Morisia

Morisia_monanthos (Wikimedia CC)

Morisia è un genere mono-specie che indica una pianta ornamentale della famiglia delle Brassicaceae, la cui unica specie è la Morisia monanthos (nota anche come M. hypogaea). Si tratta di un'erbacea perenne, con breve fusto sotterraneo ingrossato e lignificato, provvisto di radice fittonante ramificata.  Endemismo delle isole mediterranee Corsica e Sardegna.

La fioritura è tipicamente invernale e primaverile: i suoi fiori, color giallo intenso, sono costituiti da quattro petali disposti a croce (tipico delle Cruciferae)  con peduncoli che si diramano dall'ascella delle foglie, eretti durante la fioritura, si ripiegano a maturità verso il terreno fino ad interrare i frutti (geocarpismo positivo).

Foglie riunite in una densa rosetta basale larga 5-10 cm, pennatosette, con lobi triangolari, da erbacee a carnosette.

Il frutto è una siliquetta irsuta (sìliqua è una caratteristica delle Brassicaceae: si tratta di un frutto secco deiscente che a maturità libera i semi, aprendosi spontaneamente).

Semi di circa 1 mm rotondeggianti, appiattiti, di colore bruno-ocraceo.

Habitat:
Prati, pascoli e boschi umidi: indipendentemente dal substrato, anche se mostra una decisa preferenza per i substrati calcarei e vegeta nei siti che le assicurano un ristagno d'acqua nel periodo vegetativo. Strade campestri, sabbie e radure umide dei boschi, da quota 300 a 1000 m.
Etimologia:
L'etimologia del Genere deriva da Moris Giuseppe Giacinto autore di Flora Sardoa (metà 1800); l'epiteto specifico è riferito ai peduncoli mono-flori.
Somiglianze e varietà:
Sinonimo: Morisia hypogaea Gay
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Morisia monanthos
Nome sardo:
gravugliu, erba de oro, Tutunnu
Flora:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta arbustiva con fusto breve e tozzo, può raggiungere i 2-3 metri di altezza. Corteccia di
  • Nella tarda primavera le foglioline carnose di questa pianta, colorano di purpureo le fratture rocciose e le piccole rupi granitiche. Presente nativamente solo in Sardegna,...
  • Arbusto o albero di 10-15 metri con tronco dritto e slanciato e chioma globosa. Rami giovani con corteccia lucida, bruno-rossastra. Gemme piccole, globose, glabre, con perule...
  • Pianta erbacea rizomatosa (possiede una parte del fusto interrato, ingrossato, con principale funzione di riserva) alta fino a mezo metro. Foglie basali a lamina cuoriforme-...
  • Pianta diffusa nei terreni incolti o ai margini del bosco, alta fino a 50 cm con foglie palmate . Caratteristici i suoi fiori azzurri molto gradevoli, alterni su racemi e frutti...
  • Albero a portamento arboreo con chioma espansa e globosa, alta, non raggiunge i 20 metri di altezza. Presenta un fusto generalmente diritto, con branche sinuose e rami giovani...
  • Pianta suffrutticosa, cespugliosa, con radice legnosa, con fusti cilindrici, prostrati o ascendenti e legnosi alla base, alta 40-70 cm.
  • Albero molto longevo che può oltrepassare i 600 anni di età, l’Olmo campestre può raggiungere l’altezza di 30 metri. Molto ramificato, con chioma piramidale o tondeggiante, fitta...
  • Pianta suffruticosa dal portamento pulvinato , alta meno di un metro, fiorisce tra aprile e settembre. Questa Euforbiacea è una pianta meno diffusa di altre sue omonime, presente...
  • Comunemente chiamato Pino Austriaco, il Pinus nigra è un albero maestoso e sempreverde che ha generalmente tronco dritto e chioma densa piramidale. Può raggiungere i 20-30 metri...
  • Le sue dimensioni generalmente non superano i 10 metri di altezza , anche se sono stati osservati esemplari di 24 metri. La chioma è densa, conico-piramidale. Tronco dritto ed...
  • Pianta erbacea perenne, foraggera appartenente alla famiglia delle leguminose , che cresce spontanea in quasi tutti i paesi del bacino del Mediterraneo. Specie spontanea nel...