con rami spesso pendenti. Il tronco a maturità misura oltre un metro di circonferenza, ha una corteccia...
  • Arbusto prostrato con corteccia bruno-rossastra, rami contorti e intricati. Rami giovani glabri e angolosi. Foglie aghiformi lunghe 8-14 mm., rigide, mucronate, pungenti con una...
  • Pianta erbacea perenne, foraggera appartenente alla famiglia delle leguminose , che cresce spontanea in quasi tutti i paesi del bacino del Mediterraneo. Specie spontanea nel...
  • Conosciuto anche come "Pino di Monterey" o " Pine California" è un albero sempreverde, maestoso ed elegante, alto fino a 25-30 metri, che si contraddistingue dalle altre specie...
  • Noto anche come Cisto biancastro , è un arbusto perenne legnoso alto fino a 1 m. Fusti densamente lanosi e dal colore bianco-grigiastro all’apice, legnosi e dotati di corteccia...
  • Albero o arbusto longevo di media altezza, dai rami giovani induriti e spinescenti. Tronco contorto e corteccia grigio chiara più o meno liscia. Chioma espansa. Foglie coriacee a...
  • Albero a portamento arboreo con chioma espansa e globosa, alta, non raggiunge i 20 metri di altezza. Presenta un fusto generalmente diritto, con branche sinuose e rami giovani...
  • Arbusto sempreverde, spinescente, con fusti eretti, verde-scuri, i principali dritti, rigidi e striati, quelli secondari appiattiti e simili a foglie (cladodi) di forma da...
  • Albero longevo, a crescita lenta, conosciuto dall'antichità per le proprietà alimentari dei suoi frutti: le carrube sono cibo di basso costo ma alto valore nutrizionale, molto...
  • Albero caducifoglio alto fino a 15 - 20 metri; con rami laterali ben sviluppati e chioma espansa. Tronco diritto e regolare non scanalato. La corteccia è marrone-rossastro scuro,...
  • Noto anche come Erba di S.Giovanni (o cacciadiavoli ) è un piccolo arbusto cespuglioso, piuttosto legnoso alla base, biennale o perenne...
  • Albero caducifolio, alto fino a 30 metri, con chioma larga ed espansa. Fusto dritto e cilindrico, molto ramificato a una cera altezza. La corteccia negli esemplari giovani è...