Mariani

vista da Mariani sulla valle dei nuraghi e dei vulcani

Il presidio Forestale di Mariani fa parte del Complesso Forestale Parchi Anglona Meilogu.

DESCRIZIONE GENERALE

Il Parco Mariani fu acquistato dal Comune nel marzo del 2001 ed è ubicato a due passi dalle tombe ipogeiche di Sant'Andrea Priu, ai margini della pianura Santa Lucia che risale verso i monti a confine con la Barbagia e il Marghine.  Natura in gran parte incontaminata, ricca di pascoli e sorgenti, oggetto nei decenni passati di alcuni interventi di recupero e valorizzazione che ne hanno risaltato l'antica destinazione di piccolo centro agropastorale, con la vocazione di un parco comunale ove coniugare le bellezze naturali delle ampie zone forestate con l'esigenza di avere e creare spazi verdi.

 Al Compendio, lasciata la provinciale per Foresta Burgos, si accede dalla strada che porta alle tombe ipogeiche di Sant'Andrea Priu e in pratica termina con l'ingresso all'azienda, dove i reali di casa Savoia amavano spesso trascorrere le ferie estive e lunghi periodi di caccia.  Oltre settanta chilometri di tratturi consentono l'utilizzo razionale della tenuta e la visione di stupendi panorami, arricchiti dalla presenza di numerose e pregiate essenze arboree, arbusti, fiori, e vegetali, fra i quali vivono tantissime specie di animali selvatici e cavalli. Un ambiente naturale ricchissimo di sorgenti d'acqua che, in località Badde Mala, confluiscono in parte in una suggestiva cascata, alta una ventina di metri.  

Nel 2017 Forestas e il Comune di Bonorva hanno firmato una convenzione che affida all’Agenzia regionale lo storico compendio comunale.

Gestione Forestas in convenzione ventennale dal comune

Con questa convenzione ventennale l’amministrazione incarica l’Agenzia Forestas affinché esegua nei 570 ettari di boschi del Parco Mariani  "le azioni di cura, di tutela e della conservazione del patrimonio forestale, della biodiversità e del paesaggio, della difesa dei sistemi forestali e silvo-pastorali dai rischi ambientali, la valorizzazione produttiva, turistico-ricreativa e culturale del patrimonio naturale, dell’innovazione tecnologica e della cultura nel settore forestale e il sostegno delle attività di informazione, sensibilizzazione ed educazione ambientale”..

Contatti

Responsabile P. F. Monte Traessu
Telefono:
320 4331257
Condividi:
Scheda
Tipologia:
Servizio di appartenenza:
Complesso forestale di afferenza:
Approfondimenti

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Il cantiere Coghinas presenta una formazione forestale di elevato interesse naturalistico rappresentata da macchia evoluta, a prevalenza di corbezzolo e da lecci.
  • Inserita in un contesto litoraneo di grande valore ambientale e paesaggistico è rappresentata da una suggestiva area prospiciente al mare da dove si può ammirare il litorale sino...
  • Questo cantiere forestale è diviso in due corpi separati, distanti tra loro circa 5 chilometri: Portixeddu si trova sulla costa, presso le le famose spiagge di San Nicolò ;...
  • Storia del compendio forestale Tacchixeddu fu istituito nel 1992 dall’ Azienda Foreste Demaniali di Nuoro, su terreni comunali. Ubicato su due corpi separati : uno a ovest del...
  • Questa unità gestionale è costituita da due cantieri della Sardegna sud-occidentale che ricadono amministrativamente nel territorio comunale di Gonnesa , compresi nel campo dunale...
  • Compendio di circa 225 ettari gestiti a titolo di occupazione temporanea.
  • Il Presidio Forestale Su Padru fa parte del Complesso Meilogu. Ricade interamente nel comune di Thiesi (terreni comunali in concessione).
  • Il cantiere forestale “S. Antonio” è situato nel Comune di Macomer , nella cartografia I.G.M. SC. 1:25000 ricade nei fogli 498 sez. – III di Macomer. La superficie totale è di 277...
  • Si tratta di una superficie in occupazione temporanea di competenza sino al 2000 dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste e dal 2001 dell’Ente Foreste della Sardeg
  • La foresta di Pixinamanna è il risultato dell’intensa azione antropica subita a partire dalla seconda metà del 1839, in particolare dall’abolizione degli ademprivi. Assegnata...
  • Storia della Foresta demaniale Nel territorio di Talana la superficie di proprietà Demaniale gestita dall'Agenzia Forestas e di 8898 ettari . Questi terreni demaniali furono...
  • Il cantiere ha una superficie di circa 1848 ettari ed è pervenuto in gestione all'ex A.F.D.R.S. a seguito di convenzione stipulata col Comune di Orgosolo nel 1993