Salsapariglia

Smilax (Salsapariglia) presso Tacchi Ogliastra. Foto C.Mascia - Forestas

Pianta arbustiva con portamento lianoso, rampicante; fusto flessibile e delicato, ma cosparso di spine acutissime. Cresce spontanea nei boschi e nelle macchie, essenzialmente nelle leccete e in alcune garighe, ad altitudini che vanno dal livello del mare fino ai mille metri.

Oltre alle spine, ben note ai conoscitori della pianta, sono caratteristici i frutti rossi e lucenti: sono bacche, riunite in grappoli, che giungono a maturazione in autunno. Contengono semi minuscoli e rotondi, risultando Insipide e poco appetibili per l'uomo, mentre invece costituiscono una fonte di nutrimento per numerose specie di uccelli.

Anche le foglie sono spinose e dentate ai margini, hanno la caratteristica forma di cuore; e spinosa è anche la nervatura mediana della pagina inferiore.

Molto profumati i fiori: piccoli, giallicci o verdastri, poco vistosi e raccolti in piccole ombrelle; fioriscono, nelle aree a clima mediterraneo, da agosto ad ottobre.

Extra:

Nota anche col nome comune di stracciabraghe, per via della facilità con cui strappa vestiti o calze di chi vi si imbatte.  

Deve il suo nome scientifico Smilax (Smilace) a una ninfa della mitologia greca che, perdutamente e infelicemente innamorata del giovane Croco (che si suicidò perché gli dei dell'Olimpo si opponevano al loro amore) fu trasformata - secondo la leggenda - in un rampicante.

Condividi:
Scheda
Nome latino:
Smilax aspera
Nome sardo:
Teti, asmila, tintioni, arru krabiu, breddula aresta
Flora:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Suffrutice pulvinoso, molto ramificato alla base, con fusti legnosi sub-eretti o striscianti, emana una forte profumazione aromatica. Foglie lineari-lanceolate, brevemente...
  • Suffrutice sempreverde, alta non più di 1,50 m . Rami eretti e corteccia scura con radice lunga, fittonante e lignificata. Foglie sempreverdi lanceolato-lineari, coriacee, glabre...
  • Arbusto caducifoglio molto ramificato, con fusto eretto e rami sottili che formano una chioma allargata. Rami giovani pubescenti. Corteccia brunastra con sfumature biancastre...
  • Arbusto spinoso alto 30-60 cm piuttosto ramificato. Rami tortuosi portanti su ciascun nodo foglie riunite in gruppi di 3-5 e 3-5 spine con aculei giallastri. Foglie semplici,...
  • Arbusto o piccolo albero di 2-6 metri, con rami giunchiformi, flessuosi, opposti. Rami a corteccia bruno-aranciati, i giovani verdastri, pubescenti, striati. Foglie semplici,...
  • Noto anche come Scornabecco , o Brentine , è comune nelle macchie e al margine dei boschi di leccio. Con foglie persistenti di color verde-grigiastro e fiori larghi , profumati,...
  • Albero non molto longevo, raggiunge mediamente i 25-30 metri in altezza, tronco dritto, di diametro fino a 1,2 metri, chioma inizialmente piramidale, poi più o meno espansa e...
  • Albero longevo, a crescita lenta, conosciuto dall'antichità per le proprietà alimentari dei suoi frutti: le carrube sono cibo di basso costo ma alto valore nutrizionale, molto...
  • Sottospecie endemica della Sardegna, comune ma localizzata nella Nurra (tra Capo Caccia e Torre di Bantine). Arbusto spinoso molto ramificato alto 30-60 cm. I rami sono rigidi,...
  • È un arbusto sempreverde , molto ramificato, con foglie sclerofilliche (cioè dure, coriacee, sempreverdi) tipico della macchia mediterranea. Spesso, in condizioni climatiche...
  • Albero sempreverde che può raggiungere i 15-30 m di altezza. Le foglie sono pendule, coriacee e aromatiche e presentano una particolarità sono eterofille (le foglie giovani sono...
  • Arbusto a portamento eretto, alto dai 30cm al metro. Rami giovani densamente lanosi. Foglie opposte, ovali o ellittiche, brevemente picciolate, che ricordano vagamente quelle...