La scuola nel bosco: un progetto sperimentale per la scuola dell'Infanzia

13 Novembre 2015
bimbi a monte Arrubiu

Il Progetto

Scuola nel bosco nasce dall'idea di offrire ai bambini nuove occasioni per trascorrere parte del tempo scolastico in autonomia ed all'aria aperta.
La costruzione di un legame profondo e partecipe tra infanzia e natura è senz'altro condizione indispensabile per lo sviluppo della persona: si vuole così sperimentare le potenzialità educative offerte da un rapporto concreto, libero, spontaneo e creativo con il bosco e più in generale con la Natura.   Annualmente Forestas stabilisce quali progetti supportare e come farlo, in relazione alle richieste degli Istituti Scolastici ed alle proprie disponibilità logistiche...

Esperienze simili nel panorama europeo e mondiale

Dal nord Europa sta arrivando anche in Italia il Waldkindergarten (scuola nel bosco) una attività educativa caratterizzata dal diretto contatto con la natura, spesso in assenza dell’edificio scolastico.
Nel Waldkindergarten i bambini giocano liberamente in natura, utilizzano materiali ed oggetti (radici, terra, bastoni, acqua, foglie) per costruire semplici giocattoli, stimolano fantasia e inventiva, sviluppano creatività e manualità.

Passando dal piano cognitivo a quello fisico, una recente ricerca australiana ha dimostrato che la mancanza di attività fisica riduce le capacità motorie portando ad un aumento delle lesioni scheletriche: anche da qui l'importanza di riportare i bambini nei boschi, ad apprendere e giocare.
L’ambiente aperto e la natura hanno effetti benefici sorprendenti sia dal punto di vista della salute fisica che di quella psicologica. L’ambiente chiuso, per contro, rende meno efficiente il sistema immunitario del bambino e meno attiva la mente ed il corpo.

Da oltre un ventennio nel Regno Unito esiste un progetto chiamato Learning Through Landscapes (imparare dal paesaggio) che mira a migliorare i giardini delle scuole, affinché i bambini possano avere quotidianamente la possibilità di apprendere e giocare all'aria aperta, proprio per i benefici positivi delle attività all'aria aperta.
 

Il legame profondo con la Natura

I più piccoli stabiliscono così, attraverso un contatto diretto e quotidiano, una relazione molto forte con la natura. Questo legame è sicuramente importante sia sul piano educativo, sia su quello della qualità della vita, non solo per far crescere i bambini in salute, ma anche per responsabilizzarli e incoraggiarli a proteggere il nostro Pianeta una volta diventati cittadini adulti.

Il bosco: luogo naturale e ricco di stimoli, diventa la classe per i bambini!

Questa particolare scuola ha molti aspetti simili alla concezione montessoriana di educazione: l’apprendimento avviene mediante l’esperienza, il contatto con la natura è già di per sé maestro di vita, i bambini fanno esercizio fisico correndo e arrampicandosi sugli alberi. Inoltre, le attività all'aperto permettono al bambino di capire i pericoli, fare ciò che non pensava di saper fare, acquisire fiducia nelle proprie capacità e mezzi. Chiuso in un’aula, un bambino ha invece, spesso, ben poco da sperimentare concretamente.
 

Finalità generali e obiettivi specifici del progetto

  •  favorire il benessere fisico e psichico dei bambini, attraverso esperienze di vita all'aperto, con attività non strutturate e ritmi di vita più sostenibili
  • combattere obesità e il disordine da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)
  • migliorare i processi di apprendimento e l'efficacia dell'azione educativa, attraverso l'esperienza legata al luogo
  • riscoprire il valore delle relazioni interpersonali, con la condivisione di giochi, avventure ed attività non strutturate, sicure, all'aria aperta
  • suscitare curiosità e interesse, con modalità educative da integrare a quella convenzionale (contatto diretto con la natura, libertà di movimento, sperimentazione di abilità fisiche, esperienze multisensoriali, gioco libero)
  • stimolare tra genitori, insegnanti, educatori e amministratori un dibattito sul tema dell’infanzia e del rapporto che lega i bambini più piccoli alla natura
  • proporre a genitori e insegnanti un modello alternativo e innovativo di scuola dell'infanzia
  • promuovere stili di vita più sostenibili ed eco-compatibili

