Sulla coronaria

fioritura di Sulla, maggio, sulla Giara (foto Alessio Saba)

Pianta erbacea perenne, foraggera appartenente alla famiglia delle leguminose, che cresce spontanea in quasi tutti i paesi del bacino del Mediterraneo. 
Specie spontanea nel bacino Mediterraneo, viene coltivata per le sue ottime proprietà nell'utilizzo per l'alimentazione del bestiame; è anche una pianta mellifera molto gradita dalle api  essendo molto acquosa, ricca di zuccheri solubili e abbondantemente nettarifera.

Le foglie, leggermente ovali o ellittiche, sono imparipennate e composte da 4-6 paia.  La corolla è di un caratteristico colore rosso carminio, ocraceo o violetto.  Il frutto è un legume
 

Extra:

Il miele di sulla è dolce, dal gusto delicato, assai apprezzato anche come alternativa al miele di acacia: come questo, è quasi incolore ed ha un sapore delicato.

In Sardegna ve n'è una discreta produzione nell'area della Giara, ancora insufficiente rispetto alle quantità richieste dal mercato.

 

Habitat:
Pianta originaria del bacino mediterraneo occidentale - dal piano fino alla bassa montagna - nei prati erbosi incolti, ma anche ai margini di strade sterrate e fossi, su terreni per lo più ARGILLOSI sino a 1200 m s.l.m. In Italia la sulla si trova principalmente in Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna. L'Italia è tra i pochi Paesi del mediterraneo dove la sulla viene coltivata su notevoli superfici e inserita negli avvicendamenti colturali: infatti è una leguminosa molto apprezzata sia dal punto di vista agricolo (migliorante del terreno e fertilizzante) che botanico (colonizza terreni argillosi e pesanti grazie al fittone di cui dispone).
Etimologia:
Il termine Hedysarum farebbe riferimento al sapore dolciastro oppure al profumo zuccherino, mentre "coronarius" è riferito al fiore (coronato, ossia con fiori "a corona"). Il nome comune (Sulla) potrebbe derivare dal termine castigliano zulla usato per indicare la pianta in Spagna.
Curiosità:
In erboristeria la sulla viene usata in preparati astringenti e come ipocolesterolemizzante. In cucina si trovano notizie dell'uso di foglie e fiori per insalate crude miste, per preparare frittate e zuppe varie.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Hedysarum coronarium L.
Nome sardo:
Sudda, Assudda, Asudda
Flora:
Ordine:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta arbustiva con portamento lianoso, rampicante; fusto flessibile e delicato, ma cosparso di spine acutissime . Cresce spontanea nei boschi e nelle macchie , essenzialmente...
  • Arbusto o alberello di 5-7 metri. Corteccia grossolana, grigiastra. Rami giovani grigio-tomentosi con peli corti. Gemme rossastre, glabre o pelosette. Foglie oblungo-ellittiche...
  • Pianta erbacea perenne con base ingrossata a simulare un piccolo e tozzo tronco, alta fino a 3 metri. Il rizoma è grosso, eretto, molto ramificato, robusto di colore brunastro. Le...
  • Sull'Isola dell'Asinara è presente a Elighe Mannu e Cala Dei Ponzesi.
  • Piccola pianta erbacea, alta fino a 50 cm, con fusto robusto e foglioso sino all’infiorescenza. Ogni pianta possiede non più di 3-5 foglie con caratteristiche nervature parallele...
  • Albero o arbusto di 2-5 metri con corteccia liscia color bruno-rossastra con vistose cicatrici trasversali, normalmente ramificato fin dalla base. Le foglie sono color verde-...
  • Pianta erbacea officinale , perenne alta 15-45 cm., glabra o lievemente pubescente, con radice legnosa ed ingrossata, non presenta fusto. Foglie disposte a rosetta, , semplici,...
  • Pianta cespugliosa di 1-3 metri di altezza. Rami bruno-rossastri tendenti al grigio dopo il terzo anno di vita. Foglie con picciolo di 8-10 mm, alterne, decidue, dentate, di forma...
  • Albero a foglie caduche alto fino a 20 m . a chioma globulosa espansa. Tronco eretto e corona ampia,con corteccia fessurata, bruna, nerastra. Rami lunghi ascendenti e divaricati...
  • Piccolo albero (alto fino a 10 metri) o arbusto, poco longevo. Il caratteristico ed intenso profumo delle foglie e dei frutti lo ha reso, nel tempo, anche un simbolo di "gloria"...
  • Suffrutice pulvinoso, molto ramificato alla base, con fusti legnosi sub-eretti o striscianti. Emana una forte profumazione aromatica, molto apprezzata, così come il miele...
  • Arbusto prostrato con corteccia bruno-rossastra, rami contorti e intricati. Rami giovani glabri e angolosi. Foglie aghiformi lunghe 8-14 mm., rigide, mucronate, pungenti con una...