Aquila minore

Aquila minore ferita, ricoverata nel Centro Fauna di Bonassai

Piccola aquila di dimensioni simili a quelle della Poiana, ma con ali più lunghe e più strette.
Il volo attivo è caratterizzato da 4-5 battiti rapidi, elastici e profondi.

 

Origine zoogeografica:
Eurocentroasiatico-mediterranea.
Areale di distribuzione:
Si riproduce nell’Africa settentrionale, nell’Europa Occidentale (penisola Iberica) ed Orientale. Nell’Europa Centrale, seppur con un areale molto frammentato, è presente solo in Francia. In Italia fino agli anni ’70 la sua presenza durante la migrazione era considerata rara ed occasionale, negli ultimi anni si è assistito ad un aumento del numero delle osservazioni.
Identificazione:
La coda è lunga e squadrata. Testa e collo non particolarmente sporgenti. Femmina leggermente più grande del maschio. Apertura alare di 110-130 cm. Sessi simili. Due fasi di piumaggio: una chiara ed una scura. Durante la fase chiara il piumaggio mostra una colorazione nelle parti superiori bruno-scure con un’ampia fascia chiara sulle copritrici alari, in contrasto con le remiganti secondarie nere. Dorso e groppone marron scuro. Coda scura con copritrici superiori biancastre. Inferiormente colorazione bianca con leggere striature scure sull’alto petto e basso collo, macchia scura all’altezza dell’occhio. Le remiganti sono nere fatto salvo le primarie più interne che risultano leggermente più chiare. Coda bianco-grigiastra con parte terminale più scura. Nella fase scura la colorazione superiormente è simile a quella degli individui in fase chiara con le zone pallide leggermente più brune. Le parti inferiori appaiono invece uniformemente scure con corpo e copritrici alari bruno-marron e remiganti nerastre come nella fase chiara. La coda è grigio scuro. Iride giallo scura o rosso bruna, becco grigio con cera gialla. Zampe gialle, tarsi calzati. I giovani sono simili all’adulto.
Habitat:
Frequente aree boscate alternate a macchia ed ambienti aperti. Si nutre di uccelli di piccole e medie dimensioni, piccoli mammiferi, rettili, occasionalmente insetti.
Fattori di minaccia:
Distruzione e alterazione dell’habitat.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna All.II; DIR. CEE 409/79, All. I; L.R. 23/98.
Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

  • Un falconide di taglia media, nidificante nel bacino del Mediterraneo. In Sardegna sono presenti due delle colonie più importanti di questa specie. Si tratta di un migratore:...
    Il Falco della Regina (Falco eleonorae) è un falco di taglia media, dotato di un'apertura alare che va dai 110 ai 130 cm...
  • Il Corebo delle querce è un coleottero fitofago appartenente alla famiglia dei Buprestidi che nella forma adulta si presenta verde dorato brillante e con riflessi bluastri e...
    Il Corebo delle querce è un coleottero fitofago appartenente alla famiglia dei Buprestidi che nella forma adulta si presenta verde dorato brillante e con riflessi bluastri e...
  • Le dimensioni testa-tronco sono di circa 42-58 mm, con apertura alare di 29-32 cm. Si tratta di una specie relativamente grande, di colore grigio bruno nella parte dorsale ed il...
  • Specie molto sospettosa presenta la parte superiore ed il vertice color sabbia mentre la parte inferiore è bianca. La faccia è grigia tendente al blu. In livrea nuziale il maschio...
  • Il Merlo è un uccello abbastanza noto, con i suoi 25 cm di lunghezza, peso gr 80-100 e un’apertura alare di 30-40 cm. Il piumaggio del maschio è nero lucente con becco e rima...
  • Negli anni successivi al 1950 la specie ha subito una drastica riduzione ed alla fine degli anni ’60 nel Supramonte di Orgosolo si è avuta l’ultima nidificazione accertata . Da...
    Rapace di grandi dimensioni con testa piccola ma sporgente. Maschi e femmine simili. A distanza appare evidente il contrasto fra la testa chiara e la restante parte superiore...
  • La trota mediterranea nativa ( Salmo macrostigma o Salmo cettii ) è un salmonide endemico dell’area mediterranea; si trova in uno stato di conservazione sfavorevole, tendente al...
    Appare molto simile alla trota fario, rispetto alla quale le principali differenze sono: macchie ovali scure sui fianchi, piuttosto indistinte, simili a quelle che altri salmonidi...
  • Le lunghe antenne sono il tratto distintivo di questo splendido insetto: nodose e segmentate, superano la lunghezza del corpo (nel maschio) o la eguagliano (nelle femmine).
    L’adulto, lungo fino a 7 centimetri, ha un corpo slanciato di colore nero. Le antenne nodose e filiformi sono rivolte all'indietro e molto lunghe, fino a 11 centimetri nel...
  • È una piccola farfalla con un’apertura alare di circa 30-35 millimetri, dalle ali color grigio-azzurre con un bordo scuro e delle macchie chiare sulle frange. Il rovescio delle...
  • Gli autori del secolo scorso lo descrivono come comune e sedentario , ed in effetti - prima che le foreste della Sardegna fossero abbattute - il numero delle coppie di Avvoltoio...
    Apertura alare 250-295 cm. Il maschio è di norma leggermente più piccolo della femmina. Ali larghe e rettangolari. In proporzione la coda leggermente cuneata, appare corta. Testa...
  • Altissima concentrazione di biodiversità in Sardegna, con almeno 5 specie endemiche rilevate: i geotritoni sardi sono, insieme all’euprotto, le uniche specie di vertebrati...
    Anfibi urodeli (cioè dotati di coda) di piccole dimensioni, raggiungono al massimo i 15 cm. Hanno la coda lunga e compressa lateralmente. Testa piuttosto grossa e leggermente...