Prezzemolo di Sardegna

prezzemolo sardo

La Sardegna è uno scrigno di biodiversità, ricchissimo. Ne è un esempio il prezzemolo endemico della Sardegna.

Appartiene alla famiglia delle Apiaceae o Umbelliferae (nomen conservandum) e rientra tra le erbe annue-biennali o perenni, raramente assume forma di arbusto. 

Molto simile alle varietà coltivate del prezzemolo comune (Petroselinum crispum o sativum) da cui si distingue anche per un profumo più fortemente odoroso e selvatico.
A differenza del più comune prezzemolo però questa pianta non ha usi alimentari certi, e si differenzia anche per alcune altre caratteristiche dalla specie comune.

Presenta, come tutte le ombrellifere, piccole ombrelle di 1-3 cm con 4-6 raggi; fiorisce tra giugno e luglio, con piccoli fiorellini bianchi.

L’altezza media di queste piantine raggiunge a malapena i cinquanta centimetriPtychotis sardoa è una specie rupicola poco comune (raro incontrare popolazioni numerose ed evidenti) vegeta sulle rocce.

Extra:

Il suo nome comune di genere (prezzemolo, o in sardo, tra i tanti:  pedru-semene) è ricondotto da alcuni al latino (petroselinum) derivante dal greco antico petroselìnon: questi termini hanno originato il significato di "prezzemolo" dove il prefisso "petro" si può  tradurre con "pietra", "roccia" e concetti simili. Chiaro quindi che anticamente il prezzemolo avesse per habitat esclusivo rocce, muri e fessure.

Il nome scientifico Ptychotis deriva dal greco ychós "piega, ripiegatura" e "orecchio" (otós): pianta con foglioline grinzose.

Habitat:
Circoscritto alle alture interne dell'Isola e centro-orientali: incluso Mont'Albo e Tavolara; vegeta soprattutto nelle fessure delle rocce calcaree e tra detriti, non oltre i 1400 m s.l.m.
Somiglianze e varietà:
Oenanthe fistulosa L. (noto anche come prezzemolo del diavolo, perchè ritenuto l'erba che si usava per stimolare il riso sardonico nella Sardegna pre-nuragica)
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Ptychotis sardoa (Ptychotis heterophylla sensu Moris)
Nome sardo:
pedrusimule, pedrusimbule, predu simbulu, pedrusimulu, pedrusimuli, perdusemini, pedrusemene, perdusemini
Flora:
Famiglia:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Nota anche come " Mimosa a foglie strette ", è una specie invasiva, originaria dell' Australia , introdotta e diffusa in gran parte del mondo: anche con funzioni frangivento nelle...
  • In fase giovanile ha un portamento slanciato ed elegante, nelle piante adulte si osserva una chioma sempre più espansa e maestosa; la specie può raggiungere notevoli dimensioni -...
  • Arbusto prostrato con corteccia bruno-rossastra, rami contorti e intricati. Rami giovani glabri e angolosi. Foglie aghiformi lunghe 8-14 mm., rigide, mucronate, pungenti con una...
  • Pianta alta 20-100 cm, della famiglia delle Orchidee , ben diffusa nel territorio italiano, ma non comune in Sardegna. Fusto robusto , cilindrico, foglioso, densamente pubescente...
  • Albero alto fino 30 metri , longevo e dalla crescita lenta ma continua, molto adattabile. Per le sue possenti radici è detto " pianta spacca-sassi ". Frutti dall'esile polpa...
  • Portamento arboreo con chioma ovato-piramidale e rami eretti; raggiunge i 20 metri di altezza .
  • Cresce in praterie piuttosto evolute, negli angoli più aridi dei prati da sfalcio, ai margini di boschi o delle strade, su suoli argillosi piuttosto profondi, preferibilmente al...
  • Pianta alta 15-60 cm. Fusto eretto, spesso arrossato alla base, tormentoso soprattutto nella parte superiore e foglioso sino all’infiorescenza. Foglie abbraccianti, oblungo-...
  • Albero dalle dimensioni maestose, alto fino a 25 metri di altezza. Chioma non molto densa, dall’aspetto conico-piramidale dovuta alla ramificazione presente già nella parte basale...
  • Albero di medie dimensioni , altezza tipicamente sui 12-15 metri; chioma piramidale densa, tronco dritto o arcuato ascendente, corteccia scura solcata irregolarmente...
  • Pianta suffruticosa dal portamento pulvinato , alta meno di un metro, fiorisce tra aprile e settembre. Questa Euforbiacea è una pianta meno diffusa di altre sue omonime, presente...
  • È un arbusto sempreverde , molto ramificato, con foglie sclerofilliche (cioè dure, coriacee, sempreverdi) tipico della macchia mediterranea. Spesso, in condizioni climatiche...