Orchidea farfalla

Orchidea farfalla (foto di Cristian Mascia)

Pianta alta fino a 15-40 cm, con fusto robusto e rigido.
Foglie basali distese o semierette, lineari-lanceolate; le cauline guainanti il fusto.
Infiorescenza lassa, più o meno densa, con brattee membranacee soffuse di porpora.
Fiori vistosi, con sepali e petali nettamente venati di rosso-porpora con strie scure, conniventi in casco piuttosto lasso; di colore rosa-rosso violaceo;
labello intero, con il bordo crenulato, di colore più chiaro e brillante rispetto ai tepali, la base ed il centro più chiari; sperone conico, lungo come l'ovario, orizzontale o lievemente piegato in basso.    Impollinazione entomofila.

Extra:

Tanti sono i nomi in italiano (oltre al principale, Orchidea farfalla): Cipressino, Cipolla cipressina, Giglione, Sipressina da montagna, Testicolo di cane.

Presente su tutto il territorio Italiano (escluso, forse, il Trentino).   Si tratta di una pianta spontanea, perenne, provvista di tuberi. Delicata: è caldamente consigliato non reciderle, questo impedirebbe la fioritura nei prossimi anni, facendo scomparire la pianta!

La maggior parte delle orchideacee è inoltre soggetta a tutela integrale a seguito del recepimento della convenzione di Washington attraverso la Legge 150 del 7 febbraio 1992.
È bene rispettare e non recidere anche quelle non soggette a tutela.  Sono piante molto esigenti, non sopravvivono in casa o in ambienti diversi da quelli originari e la raccolta può seriamente compromettere la sopravvivenza di piccole stazioni.

Corologia:
Presente su tutto il territorio Italiano (escluso il Trentino) anche in Sardegna è comune.
Fenologia:
Da marzo a giugno.
Habitat:
Prati magri e incolti, garighe, boschi aperti.
Forma biologica:
Geofite bulbose.
Etimologia:
La definizione deriva dal greco anakamptein=ripiegarsi, forse riferito ai tepali incurvati verso l'alto. Il nome specifico deriva dal latino papilio=farfalla, per la forma del labello, simile alle ali di una farfalla.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Orchis papilionacea L., Anacamptis papilionacea L.
Nome sardo:
Sa sennorica, Orchidea aresti, Orchidea burda
Flora:
Famiglia:
Approfondimenti

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Arbusto o albero di 10-15 metri con tronco dritto e slanciato e chioma globosa. Rami giovani con corteccia lucida, bruno-rossastra. Gemme piccole, globose, glabre, con perule...
  • Pianta suffruticosa dal portamento pulvinato , alta meno di un metro, fiorisce tra aprile e settembre. Questa Euforbiacea è una pianta meno diffusa di altre sue omonime, presente...
  • Fiore delicato ma insuperabile per profumo, colore e contrasto con il verde del paesaggio boschivo che lo circonda. Fiorisce, tra marzo e aprile, splendida anteprima di Primavera...
  • Pianta erbacea perenne alta fino a 30 cm,con infiorescenza a spiga rada
  • Pianta erbacea annuale, alta 10-30 cm, con fusto eretto-ascendente, ramoso, pubescente con foglie basali lanceolate ricoperte da fine peluria, con odore sgradevole.
  • Piccolo albero di 5-7 metri in prevalenza arbusto a corteccia rossastra e foglie persistenti; rami giovani pubescenti ; chioma densa e compatta. Foglie sempreverdi, coriacee, di...
  • Arbusto sempreverde, spinescente, con fusti eretti, verde-scuri, i principali dritti, rigidi e striati, quelli secondari appiattiti e simili a foglie (cladodi) di forma da...
  • Pianta alta 20-100 cm, della famiglia delle Orchidee , ben diffusa nel territorio italiano, ma non comune in Sardegna. Fusto robusto , cilindrico, foglioso, densamente pubescente...
  • Pianta slanciata, alta 15-20 cm ., di colore verde, con fusto cilindrico , eretto, gracile. Le foglie sono due, alterne, ben distanziate tra loro, cuoriformi e appuntite; la...
  • A ppartenente alla famiglia Ranunculaceae , originario dell'Europa, del Caucaso e dell'Asia Minore.
  • Arbusto suffruticoso sempreverde di 1-3 m, rampicante , con internodi provvisti di pochi aculei robusti e lievemente adunchi. Foglie composte, con 3-7 foglioline lanceolato-...
  • Il tasso è conosciuto come albero della morte in quanto tutta la pianta, escluso l’arillo (molto appetito dagli uccelli) è molto tossica e contiene una sostanza mortale, la...