Sambuco

Sambuco, foto da Digital Library

Arbusto o piccolo alberello alto 5-8 metri, a rami grossi, corteccia bruna, tuberosa, screpolato-scagliosa; rami giovani verdi con lenticelle longitudinali a midollo molto sviluppato. Foglie opposte, caduche, composte con 3-7 foglioline, ovato-oblunghe, acuminate, con margine dentato. Fiori piccoli, ermafroditi, odorosi, bianchi e giallastri in infiorescenza ombrelliforme. Il frutto è una drupa lucida, sferica, bruno violacea a maturità contenente tre piccoli noccioli.

Corologia:
Diffuso in Europa centrale e meridionale ed Asia occidentale. In Italia si trova in tutto il territorio. Tipo corologico: Europeo-Caucasico.
Fenologia:
Fioritura in aprile-giugno.
Habitat:
Specie diffusa dal livello del mare fino ai 1400 metri di altitudine, indifferente al substrato. E’ una pianta eliofila che vive nei luoghi freschi e lungo i corsi d’acqua, nei boschi e nelle siepi.
Forma biologica:
Microfanerofita
Curiosità:
Il nome Sambuco deriva da “sambuca”, strumento musicale costruito in antichità proprio con il suo legno. In fitoterapia il Sambuco viene utilizzato per lenire e curare problemi all’apparato digerente, respiratorio, urinario ecc. Occorre prestare attenzione perché le foglie fresche e i frutti non maturi sono velenosi. I frutti contengono una sostanza (cianidina) di colore rosso che trova impiego nel settore alimentare e per tingere tessuti. Si riproduce per seme o per talea. Specie che si mpresta bene alla costituzione delle siepi. In passato, in alcune zone della Sardegna, si utilizzava il ramo del sambuco per curare le ustioni dei bambini compiendo tre croci sulla parte interessata e recitando per tre volte una frase apposita.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Sambucus nigra
Nome sardo:
Sauccu, Sambucu, Samuccu badesu
Flora:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta erbacea perenne con base ingrossata a simulare un piccolo e tozzo tronco, alta fino a 3 metri. Il rizoma è grosso, eretto, molto ramificato, robusto di colore brunastro. Le...
  • Pianta arbustiva con portamento lianoso, rampicante; fusto flessibile e delicato, ma cosparso di spine acutissime . Cresce spontanea nei boschi e nelle macchie , essenzialmente...
  • Frutice lianoso sempreverde, prostrato-diffuso (strisciante sul terreno) o sormentoso-rampicante (su alberi, muri e rocce, raggiungente anche i 15 m. di lunghezza ) mediante...
  • Noto anche come Scornabecco , o Brentine , è comune nelle macchie e al margine dei boschi di leccio. Con foglie persistenti di color verde-grigiastro e fiori larghi , profumati,...
  • Le sue dimensioni generalmente non superano i 10 metri di altezza , anche se sono stati osservati esemplari di 24 metri. La chioma è densa, conico-piramidale. Tronco dritto ed...
  • Arbusto spinoso alto 30-60 cm piuttosto ramificato. Rami tortuosi portanti su ciascun nodo foglie riunite in gruppi di 3-5 e 3-5 spine con aculei giallastri. Foglie semplici,...
  • Albero o arbusto di 2-5 metri con corteccia liscia color bruno-rossastra con vistose cicatrici trasversali, normalmente ramificato fin dalla base. Le foglie sono color verde-...
  • Pianta alta 10-50 cm. con fusto eretto, gracile e foglioso fino all’infiorescenza; rizoma ramoso. Foglie disposte grossolanamente su due file, strette, quelle inferiori piccole ed...
  • Il nome latino del Cedro licio può indurre in errore, infatti, phonicea non rimanda alla regione Fenicia ma al greco "φοινικεος" che significa rosso porporino , come il colore...
  • Arbusto o alberello di 5-6 metri molto spinoso e ramificato. Corteccia liscia color cenere. Foglie caduche, alterne, profondamente lobate, con tre o cinque lobi dentellati, lunghe...
  • Piccolo arbusto sempreverde alto fino a 50cm. Condivide il nome comune di " erba dei gatti " o " erba gattaria " con la Nepeta cataria e la Valeriana officinalis : il nome è...
  • Suffrutice pulvinoso, molto ramificato alla base, con fusti legnosi sub-eretti o striscianti. Emana una forte profumazione aromatica, molto apprezzata, così come il miele...