Ombelico di Venere

Muschio su muretto a secco, con Ombelico di Venere (foto B.Manunza Sardegna Digital Library)

Noto anche come Erba scodellina, è una pianta fiorita, carnosa, perenne e commestibile della famiglia delle Crassulaceae.

La pianta si trova nel sud e nell'ovest d'Europa, spesso su pareti in ombra o in fessure umide della roccia.

Nel bosco non di rado è possibile trovarla in associazione nel muschio.

Ha fiori campanulati, inclinati o pendenti di colore giallo-verdastro, talvolta sfumati di rosa.

Frutti verdi che maturano in estate, contenenti piccolissimi semi.

Extra:

Viene utilizzato in medicina omeopatica, al suo succo vengono attribuite numerose proprietà terapeutiche, nessuna delle quali ha un rigoroso fondamento scientifico, ma per curiosità le elenchiamo di seguito: anti-infiammatorio per lo stomaco, il fegato o i brufoli della pelle; diuretico ed attivo contro i calcoli renali e contro la gotta e la sciatica, emostatico nelle ferite. Che altro chiedere a quest'erba ?

 

Habitat:
Cresce e riesce a vegetare senza patemi su rocce (anche verticali) e muretti a secco, purchè umidi o più in generale in luoghi freschi e ombrosi, meglio suoli silicei, fino a 1200 m di altitudine sul livello del mare.
Etimologia:
Il nome scientifico Umbilicus deriva dalla forma tondeggiante delle foglie, che hanno una depressione al centro.
Somiglianze e varietà:
Umbilicus pendulinus
Curiosità:
La pianta viene talvolta impiegata per alleviare il dolore su graffi della cute applicando la foglia sulla pelle dopo aver rimosso la cuticola superficiale.
Tags:
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Umbilicus rupestris
Nome sardo:
Biddiu 'e Venere, Càlixi de muru, Calighe de muru, Calicciu de muru, Cappeddemuru, Arecci di fraddi
Flora:
Divisione:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Arbusto suffruticoso sempreverde di 1-3 m, rampicante , con internodi provvisti di pochi aculei robusti e lievemente adunchi. Foglie composte, con 3-7 foglioline lanceolato-...
  • Pianta alta 5-25 cm. Foglie inferiori a rosetta, ovato-lanceolate con apice ottuso, le superiori avvolgenti. Fusto angoloso superiormente; infiorescenza lassa, composta da 2-8...
  • Lo zafferano minore (o Croco ) è una specie endemica di Sardegna e Corsica, assai affine allo Zafferano vero ( Crocus sativus L.) pianta di origine asiatica che trova ampio...
  • È una specie di rosa spontanea, arbusto latifoglie e caducifoglie, spinoso e alto tra uno e tre metri. Molto presente in siepi o cespugli ai margini del bosco . Talvolta viene...
  • Frutice lianoso sempreverde, prostrato-diffuso (strisciante sul terreno) o sormentoso-rampicante (su alberi, muri e rocce, raggiungente anche i 15 m. di lunghezza ) mediante...
  • Albero a foglie caduche alto fino a 20 m . a chioma globulosa espansa. Tronco eretto e corona ampia,con corteccia fessurata, bruna, nerastra. Rami lunghi ascendenti e divaricati...
  • Pianta alta 20-70 cm., con fuso eretto, cilindrico, pubescente. Foglie abbraccianti, acuminate, nervute ed inserite a spirale, a volte sfumate di porpora sulla faccia inferiore...
  • Fiore delicato ma insuperabile per profumo, colore e contrasto con il verde del paesaggio boschivo che lo circonda. Fiorisce, tra marzo e aprile, splendida anteprima di Primavera...
  • Pianta erbacea perenne alta dai 20 ai 60 cm. Il fusto è eretto, slanciato,nudo e glabro con una certa pubescenza in alto. È provvisto di due foglie , sub-opposte, ovate, ottuse...
  • Pianta lianosa rampicante, con fusto legnoso, rami giovani erbacei. È considerata una pianta invasiva del bosco, specialmente in associazione con i rovi : dove c'è un po' di luce...
  • Erbacea perenne, rustica e resistente: la fioritura da marzo a maggio decora i panorami della Sardegna. Considerata infestante dei pascoli, non è molto gradita dagli animali...
  • Pianta suffrutticosa, cespugliosa, con radice legnosa, con fusti cilindrici, prostrati o ascendenti e legnosi alla base, alta 40-70 cm.