Formazione nel settore forestale: approvate le linee guida regionali

07 Giugno 2023
formazione forestale (foto FOR.ITALY)

Sono state approvate le Linee Guida per i percorsi formativi di Operatore Forestale(OF) e Operatore Forestale Specializzato(OFS) frutto di una stretta collaborazione tra la Direzione dell'Agenzia regionale Forestas, l'Assessorato al Lavoro, il CFVA, e la Direzione generale della Difesa Ambiente.   Un risultato atteso da tempo, che arriva anche grazie all'esperienza del progetto di formazione forestale For Italy.  Così la Sardegna si è dotata di standard di riferimento per la formazione nel settore forestale. E l'offerta formativa ben codificata, con standard di qualità elevati, permette alle imprese sul mercato di certificare le proprie competenze ed entrare nel settore dei lavori forestali rispettandone i requisiti di legge. La strada intrapresa anche in Sardegna, quindi, dovrebbe offrire al settore forestale un maggiore sviluppo, dando al comparto privato una maggiore reperibilità di personale qualificato, e al pubblico la possiiblità di reperire sul mercato imprese con competenze forestali certificate.

Contenuti delle Linee Guida

Le linee guida sono un tassello fondamentale per il settore forestale privato, ma anche per gli attori pubblici che intendono dotarsi di operatori specializzati sul campo. Definiscono i requisiti dei percorsi formativi per preparare addetti capaci non solo di lavorare in sicurezza, ma anche di operare con macchine e attrezzature in modo rispettoso dell'ambiente-bosco, anche nei lavori di abbattimento, allestimento, sramatura, depezzatura, concentramento ed esbosco di latifoglie e/o conifere. Non meno importanti sono la conoscenza e l'uso delle principali macchine e attrezzature forestali e loro manutenzione. I principi della gestione sostenibile del bosco, gli inteventi selvicolturali, le norme e le prassi in ambito forestale, per la gestione professionale dei cantieri e dei popolamenti arborei.

Le linee guida definiscono inoltre i requisiti per le agenzie formative e dei percorsi utili a certificare le competenze, quindi regolano il settore della specifica formazione professionale in questo ambito che ne era privo. Interessante anche la definizione dei requisiti dei cantieri per finalità didattiche, del "cantiere forestale didattico reale" e delle prove, i requisiti minimi strutturali per la gestione delle attività pratiche, i requisiti dei formatori, gli stage, i requisiti minimi di accesso ai percorsi formativi, le modalità di esame ed attestazione. Ci sono anche le condizioni di equivalenza per i percorsi svolti presso altre Regioni e per il riconoscimento crediti e percorsi formativi di durata ridotta per OF e OFS

Riguardano la definizione degli standard formativi e per il riconoscimento dei crediti formativi per i profili professionali di OF e OFS, in attuazione della Delibera di giunta regionale n. 40/12 del 14 ottobre 2021 (anche tra gli allegati di questo articolo). Con l'adozione del Disciplinare per la tenuta dell'Albo regionale delle imprese forestali (art. 26 Legge "forestale" regionale del 27.4.2016 n. 8) si è potuto procedere quindi alla definizione degli standard formativi, correlati ai profili professionali già presenti nel Repertorio regionale dei profili di qualificazione (RRPQ), con riferimento all'ambito forestale.
Le iscrizioni all’Albo erano state formalmente avviate con in regime transitorio (in fase di prima applicazione del Disciplinare) che, attraverso una deroga temporanea, consentisse l’iscrizione anche alle imprese forestali, non in possesso dei previsti requisiti minimi obbligatori di idoneità tecnico - professionale [DM (MiPAAF) n.4470 del 29 aprile 2020] purché il titolare dell’impresa o un addetto assunto a tempo pieno e indeterminato, potesse dimostrare di aver svolto attività professionale in ambito forestale, per almeno 100 giornate lavorative, nei 5 anni precedenti all’iscrizione.  

Aggiornamento dei profili di qualificazione 

L’aggiornamento del Repertorio Regionale dei Profili di Qualificazione attraverso l’inserimento dei profili di Operatore Forestale (cod. 56358), Operatore Forestale Specializzato (cod. 56162), Istruttore forestale di abbattimento e allestimento (cod. 56364) e l’aggiornamento del profilo di Addetto all'Estrazione e Selezione del Sughero (cod. 14) e alla definizione degli standard formativi di riferimento per il settore forestale.  In particolare, i primi due profili svolgono attività in ambito forestale e agroforestale, in forma autonoma o in qualità di dipendenti per imprese boschive, consorzi forestali, comunità montane, enti pubblici. Sono soggetti professionali operanti nell’ambito delle attività di utilizzazione forestale nel comparto della filiera bosco-legno-energia e dell’arboricoltura. Generalmente operano in squadra con altri operatori forestali interfacciandosi con il tecnico forestale. L'esercizio dell’attività può essere svolto stabilmente o in forma stagionale o saltuaria.

