Pino Nero

nucleo di Pino nero presso la foresta demaniale di Anela

Comunemente chiamato Pino Austriaco, il Pinus nigra è un albero maestoso e sempreverde che ha generalmente tronco dritto e chioma densa piramidale. Può raggiungere i 20-30 metri ma esistono anche esemplari che oltrepassano i 50 metri. La corteccia, di color rosso-marrone-grigia, negli esemplari adulti si presenta con ampie fessure, suddivisa in placche grigie con la parte tra una placca e l'altra di colore nero. Le foglie, aghiformi, sono lunghe 8-20 cm, riunite in mazzetti di due, di colore verde scuro. Sono presenti due strutture riproduttive (una femminile ed una maschile) conosciute come Macrosporofilli e Microsporofilli. I primi sono costituiti da piccoli coni di colore rosato, solitari o a piccoli gruppi mentre i Microsporofilli sono sempre piccoli coni ovoidali e giallastri, sessili ma riuniti in gruppi. Gli strobili riuniti a gruppi di 2-4, sono lunghi 5-15 cm e larghi 2-3 cm, di forma ovale-conica, sono verdi in età giovanile e diventano marrone a maturità (dopo diciotto mesi circa) liberando semi alati di 2-3 centimetri. La divisione interna del Pino Nero prevede quattro sottospecie, ulteriormente suddivise in altre sub-varietà.

Corologia:
Gli areali delle varie entità formano un insieme di zone frammentate che si estende su tutto il Mediterraneo con estremi dall'Asia anteriore al Nord- Africa. In Italia si ipotizzano due correnti migratorie in direzione opposta: sul versante adriatico dell'Appennino si ha una corrente discendente di P. nigricans proveniente dai rifugi balcani (da cui deriva una grande frequenza della specie nelle Marche e in Abruzzo), e sul versante tirrenico troviamo una corrente ascendente verso nord di P. laricio giunto fino alla Pianura Padana
Fenologia:
Fiorisce da maggio a luglio
Habitat:
Specie moderatamente termofila, è capace di sopportare freddi intensi e forti escursioni termiche. Si trova, secondo la latitudine, dalla pianura a 2000 metri di quota, ma di solito predilige un'altezza di 200-1500 metri. Vegeta su diversi suoli e si adatta bene anche a substrati tendenzialmente calcarei e poco fertili; cresce in posizioni soleggiate e mal si adatta alla competizione spazio-luce delle altre essenze. E' una pianta che non sempre sopporta gli ambienti urbani, infatti, in condizioni d'inquinamento ambientale, può presentare un deperimento fisiologico con arrossamenti e necrosi degli aghi presenti nella parte interna della chioma che, progressivamente può portare alla morte della pianta
Forma biologica:
Mesofanerofita (Fanerofita con gemme di rinnovo a 8-30 m dal suolo)
Curiosità:
Per il notevole effetto estetico il Pino nero è una pianta molto diffusa a scopo paesaggistico - ornamentale. E' utilizzata inoltre per rimboschimenti di pendici aride e degradate e di zone montane in fasce comprese fra i 600 e i 1500 metri d'altezza, con la funzione principale di migliorare il terreno grazie alla sua velocità d'accrescimento.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Pinus nigra J.F.Arnold
Nome sardo:
Pinu nieddu, Pinu
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta suffruticosa dal portamento pulvinato , alta meno di un metro, fiorisce tra aprile e settembre. Questa Euforbiacea è una pianta meno diffusa di altre sue omonime, presente...
  • Pianta diffusa nei terreni incolti o ai margini del bosco, alta fino a 50 cm con foglie palmate . Caratteristici i suoi fiori azzurri molto gradevoli, alterni su racemi e frutti...
  • In fase giovanile ha un portamento slanciato ed elegante, nelle piante adulte si osserva una chioma sempre più espansa e maestosa; la specie può raggiungere notevoli dimensioni -...
  • Pianta erbacea perenne alta 30-150 cm, rizomatosa che, come dice il nome, porta fiori femminili e maschili su due piante diverse. Il fusto è eretto a sezione quadrata. Il rizoma...
  • Erbacea perenne, rustica e resistente: la fioritura da marzo a maggio decora i panorami della Sardegna. Considerata infestante dei pascoli, non è molto gradita dagli animali...
  • Arbusto sempreverde fortemente aromatico di circa un metro di altezza; cespuglioso con rami a corteccia biancastra rivestiti di peli stellati. Portamento a pulvino ; corteccia...
  • Pianta arbustiva, alta fino a 1.5 metri con rami lassi e talvolta ricurvi, con robuste spine, densamente pubescenti. Diffusa in tutta la Sardegna, è un arbusto caducifoglio, con...
  • Pianta erbacea biennale con fusto eretto, ispido per la presenza di peli rigidi, ramoso nella parte finale; radice fittonante, carnosa e abbastanza grossa; durante il primo anno...
  • Arbusto alto 1-2 metri, rami inerti, corteccia che si stacca a placche. Foglie piccole (1-1,5 cm.), subrotonde, trilobo, lobato-dentate, con numerose ghiandole subsessili,...
  • Albero che si può sviluppare sino a 30 metri di altezza, con portamento maestoso , molto ramificato, fusto diritto e chioma ampia. Corteccia bianco-grigia o verdastra, liscia...
  • Albero molto longevo che può oltrepassare i 600 anni di età, l’Olmo campestre può raggiungere l’altezza di 30 metri. Molto ramificato, con chioma piramidale o tondeggiante, fitta...
  • Erbacea alta tra 40 e 150 cm. L’ infiorescenza è in cima al fusto, composta da fiori lunghi (3-5 cm) tutti rivolti sullo stesso lato, color porpora con macchie rosso scure e...