Sorbo montano

Sorbus aria (Sorbo montano, Wikimedia foto di Julie Anne Workman - CC BY-SA 3.0).jpg

Albero o piccolo alberello caducifoglio alto fino a 12 metri con corteccia grigiastra e ruvida negli esemplari adulti; rami giovani pubescenti, poi glabri, bruno-rossicci. Foglie alterne, picciolate, semplici, spesso coriacee, con lamina ovale, oblunga o largamente ellittica. con apice affusolato e margine irregolarmente seghettato. Pagina superiore color verde-scuro. inferiore color argenteo. Nervature secondarie evidenti in 6-10 paia. Fiori ermafroditi, infiorescenze a corimbi eretti di 5-8cm con fiori bianchi; peduncoli fioriferi lanoso-tomentosi. Pomi ovoidali di 1,5cm, rosso aranciati o scarlatto a polpa gialla, con residui del calice all’apice.

Corologia:
Spontaneo in Europa, colonizza soprattutto le regioni occidentali e meridionali. E’ diffuso anche in Africa nord-occidentale. In Italia manca sui rilievi più elevati, nella Pad. e nella fascia mediterranea sempreverde. Tipo Corologico: Paleo-temp.
Fenologia:
Fiorisce in aprile- maggio e fruttifica in settembre.
Habitat:
Il Farinaccio, o Sorbo montano, vive nei boschi collinari o montani, soprattutto di latifoglie, nelle radure, nei detriti e nei rocciai fino a 1600 m di altitudine. Predilige i terreni calcarei, ma si adatta ad ogni tipo di substrato. Specie eliofila moderatamente termofila, abbastanza rustica e poco esigente. In Sardegna è localizzato solo nel complesso del Gennargentu.
Forma biologica:
Micro o mesofanerofita.
Curiosità:
Specie ad accrescimento molto lento, oggi è utilizzata prevalentemente come essenza ornamentale per il verde urbano o per colonizzare aree marginali. Si riproduce sia per seme che per talea o polloni. Il legno è duro, forte, omogeneo, pesante, ma ha impieghi limitati anche per le modeste dimensioni del fusto. In passato i frutti venivano utilizzati in tempi di carestia mescolati nel pane. La corteccia e i rami giovani possiedono proprietà coloranti.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Sorbus aria
Nome sardo:
Lazzarolu de monte
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta slanciata, alta 15-20 cm ., di colore verde, con fusto cilindrico , eretto, gracile. Le foglie sono due, alterne, ben distanziate tra loro, cuoriformi e appuntite; la...
  • Piccola pianta erbacea, alta fino a 50 cm, con fusto robusto e foglioso sino all’infiorescenza. Ogni pianta possiede non più di 3-5 foglie con caratteristiche nervature parallele...
  • Pianta erbacea biennale con fusto eretto, ispido per la presenza di peli rigidi, ramoso nella parte finale; radice fittonante, carnosa e abbastanza grossa; durante il primo anno...
  • Pianta vigorosa e appariscente, alta 20-70 cm. Fusto grosso, eretto, cilindrico, glabro e lucido. Foglie lineari-carenate, con apice acutissimo divergente, di colore verde chiaro...
  • Noto anche come Erba di S.Giovanni (o cacciadiavoli ) è un piccolo arbusto cespuglioso, piuttosto legnoso alla base, biennale o perenne...
  • Sull'Isola dell'Asinara è presente a Elighe Mannu e Cala Dei Ponzesi.
  • Albero o arbusto longevo di media altezza, dai rami giovani induriti e spinescenti. Tronco contorto e corteccia grigio chiara più o meno liscia. Chioma espansa. Foglie coriacee a...
  • Noto anche come Cisto biancastro , è un arbusto perenne legnoso alto fino a 1 m. Fusti densamente lanosi e dal colore bianco-grigiastro all’apice, legnosi e dotati di corteccia...
  • Pianta di 10-20 metri con chioma folta ombrelliforme con corteccia grigia normalmente fessurata a reticolo; rami giovani lisci color grigio-verdastro. Foglie imparipennate...
  • Arbusto alto 1-2 metri, rami inerti, corteccia che si stacca a placche. Foglie piccole (1-1,5 cm.), subrotonde, trilobo, lobato-dentate, con numerose ghiandole subsessili,...
  • Arbusto molto ramificato alto 1-3 metri di altezza, sempreverde, di forma da rotondeggiante-espansa a piramidale, irregolare. I rami sono disposti in modo opposto, la scorza è di...
  • Erbacea perenne, rustica e resistente: la fioritura da marzo a maggio decora i panorami della Sardegna. Considerata infestante dei pascoli, non è molto gradita dagli animali...