Ballerina

Aceras_anthropophorum

Pianta slanciata alta 20-40 cm, con fusto glabro ed eretto. Foglie, da lanceolate a subspatolate, acute, lunghe fino a 15 cm.; le basali sono disposte a rosetta, le superiori più piccole, erette, abbraccianti il fusto. Infiorescenza a spiga cilindrica, molto allungata, variamente densa, con numerosi fiori e con brattee acuminate di colore verde o giallastro, più corte dell’ovario. I sepali sono di colore verde o verde-giallastro con i margini più scuri di colore rosso-bruno, ovati, riuniti tra loro a formare un casco emisferico, nel quale sono interamente nascosti i petali. Il labello privo di sprone, pendente, allungato, giallastro od ocra, decisamente trilobato, con lobi lineari laterali, più stretti e più corti del mediano, che a sua volta è diviso all’apice.

Corologia:
Distribuita in tutta la regione Mediterraneo-Atlantica, dal Sud dell’Inghilterra a Cipro e Libano ad Est. In Italia è presente in tutte le regioni ad eccezione del Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta e del Friuli.
Fenologia:
Dalla fine di marzo agli inizi di giugno.
Habitat:
Si rinviene dal livello del mare fino ai 1100 metri circa. Vegeta bene tra i pascoli sassosi e garighe, macchie, boschi molto radi, generalmente su suoli calcarei e meno frequentemente su suoli neutri.
Forma biologica:
Geofite bulbose.
Curiosità:
I nomi volgari attribuiti a questa specie come “orchidea marionetta”, “omini”, “ballerini”, “l’uomo impiccato”, derivano dalla forma del labello, che ricorda proprio la figura umana stilizzata.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Aceras anthropophorum
Flora:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Liana sempreverde, rampicante spinoso dai fusti cilindrici, legnosi, glabri, con spine rivolte all'indietro e quindi particolarmente offensive. I rami sottili sono di colore verde...
  • Sottospecie endemica della Sardegna, comune ma localizzata nella Nurra (tra Capo Caccia e Torre di Bantine). Arbusto spinoso molto ramificato alto 30-60 cm. I rami sono rigidi,...
  • Suffrutice pulvinoso, molto ramificato alla base, con fusti legnosi sub-eretti o striscianti. Emana una forte profumazione aromatica, molto apprezzata, così come il miele...
  • Albero a portamento arboreo con chioma espansa e globosa, alta, non raggiunge i 20 metri di altezza. Presenta un fusto generalmente diritto, con branche sinuose e rami giovani...
  • Il nome latino del Cedro licio può indurre in errore, infatti, phonicea non rimanda alla regione Fenicia ma al greco "φοινικεος" che significa rosso porporino , come il colore...
  • Il perastro o Pero mandorlin o (spesso citato anche Pyrus spinosa o Crataegus amygdaliformis o Pyrus amygdaliformis ) è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosaceae,...
  • Pianta erbacea rizomatosa (possiede una parte del fusto interrato, ingrossato, con principale funzione di riserva) alta fino a mezo metro. Foglie basali a lamina cuoriforme-...
  • Pianta diffusa nei terreni incolti o ai margini del bosco, alta fino a 50 cm con foglie palmate . Caratteristici i suoi fiori azzurri molto gradevoli, alterni su racemi e frutti...
  • Piccolo albero di 5-7 metri in prevalenza arbusto a corteccia rossastra e foglie persistenti; rami giovani pubescenti ; chioma densa e compatta. Foglie sempreverdi, coriacee, di...
  • Noto anche come Cisto biancastro , è un arbusto perenne legnoso alto fino a 1 m. Fusti densamente lanosi e dal colore bianco-grigiastro all’apice, legnosi e dotati di corteccia...
  • Cresce in praterie piuttosto evolute, negli angoli più aridi dei prati da sfalcio, ai margini di boschi o delle strade, su suoli argillosi piuttosto profondi, preferibilmente al...
  • Pianta endemica della Sardegna e della Corsica, è un arbusto con portamento elegante, ramoso con peli ghiandolari sparsi sul fusto, sulle foglie e sulle inflorescenze. Foglie...