Sorbo montano

Sorbus aria (Sorbo montano, Wikimedia foto di Julie Anne Workman - CC BY-SA 3.0).jpg

Albero o piccolo alberello caducifoglio alto fino a 12 metri con corteccia grigiastra e ruvida negli esemplari adulti; rami giovani pubescenti, poi glabri, bruno-rossicci. Foglie alterne, picciolate, semplici, spesso coriacee, con lamina ovale, oblunga o largamente ellittica. con apice affusolato e margine irregolarmente seghettato. Pagina superiore color verde-scuro. inferiore color argenteo. Nervature secondarie evidenti in 6-10 paia. Fiori ermafroditi, infiorescenze a corimbi eretti di 5-8cm con fiori bianchi; peduncoli fioriferi lanoso-tomentosi. Pomi ovoidali di 1,5cm, rosso aranciati o scarlatto a polpa gialla, con residui del calice all’apice.

Corologia:
Spontaneo in Europa, colonizza soprattutto le regioni occidentali e meridionali. E’ diffuso anche in Africa nord-occidentale. In Italia manca sui rilievi più elevati, nella Pad. e nella fascia mediterranea sempreverde. Tipo Corologico: Paleo-temp.
Fenologia:
Fiorisce in aprile- maggio e fruttifica in settembre.
Habitat:
Il Farinaccio, o Sorbo montano, vive nei boschi collinari o montani, soprattutto di latifoglie, nelle radure, nei detriti e nei rocciai fino a 1600 m di altitudine. Predilige i terreni calcarei, ma si adatta ad ogni tipo di substrato. Specie eliofila moderatamente termofila, abbastanza rustica e poco esigente. In Sardegna è localizzato solo nel complesso del Gennargentu.
Forma biologica:
Micro o mesofanerofita.
Curiosità:
Specie ad accrescimento molto lento, oggi è utilizzata prevalentemente come essenza ornamentale per il verde urbano o per colonizzare aree marginali. Si riproduce sia per seme che per talea o polloni. Il legno è duro, forte, omogeneo, pesante, ma ha impieghi limitati anche per le modeste dimensioni del fusto. In passato i frutti venivano utilizzati in tempi di carestia mescolati nel pane. La corteccia e i rami giovani possiedono proprietà coloranti.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Sorbus aria
Nome sardo:
Lazzarolu de monte
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta erbacea perenne alta fino a 30 cm,con infiorescenza a spiga rada
  • Pianta arbustiva, caducifoglia in estate alta fino a due metri, molto ramificata, con rami rigidi ed intricati, terminanti con una acuminata spina, leggermente pubescenti da...
  • Pianta alta 15-60 cm. Fusto eretto, spesso arrossato alla base, tormentoso soprattutto nella parte superiore e foglioso sino all’infiorescenza. Foglie abbraccianti, oblungo-...
  • Arbusto o alberello di modeste dimensioni (3-6 m.) con portamento cespuglioso eretto, con chioma piuttosto irregolare e lassa, rami eretti, talvolta penduli. Corteccia grigio-...
  • Pianta erbacea perenne alta 15-80 cm, con bulbo di 2,4 cm di diametro. Il fusto eretto, cilindrico, termina con infiorescenza. Le foglie in numero di 2-4 nascono dal bulbo,...
  • Arbusto caducifoglio alto 0,5-4 metri, con chioma assai rada ed irregolare, ramosissimo, molto spinoso. Rami e fusti color bruno-grigiastro più o meno scuri. Foglie
  • In fase giovanile ha un portamento slanciato ed elegante, nelle piante adulte si osserva una chioma sempre più espansa e maestosa; la specie può raggiungere notevoli dimensioni -...
  • Nota anche con i nomi di “lingua di cane”, “erba vellutina”, “cinoglosso” e “zerumola”, la Cinoglossa è una pianta spontanea biennale, con fusto peloso di colore verde chiaro ,...
  • Pianta erbacea perenne con base ingrossata a simulare un piccolo e tozzo tronco, alta fino a 3 metri. Il rizoma è grosso, eretto, molto ramificato, robusto di colore brunastro. Le...
  • Piccolo albero di 5-7 metri in prevalenza arbusto a corteccia rossastra e foglie persistenti; rami giovani pubescenti ; chioma densa e compatta. Foglie sempreverdi, coriacee, di...
  • Albero sempreverde che può raggiungere i 15-30 m di altezza. Le foglie sono pendule, coriacee e aromatiche e presentano una particolarità sono eterofille (le foglie giovani sono...
  • Lo zafferano minore (o Croco ) è una specie endemica di Sardegna e Corsica, assai affine allo Zafferano vero ( Crocus sativus L.) pianta di origine asiatica che trova ampio...