Foliage: le foglie degli alberi nei colori autunnali

01 Novembre 2020
foliage accanto a una strada, presso Gairo Taquisara (C.Mascia)

La caduta del fogliame

Innegabilmente l'autunno porta con sé un fascino speciale, fatto di colori e di contrasti, dal verde al giallo attraverso le varie gradazioni del rosso (in verità abbastanza raro in Sardegna, ad eccezione forse dell'Acero minore) per la caduta delle foglie tipica della stagione. Anche nei boschi della Sardegna questo è ben visibile, per le numerose piante caducifoglie (tra le altre: roverella, castagno, nocciolo, acero minore, carpino nero, ontano, sorbo montano, orniello etc...). 

Il fenomeno naturale diventa moda

Ultimamente il foliage sta diventando una vera attrazione turistica: tantissime persone fanno propria una tendenza (o "moda") con diversi benefici. 
Passeggiare nel bosco o tra gli alberi in autunno, per ammirare lo spettacolo di sfumature autunnali creato dai tappeti di foglie caduche, ha sicuri risvolti positivi per la salute
Stare a stretto contatto con la Natura fa bene alla mente, al corpo e allo spirito: respirare all’aria aperta, calarsi nella tranquillità colorata e profumata di una foresta o lungo un viale alberato è un toccasana contro lo stress.

Il Foliage: un termine straniero, per la riscoperta del nostro paesaggio autunnale

Come spesso accade, non ci sarebbe bisogno di ricorrere a termini inglesi, ma la parola foliage sembra un irrinunciabile "compressore semantico" per descrivere i colori autunnali che assumono le foglie delle piante decidue nella stagione che gli alberi utilizzano per prepararsi ai rigori dell'inverno.  Foliage è un anglicismo (legato al francesismo "feuillage") che letteralmente significa "fogliame" ma che nella sua accezione legata al fenomeno turistico richiama il "fall foliage" (appunto il fogliame autunnale) e quindi anche il paesaggio autunnale, il fascino delle foglie caduche e la simbolica transizione delle stagioni, che si materializza nelle piante che mutano dal verde primaverile ed estivo alle tinte gialle autunnali che precedono lo spoglio inverno.

Perchè gli alberi perdono le foglie, e come avviene il cambio del colore

Innanzitutto è utile ricordare che non tutti gli alberi perdono le foglie nella stagione autunnale, e non tutti presentano lo stesso foliage.

Caducifoglie vs. sempreverdi

Il cambio di colore autunnale è tipico delle piante caducifoglie (caratteristica diffusa soprattutto nelle latifoglie, alberi o arbusti con foglie ampie e forma varia) mentre ce ne sono altre (sempreverdi) che mantengono le foglie anche nella stagione fredda. Con l'arrivo dell'autunno l'irraggiamento solare perde di intensità, le temperature calano e le piante caducifoglie entrano fisiologicamente in una sorta di "modalità a basso consumo", riducendo l'idratazione verso le foglie che sono state ampiamente sfruttate in primavera ed estate. Avviene così che diventano meno vitali i cloroplasti (organuli cellulari vegetali che contengono la verde clorofilla e che svolgono la fotosintesi permettendo alla pianta di assorbire energia per produrre sostentamento sfruttando i raggi solari, l'acqua e l'anidride carbonica). Dopo mesi di intenso funzionamento queste cellule perdono la verde colorazione "clorofilliana" e lasciano maggiore visibilità ad altre sostanze, tra cui i carotenoidi, che danno alle foglie il caratteristico colore "caldo".   Insomma: con l'autunno le foglie - importantissima centrale energetica delle piante - diventano un peso - e persa la loro funzione la pianta se ne disfa (accumulando su di esse le scorie, e spostando le sostanze ancora utili nelle parti perenni, rami e gemme) prima che il freddo faccia ghiacciare e compunque comprometta i terminali dei rami.

Due diverse strategie

Questa dunque la strategia delle caducifoglie: eliminare il superfluo, ridurre le superfici vitali, per sopravvive nella stagione fredda e ripartire in primavera.  Le piante sempre-verdi invece hanno trovato altri stratagemmi per sopravvivere alla stagione fredda: foglie più piccole e ricoperte di sostanze più resistenti al gelo, e continuità nel ciclo clorofilliano, che invece si interrompe per le caducifoglie. Il ricambio delle foglie, per le sempreverdi, è continuo ma meno accentuato, in tutte le stagioni, e di fatto la chioma è sempre color clorofilla.

Paesaggio e rappresentazione dei cicli naturali

La Natura, con i suoi segni, ci rende parte dei cicli naturali:  la successione delle stagioni sono tra questi.  Quale che sia la parola o la descrizione che ne diamo (foliage?) e l'apprezzamento che suscita in noi (persino un fenomeno "turistico" e veri e propri viaggi per ammirarlo) questo momento della stagione è sicuramente una caratteristica dei nostri boschi, del nostro splendido paesaggio naturale, che val la pena scoprire, capire, conoscere.   

Condividi:

Notizie ed eventi

12 Aprile 2024

Disponibile il programma. L’evento si terrà a Roma il 12 Aprile 2024. Si potrà seguire anche in streaming sul web. Pubblicata la proposta di CARTA DEI PRINCIPI per la gestione dei Demani Forestali...

14 Febbraio 2024

Si informano gli interessati che a causa di un problema tecnico alla centrale telefonica non è possibile contattare telefonicamente gli uffici della sede del Servizio di Sassari .

Il Servizio si sta...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...

10 Aprile 2024

ANARF nel proprio sito ha reso pubblica la (proposta di) Carta dei Principi per la gestione sostenibile delle Foreste Demaniali che verrà discussa nel convegno del 12 Aprile 2024 organizzato a Roma in...

30 Marzo 2024

Altri 21 grifoni sono sbarcati nei giorni scorsi a Porto Torres provenienti dalla Spagna per diventare protagonisti del progetto LIFE Safe for Vultures , che mira ad assicurare la presenza e il benessere a lungo termine della...

28 Marzo 2024

Nella Strategia forestale dell’UE per il 2030 , la gestione forestale come un insieme di pratiche orientate a foreste multifunzionali - sia di conservazione della biodiversità e degli stock di carbonio , sia di...

28 Marzo 2024

Si svolgerà in Sardegna, tra Seneghe , Nuoro , Orgosolo e Bono - presumibilmente nel mese di maggio 2025 - con focus sulla gestione selvicolturale dei boschi a prevalenza di...

21 Marzo 2024

La Giornata Internazionale delle Foreste si celebra ogni 21 marzo e rappresenta un momento fondamentale per...

20 Marzo 2024

Se ne parlerà mercoledì 20 marzo , a Tempio Pausania - in previsione della Giornata Internazionale delle Foreste (che ricorre il 21 marzo di ogni anno)...

18 Marzo 2024

Partiranno a breve gli interventi finanziati da fondi UE con il progetto a cura di Forestas, a protezione degli habitat del campo dunale del litorale di Arborea e dello stagno di S'ena arrubia ...

13 Marzo 2024
Caduta massi lungo la strada sterrata da Campu Omu a Maidopis

Con le piogge registrate tra il 9 e il 10 marzo nel territorio del complesso forestale di Sette Fratelli nel Comune di Sinnai , si è verificata la...