Elleborine comune

Epipactis_helleborine_foto di Bern Haynold (WIKIMEDIA CC BY SA 3.0)

Pianta alta 20-100 cm, della famiglia delle Orchidee, ben diffusa nel territorio italiano, ma non comune  in Sardegna.

Fusto robusto, cilindrico, foglioso, densamente pubescente.

Foglie disposte a spirale, abbraccianti, di colore verde cupo e con nervature ben evidenti; le inferiori tonteggianti, le superiori a volte allungate, oblungo-lanceolate. Infiorescenza più o meno densa, composta da numerosi fiori rivolti verso l’esterno, spaziati, leggermente profumati. Brattee simili alle foglie superiori, di colore verde, acuminate, le inferiori più lunghe dell’intero fiore. Tepali esterni e interni simili ed aperti a stella.

Labello con ipochilo emisferico, di colore bruno-lucido all’interno e verde-rosato all’esterno; l’epichilo cuoriforme, munito alla base di due gibbosità dalla superficie rugosa, ad apice rivolto all’ingiù, strettamente connesso all’ipochilo. Il colore del labello è variabile. Il rostello è presente.

Extra:

Il nome specifico (helleborine) deriva da una certa rassomiglianza con le foglie di alcuni “Ellebori” (Elleboro bianco, Veratrum album).

Corologia:
Specie diffusa dall’Irlanda alla Siberia; presente anche in Africa settentrionale. La specie è nota in tutta Italia, soprattutto sui rilievi. Tipo corologico: Paleotemperato
Fenologia:
Dalla fine di aprile a metà luglio.
Habitat:
Terreni freschi ed ombrosi generalmente su substrato calcareo dei boschi di latifoglie, radure, arbusteti, margini, schiarite di boschi dal livello del mare fino ai 1500 metri di altitudine.
Forma biologica:
Geofita rizomatosa
Curiosità:
Le specie a fecondazione incrociata di Epipactis, attraverso il nettare contenuto nell’ipochilo, attirano gli insetti impollinatori, tra cui vespe, api e Ditteri Syrphidae. Alcune specie sono prevalentemente autogame.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Epipactis helleborine
Flora:
Famiglia:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • Piccolo arbusto sempreverde alto fino a 50cm. Condivide il nome comune di " erba dei gatti " o " erba gattaria " con la Nepeta cataria e la Valeriana officinalis : il nome è...
  • Arbusto alto da 1-3 metri, molto ramificato fin dalla base con rami opposti, sottili e giunchiformi, di colore verde scuro, generalmente privi di foglie.
  • Arbusto molto ramificato alto 1-3 metri di altezza, sempreverde, di forma da rotondeggiante-espansa a piramidale, irregolare. I rami sono disposti in modo opposto, la scorza è di...
  • Pianta arbustiva con fusto breve e tozzo, può raggiungere i 2-3 metri di altezza. Corteccia di
  • Col nome comune ( mimosa ) sono spesso indicate le infiorescenze gialle e profumate, simili all'altra specie presente in Sardegna ( Acacia saligna ) detta però " mimosa a foglie...
  • Pianta erbacea perenne, foraggera appartenente alla famiglia delle leguminose , che cresce spontanea in quasi tutti i paesi del bacino del Mediterraneo. Specie spontanea nel...
  • Pianta vascolare con fiori e semi ( Angiospermae ). Colori dominanti della fioritura: blu/violetto/celeste. Questa pianta endemica della Sardegna centrale è inserita nelle...
  • Arbusto sempreverde fortemente aromatico di circa un metro di altezza; cespuglioso con rami a corteccia biancastra rivestiti di peli stellati. Portamento a pulvino ; corteccia...
  • Arbusto perenne con rami legnosi leggermente zig-zaganti alto fino a 2 metri; rami giovani pubescenti, grigiastri. Foglie imparipennate a (9) 13-19 segmenti oblungo-lanceolate,...
  • Nota anche come " Mimosa a foglie strette ", è una specie invasiva, originaria dell' Australia , introdotta e diffusa in gran parte del mondo: anche con funzioni frangivento nelle...
  • Albero longevo, a crescita lenta, conosciuto dall'antichità per le proprietà alimentari dei suoi frutti: le carrube sono cibo di basso costo ma alto valore nutrizionale, molto...
  • In fase giovanile ha un portamento slanciato ed elegante, nelle piante adulte si osserva una chioma sempre più espansa e maestosa; la specie può raggiungere notevoli dimensioni -...