Su Lau

L'U.G.B. Su Lau deriva dai cantieri dell’ex ispettorato forestale di Nuoro ed è posizionata sul versante centro-occidentale della Sardegna. L’unità gestionale, che ricade su una piattaforma carbonatica nel territorio del Comune di Laconi, è caratterizzata da una piccola area demaniale, in località Carradore, della superficie di ha 56.00.00; la restante parte è costituita da terreni privati, gestiti in regime di occupazione temporanea.

Il territorio di Su Lau vanta un notevole interesse paesaggistico e culturale ed offre numerosi punti panoramici sull'intera zona come il punto in località Gurduxionis. Da ricordare i numerosi pinnetos presenti nel territorio e la chiesa bizantina di Santa Sofia nelle cui vicinanze si trova la suggestiva sorgente d'acqua in località Bau Onu. Sul territorio sono presenti molte specie endemiche botaniche e faunistiche come il cavallo del Sarcidano ed il cervo sardo. Tutti i terreni di quest'area sono stati interessati, a partire dai primi anni '50 e sino agli inizi degli anni '90, da rimboschimenti con conifere mediterranee, al fine di garantire la protezione dei versanti dai fenomeni di dissesto idrogeologico.

 

Inquadramento geografico:
Provincia: Oristano Comune: Laconi Tel. 0782 867064 Fax: 0782 869343
Come si raggiunge:
Raggiunta Laconi, si percorre la S.S. 128 (direttrice Nurallao-Laconi-Meana Sardo) che attraversa il centro abitato; quindi si prosegue per circa 800 metri dall'uscita del paese, in direzione Meana Sardo. Al km. 68 della statale predetta si trova l'incrocio con la S.P.52 bis: percorrerla per circa 1 km in direzione Santa Sofia; si attraversa il passaggio a livello della stazione ferroviaria, dove fa spesso sosta il famoso trenino verde, e si prosegue per circa un centinaio di metri sino a giungere al primo ingresso del corpo costituito dai terreni privati in occupazione temporanea. Volendo, si può ulteriormente proseguire lungo la strada provinciale predetta per circa 2 Km e svoltare verso la borgata Su Lau; superato, dopo qualche km, un altro passaggio a livello sulla linea ferroviaria, si giunge all’area demaniale in località Carradore.
Condividi:
Scheda
Tipologia:
Servizio di appartenenza:
Complesso forestale di afferenza:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • L’isola, interamente compresa nel Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, area protetta marina e terrestre di interesse nazionale e comunitario, afferisce per la gestione...
  • Un compendio di inestimabile valore naturalistico, storico e culturale. Racchiude nel proprio ambito imponenti boschi di leccio, giacimenti di estrazione, officine litiche e siti...
  • La foresta di Montes ospita una lecceta d'alto fusto plurisecolare unica nel bacino del Mediterraneo per estensione, fisionomia, caratteristiche ecologiche e paesaggistiche.
  • Una foresta molto interessante dal punto di vista ambientale, con una flora ricca di specie rare ed endemismi floristici che mostra al visitatore un paesaggio molto suggestivo.
  • Il cantiere Coghinas presenta una formazione forestale di elevato interesse naturalistico rappresentata da macchia evoluta, a prevalenza di corbezzolo e da lecci.
  • Una delle foreste storiche della Sardegna, acquisita del demanio fin dal 1914. Meta di visitatori per via delle sue bellezze naturali e di sentieri che conducono a luoghi di...
  • Il Monte Arrubiu-Casargius ed il Monte Genis si sviluppano tutti lungo l'asse Ovest-Est del perimetro forestale. La quota più elevata è Monte Genis con una altitudine di 979 mt s...
  • La foresta di Silana si trova in località Sa Portiscra , tra la Gola di Gorropu e la Codula di Luna nel Comune di Urzulei . Si estende per 3.800 ettari di cui 3.700 sono di...
  • Sa Mela è un cantiere forestale gestito separatamente dagli altri terreni in comune di Lodè , e va a costituire un corpo indipendente di estensione complessiva di circa 1694...
  • Monte Olia, una delle foreste storiche di proprietà dell’Ente Foreste della Sardegna, si estende tra i comuni di Monti e Berchidda ed è composta da boschi di Leccio, Sughere e...
  • Si tratta di una superficie in occupazione temporanea di competenza sino al 2000 dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste e dal 2001 dall’Ente Foreste della Sardegna. La...