Tutela dell’ambiente e degli animali in Costituzione

10 Febbraio 2022
Cisto in fiore

Tutela dell’ambiente e degli animali nella Costituzione: la riforma è legge

La Camera ha approvato martedì 8 agosto in via definitiva il Disegno di Legge (DDL) di riforma costituzionale che prevede la modifica di due articoli della Carta fondamentale: l’articolo 9 e l’articolo 41 della Costituzione. 
L’iter parlamentare del DDL è quindi terminato e il testo, dopo la promulgazione ad opera del Presidente della Repubblica, sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

COSA CAMBIA in COSTITUZIONE (art.9 - principi fondamentali)

In sintesi, viene aggiunto un nuovo comma nell'articolo 9 che, nella precedente versione, menzionava il paesaggio e il patrimonio storico-artistico senza citare espressamente l’ambiente. Nel testo riformato compare:

la tutela dell'ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, anche nell'interesse delle future generazioni.  La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali

che dunque è inserita tra i principi fondamentali dalla Carta costituzionale, con un rinvio al legislatore per stabilire i modi e le forme di tutela degli animali.

COSA CAMBIA in COSTITUZIONE (art.41 - diritti e doveri dei cittadini)

In materia di iniziativa economica privata, la norma esistente (art. 41) viene integrata prevedendo che tale attività non possa svolgersi in modo da recare danno alla salute e all'ambiente. Inoltre è previsto (comma 3 dello stesso articolo) che:
 La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientaliLa riforma, come ha scritto il Ministero (MiTE) sulla propria pagina social sancisce che la salute e l’ambiente sono paradigmi da tutelare da parte dell’economia, al pari della sicurezza, della libertà e della dignità umana.

Considerazioni

La notizia è di quelle importanti: per la prima volta, è stato introdotto nella Costituzione il riferimento al valore dell'ambiente e degli animali, con la loro dignità e non più considerandoli come "oggetti inanimati".  

  1.  La conservazione dell'ambiente e degli animali è rilevante per la qualità della vita delle generazioni future (sviluppo sostenibile)
  2.  Gli animali sono esseri senzienti, e dobbiamo rispettarne la dignità, i bisogni e l'habitat

VALORE PRIMARIO

Il valore della riforma consiste nel considerare finalmente l’Ambiente come un valore primario costituzionalmente protetto; e questa tutela è rivolta alle generazioni future.

LA DIGNITà degli animali è riconosciuta e tutelata

Tutto questo è anche in linea con le norme europee:  infatti, la Carta di Nizza (Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, dicembre 2000 e dicembre 2007) parla tutela dell’ambiente all'art. 37, stabilendo che un livello elevato di tutela dell'ambiente e il miglioramento della sua qualità devono essere integrati nelle politiche dell'Unione e garantiti conformemente al principio dello sviluppo sostenibile.   Anche il Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) all’art. 191 definisce la politica ambientale comunitaria individuando gli obiettivi da raggiungere, ad esempio indicando (art.13 del trattato) che:  l'Unione e gli Stati Membri devono, poiché gli animali sono esseri senzienti, porre attenzione totale alle necessità degli animali, sempre rispettando i provvedimenti amministrativi e legislativi degli Stati Membri relativi in particolare ai riti religiosi, tradizioni culturali ed eredità regionali [...].   Per la prima volta, dunque, viene introdotto nella Costituzione il riferimento agli animali, riconoscendo la loro dignità e non considerandoli più alla come "oggetti inanimati".

ECONOMIA E INIZIATIVA PRIVATA DEVONO SOTTOSTARE ALLA TUTELA DELL'AMBIENTE

L'articolo modificato in Costituzione sancisce anche come le istituzioni, attraverso le leggi, i programmi e i controlli, possano orientare l’iniziativa economica pubblica e privata non solo verso fini sociali ma anche verso quelli ambientali: questo apre nuovi scenari sulla possibilità di affrontare diversamente i temi tra i più rilevanti per la gestione del territorio, della fauna e dell'ambiente: dalle speculazioni sulle rinnovabili al legame cacciatore/territorio per la corretta gestione della fauna di interesse venatorio, all'impato di eolico e linee elettriche su alcune specie di avifauna (rapaci, vulturidi...). Con la speranza che, attraverso nuovi strumenti di legge, si possano trovare migliori soluzioni sui tanti fronti, ragionando sul piano tecnico con tutti i portatori di interesse.

Condividi:

Notizie ed eventi

27 Gennaio 2023

Convocato a riscontro di una richiesta di Conf-Guide di Nuoro , che associa numerose tra le Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) iscritte al registro regionale, si è tenuta nel pomeriggio del 25 gennaio un'assemblea in video-...

04 Gennaio 2023

"Se non preserviamo le altre forme di vita, come dovere sacro, metteremo in pericolo noi stessi, distruggendo la casa in cui ci siamo evoluti" diceva il biologo statunitense Edward O. Wilson , padre del concetto di ...

29 Dicembre 2022

L'Agenzia ha bandito una SELEZIONE INTERNA riservata al personale dell'Agenzia Forestas per l'accesso iniziale della categoria D per un contingente di n. 6 posti di cui n. 4 con profilo tecnico e n. 2 con profilo amministrativo.

Avvertenze...
19 Dicembre 2022

Sardegna Foreste, i tesori naturali di un'Isola, lo stand itinerante dell'Agenzia, si rinnova: le richieste di allestimento solo su form da compilare on-line. Nuove regole per il piano annuale esposizioni 2023...

12 Dicembre 2022

Quattro buone notizie per la R.E.S., la Rete ciclo-Escursionistica ed ippoviaria della Sardegna:

1) avvio delle attività per il nuovo sito web del catasto regionale sentieri

2) riunione...

12 Dicembre 2022

Raccolti alcuni quintali di spazzatura: tanti (troppi) rifiuti abbandonati che nulla avevano a che fare col bosco e con i sentieri. Una stratificazione di anni di inciviltà e di gesti incivili li avevano accumulati lungo...

09 Dicembre 2022

Si rende noto che tutti gli uffici e gli sportelli al pubblico dell'Agenzia regionale Forestas, come stabilito dall'assessorato al personale per tutte le strutture della Regione Autonoma della Sardegna ,...

07 Dicembre 2022

Bando rettificato il 13.12.2022 (ore 12:40). La data ultima per partecipare è fissata per il giorno 9 gennaio 2023 . La piattaforma online per la partecipazione al concorso sarà disponibile...

05 Dicembre 2022
Martedì 6 dicembre

La Regione Sardegna ha organizzato un workshop online sul turismo sostenibile, che si terrà martedì 6 dicembre dalle 15.30 alle 18 in streaming sulla piattaforma Zoom . Il tema è: “ Sardegna: una destinazione...

05 Dicembre 2022

I sentieri RES ( rete escursionistica della Sardegna ) presso il sistema dunale di Portixeddu (Buggerru) oltre ad essere un'ambita meta per gli appassionati del trekking, sono anche un interessante sito per le scuole e per gli amanti della natura...

05 Dicembre 2022

Si informa l'utenza che il prossimo martedì 6 dicembre gli uffici del Servizio Territoriale di Sassari di via Roma e della sede di La mandra di la giua resteranno chiusi, per la fruizione della festività patronale da parte dei...

11 Dicembre 2022

L’ONU ha designato l’ 11 dicembre di ogni anno “ Giornata Internazionale della Montagna “. Quest'anno Forestas onorerà la ricorrenza partecipando alla pulizia di un tratto di sentiero della R.E.S. presso il valico di Arcu 'e...