Folaga

Folaga
Origine zoogeografica:
Paleartico-orientale
Areale di distribuzione:
Distribuita in Europa ed Asia ad eccezione delle zone settentrionali, Nord Africa, Australia, Nuova Zelanda. Presente in Italia come sedentaria o migratrice parziale. In Sardegna la specie è migratrice parziale e cresce di numero durante il periodo invernale. Nidificante su tutte le zone umide costiere.
Identificazione:
Le dimensioni degli adulti raggiungono i 37 cm, con un peso di 450-750 g. Uccello di medie dimensioni dal becco compresso e appuntito e zampe molto lunghe per muoversi con agilità tra la vegetazione. Coda breve e rotonda. Il piumaggio in entrambi i sessi è grigio scuro – nerastro, con un’evidente placca frontale e becco bianco candido. Le zampe sono verdastre con dita lobate. I piccoli si riconoscono per la colorazione rossastra della testa, mentre i giovani presentano una colorazione bruno – grigio con la gola ed il petto biancastri. Facilmente distinguibile in volo per il colore bianco del becco e della placca frontale, in netto contrasto con la livrea scura. In volo le zampe sporgono vistosamente dalla coda. Possiede un volo lento e pesante.
Habitat:
Di indole timida e prudente, vive nelle zone umide, lungo i fiumi e nei laghi, purché provvisti di una fitta e rigogliosa vegetazione. Specie gregaria, è facile vederla con altre specie soprattutto durante la stagione invernale, eccetto che durante la stagione riproduttiva. Si nutre di sostanze vegetali strappate dal fondo, ma anche di molluschi, insetti, uova di pesci e crostacei; occasionalmente anche uova e nidiacei di uccelli. Ottima nuotatrice, si tuffa facilmente alla ricerca di cibo ed è in grado di rimanere sott’acqua per circa un minuto.
Riproduzione:
Nidifica tra le canne e la vegetazione acquatica. L’epoca degli amori inizia in marzo. La coppia costruisce il nido tra la vegetazione di riva, costituito da un ammasso compatto di vegetazione. Nel voluminoso nido la femmina depone dalle 6 alle 9 uova, covate da entrambi i sessi per circa 22-24 giorni. I pulcini sono in grado di lasciare il nido dopo 3-4 giorni dalla nascita e vi fanno ritorno al tramonto.
Status di conservazione:
Specie il cui status non è sufficientemente conosciuto.
Fattori di minaccia:
Bonifica degli ambienti umidi, inquinamento delle acque, caccia incontrollata.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna (legge 503/1981, allegato III); Dir. CEE 79/409 All. I.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Fulica atra
Nome sardo:
Puìga, pùlica, pùliga
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Il corpo è lungo 17-24 millimetri e ha una colorazione giallastra con delle macchie longitudinali scure sulle elitre. Le zampe sono relativamente lunghe e sottili, gli occhi sono...
  • Roditore di piccole dimensioni, corporatura snella e coda molto lunga e lanosa. È ricoperto da una folta pelliccia bruna-grigiastra . Rappresenta la varietà sardo-corsa del ghiro...
    La pelliccia è formata da uno strato uniforme di colore grigio argenteo sul dorso mentre la parte ventrale è bianco giallastra. Le orecchie non sono molto grandi, gli occhi sono...
  • La specie si riconosce per il caratteristico colore bianco con le remiganti nere, le zampe lunghe e rosse, il becco lungo e rosso arancio ed infine per la forma slanciata del...
  • <body/>
    Come il Rinolofo di Mehely, la specie ha dimensioni piuttosto grandi che lo distinguono dagli altri rinolofidi. La colorazione è bruno scuro nella parte superiore mentre il...
  • Piccolo e tarchiato, colorazione più chiara superiormente, zampe e becco nerastri, presenza di macchie scure ai lati superiori del petto. Complessivamente il piumaggio ha una...
  • Abile saltatore, ha doti di gran scalatore e veloce corridore (circa 60 Km/h ): il Muflone è sicuramente tra gli animali più rappresentativi dell’Isola, perlomeno per gli ambienti...
    Ha un’aspetto compatto e robusto, con tronco e arti muscolosi, occhi grandi e orecchie brevi, piuttosto simile ad una pecora domestica ma con forme più slanciate,...
  • Apertura alare 55-70 cm. Specie caratterizzata da coda lunga ed ali ampie e arrotondate. Dimorfismo tra i due sessi. La femmina è circa 1/3 più grande del maschio. Il maschio è...
  • La forma del corpo è quella di una mosca di circa 10 millimetri, ma l’addome arancione con bande nere strette lo fa somigliare ad un insetto pericoloso come la Vespa. I maschi...
  • Le abitudini coprofaghe del capovaccaio gli hanno attribuito i nomignoli spagnoli di churretero e moñiguero , vale a dire " mangiatore di sterco "...
  • Sessi simili. La coda si presenta con una banda scura all’apice e due bande di identico colore alla base. Grande variabilità nella colorazione del piumaggio, ma generalmente si...
  • È una piccola farfalla, con un’apertura alare di 22-30 millimetri. Le ali anteriori sono arancioni, con macchie brune, mentre quelle posteriori sono scure con una fascia arancione...