INDICAZIONI DELLE LINEE GUIDA

Si configurano come prima indicazione per la progettazione di due dei percorsi formativi riferibili all’ambito della gestione forestale (profili di OF e OFS).
Nel documento vengono proposti l’articolazione e i contenuti necessari per la costruzione dei percorsi formativi per dare le competenze descritte nei relativi profili di riferimento, nonché eventuali possibilità di riconoscimento crediti 

Il progetto For.Italy

For.Italy ha coinvolto le Regioni Piemonte (capofila), Basilicata, Calabria, Liguria, Lombardia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto: collaborazione tra regioni italiane attivatesi grazie al "Testo unico in materia di foreste" (d.lgs. 34/2018). Alla Sardegna è stato assegnato un contributo di 189.000 euro mentre Forestas è stata individuata come soggetto attuatore del progetto, organizzando il cantiere dimostrativo nel Monte Arci, e il corso formativo.   Nell'ambito del progetto, a partire dal 2021, sono stati previsti 6 cantieri dimostrativi e informativi (Nord, Centro Nord, Centro, Sardegna, Sud e Sicilia) sulla formazione forestale e 7 corsi di formazione per Istruttori forestali di abbattimento ed allestimento (Nord, Centro Nord, Centro, Sardegna, Sud 1, Sud 2 e Sicilia) con l'obiettivo di formare 90 nuovi istruttori forestali. Un’occasione per creare le nuove opportunità di lavoro nel settore privato ed immettere nel tessuto produttivo gli ingredienti per sviluppare il settore forestale privato.

L'ISTRUTTORE FORESTALE

Tra le azione del progetto For.Italy messe in campo in Sardegna vi è stato il corso per istruttore forestale (figura ancora assente in Sardegna) fortemente richiesta nei percorsi formativi (obbligatori) per l’Operatore forestale: quindi si potenzia la capacità del tessuto produttivo di formare i propri operatori forestali da assumere mettere a frutto le potenzialità - anche occupazionali - di questo settore, nuovo e non appieno sviluppato in Sardegna.  Gli enti pubblici - come previsto dal TUF - dovranno usare l’albo per i propri lavori. 

Riferimenti Normativi 

L'Agenzia Fo.Re.S.T.A.S., in qualità di Agenzia regionale competente per il settore forestale in Sardegna, ha contribuito alla stesura dei Decreti attuativi del TUF approvati nel corso dell'ultimo anno (ed altri in fase di approvazione).  Una pagina dedicata al Testo Unico è sul sito web del MiPAAF, a questo link, che riporta:

DECRETI ATTUATIVI:

Condividi:

Notizie ed eventi

12 Aprile 2024

Disponibile il programma. L’evento si terrà a Roma il 12 Aprile 2024. Si potrà seguire anche in streaming sul web. Pubblicata la proposta di CARTA DEI PRINCIPI per la gestione dei Demani Forestali...

14 Febbraio 2024

Si informano gli interessati che a causa di un problema tecnico alla centrale telefonica non è possibile contattare telefonicamente gli uffici della sede del Servizio di Sassari .

Il Servizio si sta...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...

10 Aprile 2024

ANARF nel proprio sito ha reso pubblica la (proposta di) Carta dei Principi per la gestione sostenibile delle Foreste Demaniali che verrà discussa nel convegno del 12 Aprile 2024 organizzato a Roma in...

30 Marzo 2024

Altri 21 grifoni sono sbarcati nei giorni scorsi a Porto Torres provenienti dalla Spagna per diventare protagonisti del progetto LIFE Safe for Vultures , che mira ad assicurare la presenza e il benessere a lungo termine della...

28 Marzo 2024

Nella Strategia forestale dell’UE per il 2030 , la gestione forestale come un insieme di pratiche orientate a foreste multifunzionali - sia di conservazione della biodiversità e degli stock di carbonio , sia di...

28 Marzo 2024

Si svolgerà in Sardegna, tra Seneghe , Nuoro , Orgosolo e Bono - presumibilmente nel mese di maggio 2025 - con focus sulla gestione selvicolturale dei boschi a prevalenza di...

21 Marzo 2024

La Giornata Internazionale delle Foreste si celebra ogni 21 marzo e rappresenta un momento fondamentale per...

20 Marzo 2024

Se ne parlerà mercoledì 20 marzo , a Tempio Pausania - in previsione della Giornata Internazionale delle Foreste (che ricorre il 21 marzo di ogni anno)...

18 Marzo 2024

Partiranno a breve gli interventi finanziati da fondi UE con il progetto a cura di Forestas, a protezione degli habitat del campo dunale del litorale di Arborea e dello stagno di S'ena arrubia ...

13 Marzo 2024
Caduta massi lungo la strada sterrata da Campu Omu a Maidopis

Con le piogge registrate tra il 9 e il 10 marzo nel territorio del complesso forestale di Sette Fratelli nel Comune di Sinnai , si è verificata la...