Palma nana

Capo Caccia, palma nana

Pianta arbustiva con fusto breve e tozzo, può raggiungere i 2-3 metri di altezza. Corteccia di

Corologia:
Originaria dell’areale mediterraneo sud-occidentale dell’Italia, della penisola iberica e dell’Africa settentrionale. In Sardegna è diffusa nel Golfo di Orosei, versante occidentale costiero dell’isola di Sant’Antioco sino a Castelsardo e nella Nurra Nord-occidentale dove la sua presenza è molto più abbondante. Tipo corologico: Steno-Medit.-Occid.
Fenologia:
Fiorisce in aprile-maggio e fruttifica nel mese di giugno. La maturazione dei frutti si ha nel mese di ottobre.
Habitat:
Specie xerofila, di clima caldo-arido con scarse precipitazioni ed elevata insolazione. Vegeta su qualsiasi substrato pedologico, purchè siano suoli freschi e profondi, senza ristagni idrici. Teme il freddo intenso ed il gelo.
Forma biologica:
Nanofanerofita
Curiosità:
Specie impiegata a scopo ornamentale e paesaggistico. Si propaga per seme. In passato le foglie venivano utilizzate per farne scope, per lavori di intreccio cesti etc. I giovani germogli, le radici ed i frutti sono commestibili e venivano consumati già nell’epoca romana. Secondo il Paulis, il nome della malva (prammarisku, parmuttsa) e della palma nana (prammittu) sono simili in alcune località in quanto entrambe vengono ricercate dai ragazzi come ghiottonerie.
Allegati: 
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Chamaerops humilis
Nome sardo:
Pramma nana, pramma agreste, pramizzu
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Suffrutice sempreverde, alta non più di 1,50 m . Rami eretti e corteccia scura con radice lunga, fittonante e lignificata. Foglie sempreverdi lanceolato-lineari, coriacee, glabre...
  • Il tasso è conosciuto come albero della morte in quanto tutta la pianta, escluso l’arillo (molto appetito dagli uccelli) è molto tossica e contiene una sostanza mortale, la...
  • Pianta erbacea , annuale o biennale, appartenente alla famiglia delle Gentianaceae . Nota anche come " cacciafebbre ". Splendide le sue fioriture, tra giugno e agosto...
  • Nella tarda primavera le foglioline carnose di questa pianta, colorano di purpureo le fratture rocciose e le piccole rupi granitiche. Presente nativamente solo in Sardegna,...
  • Pianta erbacea perenne con foglie lunghe fino a 1 m, che partono direttamente dal terreno e disposte a rosa , composte da un asse centrale (ràchide), ricoperto da scaglie marroni...
  • Pianta alta 10-50 cm. con fusto eretto, gracile e foglioso fino all’infiorescenza; rizoma ramoso. Foglie disposte grossolanamente su due file, strette, quelle inferiori piccole ed...
  • Detta anche margherita dei campi , la margherita diploide è un'erbacea della famiglia Asteraceae , comunissima nei prati della Sardegna, fino a 1200 m slm...
  • La quercia da sughero è un albero alto fino a 15 m , con chioma globosa, rada e piuttosto irregolare. Negli alberi isolati la chioma è espansa, tondeggiante e più compatta. Il...
  • Albero alto fino 30 metri , longevo e dalla crescita lenta ma continua, molto adattabile. Per le sue possenti radici è detto " pianta spacca-sassi ". Frutti dall'esile polpa...
  • Pianta sempreverde a portamento irregolare con chioma lassa ed espansa alta 10-15 metri. Fusto diritto e tortuoso, spesso inclinato. Corteccia grigio-chiara, rossiccia nelle...
  • Pianta alta 20-80 cm. , generalmente robusta, con fusto eretto, di colore brunastro, grigiastro o violaceo, senza vere foglie, ma con brattee guainanti dello stesso colore...
  • Arbusto o alberello di 5-6 metri molto spinoso e ramificato. Corteccia liscia color cenere. Foglie caduche, alterne, profondamente lobate, con tre o cinque lobi dentellati, lunghe...