Funtanamela

Funtanamela

Inquadramento e storia

La foresta demaniale Funtanamela si estende, per 497 ettari, nella zona centrale della Sardegna, ai confini tra le province di Oristano e Nuoro. La vegetazione è rappresentata da leccete, macchia alta con prevalenza di leccio e presenza di lentisco, fillirea, cisto, ginepro e corbezzolo. Nel 1998 la foresta è stata oggetto di reintroduzione del Cervo sardo. Da non perdere anche i Cavallini della razza del Sarcidano che vivono allo stato libero, gli ottocenteschi forni della calce e le numerose aie carbonili disseminate sul territorio.

L’Unità gestionale di Funtanamela è stata istituita nel 1995 da parte dell’Azìenda Foreste Demaniali di Oristano. La foresta ricade interamente su aree demaniali in concessione di durata pari a novantanove anni, e si estende nella zona centrale della Sardegna, ai confini tra le province di Oristano e Nuoro.
Il substrato geologico è riconducibile ai calcari mesozoici dai cui processi erosivi sono derivati sedimenti argillo-limosi di apprezzabile spessore.
La formazione forestale più diffusa è la lecceta che nei fondovalle, soprattutto a Bau Onu e a Sinisitze, si associa al carpino nero.
Laddove lo strato arboreo si dirada, a tale formazione si sostituisce la macchia alta con prevalenza di leccio e presenza di Lentisco, Fillirea, Cisto e Tymaelaea irsuta. Tra le specie faunistiche presenti sono da rammentare il gatto selvatico, la martora, l’astore, la poiana ed il quercino sardo.
Nel 1998 la foresta è stata oggetto di reintroduzione del cervo sardo, osservabile nel recinto di ripopolamento ma anche allo stato libero. Nell'intera foresta, sempre allo stato libero, può essere ammirato un nucleo di un centinaio di cavalli della razza del Sarcidano.
Nei pressi del fabbricato di servizio si trovano parcheggi e aree attrezzate per la sosta.
Eventuali informazioni per visite guidate ed escursioni all’interno della foresta, seguendo la rete di sentieri di particolare pregio naturalistico e attrezzati, appositamente predisposti, possono essere fornite dal personale di cantiere presente nel fabbricato oppure telefonando agli uffici di Su Lau al numero indicato per il Complesso Forestale Sarcidano. 

Tel. 0782 869343

Attività Forestale

Il ceduo matricinato di leccio, negli ultimi anni, è stato sotto posto ad interventi di trattamento moderato; anche le limitate superfici impiantate a conifere sono state interessate da interventi di rinaturalizzazione, attraverso tagli graduali di deconiferamento a carico della componente fustaia di detti sistemi artificiali.

Come si raggiunge:
Raggiunta Laconi, si percorre la S.S. 128 (direttrice Nurallao-Laconi-Meana Sardo) che attraversa il centro abitato; quindi si prosegue per circa 800 metri dall'uscita del paese, in direzione Meana. Al km. 68 della statale predetta si trova l'incrocio con la S.P.52 bis: percorrerla per circa 1 km in direzione Santa Sofia. L'ingresso della foresta demaniale è ben visibile sulla sinistra, a circa 50 m dal passaggio a livello della stazione ferroviaria dove fa, spesso, sosta il famoso trenino verde.

Contatti

Direzione Lavori
funzionario tecnico
responsabile ufficio sub-dirigenziale
Telefono:
0783 3192008, 0783 3192015
Cellulare: 320 4331143
Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

  • Foresta storica del demanio ed oggi una delle più estese, Montimannu offre al visitatore paesaggi mozzafiato, straordinari monumenti naturali, siti di archeologia nuragica ed...
  • Il compendio forestale “Santa Maria” , situato nel comune di Bosa , cartograficamente ricade nei fogli IGM 479 sez. I – II – III - IV. La superficie è di proprietà dell’ Istituto...
  • Una bellissima pineta di pino d’Aleppo e di pino domestico insieme ad una ricca vegetazione spontanea costituiscono la foresta costiera di Bidderosa, la perfetta cornice a cinque...
  • Il cantiere di Monte Pino si trova su un’area montuosa che è la prosecuzione del gruppo montagnoso del Limbara; si affaccia sulla piana di Olbia e offre suggestivi panorami sulle...
  • Descrizione generale L'area forestale è pervenuta in gestione all’ex Ente Foreste della Sardegna (Forestas, dal 2016) dall’ Azienda Foreste Demaniali con concessione trentennale...
  • Dal punto di vista fitoclimatico la zona si inquadra nel Lauretum secondo tipo (a siccità estiva) sottozona calda e media. Il complesso forestale "CEDRINO" è situato nel Comune di...
  • Il Parco urbano confina con l’abitato di Laconi ed è annualmente meta di migliaia di visitatori che giungono in pellegrinaggio religioso: Laconi è il paese natale di Sant’Ignazio.
  • Il cantiere, nato nel 1956, occupa una superficie complessiva di 164 ettari, di cui circa 70 sono ubicati lungo il litorale di Badesi. I restanti 95 ettari, di recentissima...
  • Il cantiere ha una superficie di circa 1848 ettari ed è pervenuto in gestione all'ex A.F.D.R.S. a seguito di convenzione stipulata col Comune di Orgosolo nel 1993
  • Il Perimetro forestale di Allai si estende per 1042 ha sulle pendici nord-occidentali del Monte Grighine; è stato gestito dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste fino al...
  • Il Presidio Forestale Su Padru fa parte del Complesso Meilogu. Ricade interamente nel comune di Thiesi (terreni comunali in concessione).
  • Il Monte Ortobene offre al visitatore un'incredibile varietà di scenari paesaggistici grazie all’alternarsi di torrioni, picchi e pinnacoli, costituiti da rocce molto dure e...