Morisia

Morisia_monanthos (Wikimedia CC)

Morisia è un genere mono-specie che indica una pianta ornamentale della famiglia delle Brassicaceae, la cui unica specie è la Morisia monanthos (nota anche come M. hypogaea). Si tratta di un'erbacea perenne, con breve fusto sotterraneo ingrossato e lignificato, provvisto di radice fittonante ramificata.  Endemismo delle isole mediterranee Corsica e Sardegna.

La fioritura è tipicamente invernale e primaverile: i suoi fiori, color giallo intenso, sono costituiti da quattro petali disposti a croce (tipico delle Cruciferae)  con peduncoli che si diramano dall'ascella delle foglie, eretti durante la fioritura, si ripiegano a maturità verso il terreno fino ad interrare i frutti (geocarpismo positivo).

Foglie riunite in una densa rosetta basale larga 5-10 cm, pennatosette, con lobi triangolari, da erbacee a carnosette.

Il frutto è una siliquetta irsuta (sìliqua è una caratteristica delle Brassicaceae: si tratta di un frutto secco deiscente che a maturità libera i semi, aprendosi spontaneamente).

Semi di circa 1 mm rotondeggianti, appiattiti, di colore bruno-ocraceo.

Habitat:
Prati, pascoli e boschi umidi: indipendentemente dal substrato, anche se mostra una decisa preferenza per i substrati calcarei e vegeta nei siti che le assicurano un ristagno d'acqua nel periodo vegetativo. Strade campestri, sabbie e radure umide dei boschi, da quota 300 a 1000 m.
Etimologia:
L'etimologia del Genere deriva da Moris Giuseppe Giacinto autore di Flora Sardoa (metà 1800); l'epiteto specifico è riferito ai peduncoli mono-flori.
Somiglianze e varietà:
Sinonimo: Morisia hypogaea Gay
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Morisia monanthos
Nome sardo:
gravugliu, erba de oro, Tutunnu
Flora:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Sottospecie endemica della Sardegna, comune ma localizzata nella Nurra (tra Capo Caccia e Torre di Bantine). Arbusto spinoso molto ramificato alto 30-60 cm. I rami sono rigidi,...
  • Questo delicato e gradevolissimo fiorellino della famiglia delle Caryophyllaceae è prodotto da una pianta endemica della Sardegna o sardo-corsa, costituita da foglie lineari tutte...
  • Arbusto o piccolo albero alto fino a dieci metri , molto ramificato. Corteccia grigio-rossastra desquamante in linee longitudinali nei rami più vecchi; rami giovani glabri,...
  • Lo zafferano minore (o Croco ) è una specie endemica di Sardegna e Corsica, assai affine allo Zafferano vero ( Crocus sativus L.) pianta di origine asiatica che trova ampio...
  • Il meraviglioso giglio di mare ( Pancratium maritimum ) alias giglio stella, giglio di Sardegna, narciso o pancrazio marino, giglio pancrazio...è una bulbosa spontanea sui...
  • I Muschi (si usa il plurale perchè sono migliaia le varietà raggruppate sotto questo nome comune ) sono organismi vegetali che, a differenza delle altre piante, non hanno radici...
  • Pianta arbustiva con chioma cespugliosa ed irregolare , alta 1,50 massimo 2 metri , talvolta eccezionalmente arborea di 4-6 metri. Il fusto è tortuoso e contorto, con rami...
  • Pianta alta fino a 5 metri con portamento per lo più arboreo. Corteccia rossastra. Foglie squamiformi, verde lucido, lunghe fino a 4 mm caratterizzate dal bordo traslucido...
  • Detto anche Elce ( Quercus ilex ) è una quercia sempreverde assai longeva (può raggiungere i 1000 anni ). Alto fino a 25 m , con chioma globosa e densa, colore cupo e portamento...
  • Comunemente chiamato Pino Austriaco, il Pinus nigra è un albero maestoso e sempreverde che ha generalmente tronco dritto e chioma densa piramidale. Può raggiungere i 20-30 metri...
  • Albero a portamento arboreo con chioma espansa e globosa, alta, non raggiunge i 20 metri di altezza. Presenta un fusto generalmente diritto, con branche sinuose e rami giovani...
  • il rovo selvatico (spesso chiamato anche "comune" benchè sia più propriamente il nome del R.fruticosus ) è uno dei "rovi da more". Pertanto si indica diffusamente: Rovo comune ,...