Pratolina spatolata (margheritina)

Bellium bellidioides (foto Alessandra Boi).

Tra i suoi nomi comuni: bellide, belliduccia, margheritina, o pratolina spatolata. 

Cresce tra i pascoli e perfino in ambienti rupestri, tipicamente su terreni freschi almeno in primavera, dalla fascia marina a quella montana, inclusi stagni e piccoli acquitrini temporanei, fra la macchia mediterranea, anche su suoli granitici sabbiosi o poco profondi. Fiorisce tra aprile e luglio.

è una specie endemica presente soltanto in Sardegna, Corsica e Isole Baleari. Cresce nei pascoli e in ambienti rupestri, in genere su suoli freschi almeno in primavera, dal livello del mare alla fascia montana superiore. Si rinviene in Sardegna in stagni temporanei di piccole dimensioni, a mosaico con la macchia mediterranea, su substrati granitici con suoli sabbiosi e poco profondi. Sia il nome generico sia quello specifico si riferiscono alla sua somiglianza con specie del genere Bellis. Forma biologica: emicriptofita rosulata. Periodo di fioritura: aprile-agosto.

Extra:

Endemico di Sardegna, Corsica e Baleari, vegeta nei pascoli, in zone fresche e rocciose - dalla pianura fino alle alte quote

Corologia:
Bacino occidentale del Mediterraneo, dalla Liguria alla Spagna ed Algeria.
Somiglianze e varietà:
Bellium corsicum Simon - Bellium nivale Req. Sia il nome generico sia quello specifico si riferiscono alla sua somiglianza con specie del genere Bellis.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Bellium bellidioides
Nome sardo:
Margheritedda
Flora:
Ordine:
Famiglia:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Tranne dei primi mesi estivi (periodo di massima vegetazione) questa pianta assomiglia a uno spesso strato di muschio: ma verso maggio-giugno si ricopre di fiori con cinque petali...
  • A ppartenente alla famiglia Ranunculaceae , originario dell'Europa, del Caucaso e dell'Asia Minore.
  • Pianta lianosa rampicante, con fusto legnoso, rami giovani erbacei. È considerata una pianta invasiva del bosco, specialmente in associazione con i rovi : dove c'è un po' di luce...
  • Nella tarda primavera le foglioline carnose di questa pianta, colorano di purpureo le fratture rocciose e le piccole rupi granitiche. Presente nativamente solo in Sardegna,...
  • È un arbusto sempreverde , molto ramificato, con foglie sclerofilliche (cioè dure, coriacee, sempreverdi) tipico della macchia mediterranea. Spesso, in condizioni climatiche...
  • Arbusto o alberello le cui dimensioni rimangono contenute entro i 4-5 metri, molto ramificato. La chioma è globosa, irregolare e densa. Tronco sinuoso e corteccia squamosa...
  • Sottospecie endemica della Sardegna, comune ma localizzata nella Nurra (tra Capo Caccia e Torre di Bantine). Arbusto spinoso molto ramificato alto 30-60 cm. I rami sono rigidi,...
  • Pianta aromatica, comune in Sardegna e molto usata in tutta l'area mediterrana, amata ed utilizzata anche in cucina, in farmaceutica e in cosmesi. Il rosmarino è ritenuto anche...
  • Specie dal portamento elegante, gli aghi flessuosi ricadono verso il basso: talmente lunghi da rendere la pianta capace di catturare grandi quantità di umidità dell'aria...
  • Arbusto o piccolo albero alto fino a dieci metri , molto ramificato. Corteccia grigio-rossastra desquamante in linee longitudinali nei rami più vecchi; rami giovani glabri,...
  • Nota anche come " Mimosa a foglie strette ", è una specie invasiva, originaria dell' Australia , introdotta e diffusa in gran parte del mondo: anche con funzioni frangivento nelle...
  • Pianta suffrutticosa, cespugliosa, con radice legnosa, con fusti cilindrici, prostrati o ascendenti e legnosi alla base, alta 40-70 cm.