Quando, dove e per chi

Le attività si svolgono in un giorno della settimana per tutto un anno scolastico, presso il bosco di Monte Arrubiu (tra Dolianova e Soleminis) dove un vivaio e la ex-caserma forestale ristrutturata sono destinati alle attività di educazione ambientale (presso il C.E.A.S. di Mont’Arrubiu di proprietà dell’Agenzia Forestas).
Le attività didattiche saranno strutturate e curate dalle insegnanti della scuola dell'infanzia di Dolianova, le quali hanno dato la loro disponibilità per la buona riuscita del progetto.
Il progetto coinvolgerà 25 bambini e bambine che ogni settimana si recheranno nel bosco in scuolabus.

Categoria:
Condividi:

Notizie ed eventi

13 Giugno 2024

Incontro sulle tecniche selvicolturali sostenibili nelle fustaie transitorie di leccio (selvicoltura d’albero) - si svolgerà presso i siti dimostrativi di intervento del progetto LIFE Go Pro For Med con un confronto su obiettivi...

05 Giugno 2024

Il primo appuntamento della Campagna divulgativa " NON SI SCHERZA CON GLI ALBERI " è fissato per il 5 giugno 2024, alle ore 17:30 , con il webinar su " Foreste, clima e biodiversità ". Il webinar è in diretta...

05 Giugno 2024

Un'iniziativa di ANARF con Forestas tra i sottoscrittori della lettera aperta con cui si chiede una maggiore attenzione sulle tematiche forestali, nella salvaguardia e valorizzazione di questo bene primario, che occupa vaste...

28 Maggio 2024

Attraverso due Questionari , compilabili online, è possibile contribuire alla conoscenza sulla presenza delle due specie sul territorio sardo...

27 Maggio 2024

L'Avviso è rivolto ai dipendenti Forestas (inquadrati cat. B e Cat. C) CCRL dipendenti RAS. Presidi Forestali: Gutturu Mannu, Monte Nieddu, Guspini Croccorigas/Is Gentilis - Perd’è Pibera...

30 Maggio 2024

Forestas in collaborazione con l'Assessorato regionale Difesa Ambiente organizza due webinar trasmessi in streaming gratuitamente sulla piattaforma webex. Alle ore 15 si parlerà di Rete escursionistica regionale (RES) per lo sviluppo sostenibile...

21 Maggio 2024

Nuovi mezzi per la flotta regionale AIB dell’Agenzia FoReSTAS - i primi operativi già da questa settimana e schierati già da giugno 2024

10 Maggio 2024

Il personale Forestas li ha trasportati nella voliera di pre-ambientamento a Cea Romana, mentre le videocamere ed i sensori GPS installati dall’Agenzia testimoniano quotidianamente i movimenti e le abitudini dei grifoni rilasciati lo scorso 9...

08 Maggio 2024
Esiti del test di utilizzo da parte dei fruitori (come previsto dall'allegato H del regolamento regionale per i "sentieri per tutti")

Il regolamento regionale anche in questo aspetto è assai innovativo : e quindi come era previsto, il Comune di...

21 Maggio 2024

Workshop sulle potenzialità del silvopastoralismo : per aumentare la resilienza del territorio. Esperti dalla Catalogna presenteranno pratiche su riduzione rischio incendi . A seguire, visita...

02 Maggio 2024

Si trova nel bosco Seleni (Lanusei) e sarà inaugurato lunedì 6 maggio il primo sentiero "realmente accessibile" secondo le specifiche norme regionali approvate nel 2024 dalla...

30 Aprile 2024

Il 12 aprile 2024 si è svolto, a Roma presso la Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) il convegno sui Demani Regionali e Strategia Forestale Nazionale ...