Olmo campestre

Ulmus minor (f.to G. Lai)

Albero molto longevo che può oltrepassare i 600 anni di età, l’Olmo campestre può raggiungere l’altezza di 30 metri di altezza. E’ molto ramificato, con chioma piramidale o tondeggiante, fitta ma leggera; Tronco eretto con corteccia inizialmente liscia, successivamente fortemente screpolata in placchette rettangolari, rugosa, fessurata longitudinalmente, in alcuni esemplari tuberosa e molto sporgente. Pianta a foglie alterne, caduche, brevemente spicciolate, di tipo semplice e bifacciale, ovate, acuminate, a margine finemente dentato, con una caratteristica asimmetria rispetto alla nervatura mediana; nervatura penninervia con 6-12 paia nervature laterali parallele. Superiormente si presenta lucida e di un colore verde intenso, inferiormente opaca con una discreta peluria soprattutto nelle angolazioni delle nervature. Fiori numerosi, sessili o leggermente peduncolati, riuniti in gruppo sui rametti, a formare piccole ombrelle globose; stami 4-5 con filamento lungo e antere rossicce. Il frutto è una samara largamente alata, di 15-20 mm, obovata, glabra, verde-giallastra, con il seme spostato verso l’apice.

Extra:

“La via è Pyncheon Street; la casa è la vecchia Pyncheon House; e un olmo con il largo tronco piantato vicino alla porta è conosciuto da tutti i ragazzi del luogo con l'appellativo di Olmo di Pyncheon. Durante le mie occasionali visite alla città di cui parliamo, raramente trascuro di scendere per Pyncheon Street, per il piacere di passare attraverso l'ombra di queste due antichità: il grande olmo e la costruzione sciupata dal tempo.”
The House of the Seven Gables di Nathaniel Hawthorne

Corologia:
Pianta originaria dell’Europa centro meridionale e del Caucaso, Asia Minore; diffuso dalla Francia e dalla Spagna fino alla costa meridionale del Mar Caspio. In Italia è comune su tutto il territorio, isole comprese. Tipo corologico: Europeo-Caucaso.
Fenologia:
Fiorisce a marzo-aprile e fruttifica poco prima che compaiano le foglie.
Habitat:
L’Olmo campestre è una specie eliofila, moderatamente termofila, che predilige terreni freschi, profondi, con buona disponibilità d’acqua e tollera bene suoli argillosi e calcarei. Sopporta assai bene le basse temperature.
Forma biologica:
Fanerofita arborea.
Curiosità:
Specie longeva e a crescita rapida, trova largo impiego come pianta ornamentale e nella costituzione di alberature stradali. Resiste bene alle potature e all’inquinamento. La riproduzione avviene generalmente per seme. Un tempo veniva usato come tutore della vite. Le foglie contengono una cospicua quantità di azoto e sono appetite dal bestiame. Il legno è bianco-giallastro, rosato, bruno, di buona qualità, molto duro, elastico, facilmente lavorabile e resistente all'acqua, è usato per la costruzione di mobili, porte, pavimenti e nella produzione di compensato. Le foglie contengono dei tannini che colorano le fibre naturali di giallo. Fin dal medioevo l’olmo veniva usato per curare dermatosi, eczemi, foruncoli e pruriti.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Ulmus minor
Nome sardo:
Omulu, Ulimu, Olimu, Oranu
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Pianta endemica della Sardegna e della Corsica, è un arbusto con portamento elegante, ramoso con peli ghiandolari sparsi sul fusto, sulle foglie e sulle inflorescenze. Foglie...
  • Pianta comune in Sardegna e nell'area mediterrana, amata ed utilizzata anche in cucina, in farmaceutica e in cosmesi. Il rosmarino è ritenuto anche una buona pianta mellifera , è...
  • Piccolo arbusto aromatico ma poco appiccicoso, molto ramificato. Foglie ovali, picciolate, molto rugose e con peli su entrambe le pagine, verde-grigie, leggermente più chiare...
  • Detto anche Elce ( Quercus ilex ) è una quercia sempreverde assai longeva (può raggiungere i 1000 anni ). Alto fino a 25 m , con chioma globosa e densa, colore cupo e portamento...
  • Arbusto sempreverde, con fusto cespuglioso e molto ramoso, vischioso e aromatico, alto fino a 2 metri. Foglie opposte, sessili, strettamente lanceolate, tormentose e vischiose,...
  • Cespuglio basso e ramoso con rami alti fino a 1 m, peloso-ghiandoloso. Foglie a lamina ellittica, vischiose, sessili, con superficie grinzosa; margine ondulato; presenza di peli...
  • Noto anche come Cisto biancastro , è un arbusto perenne legnoso alto fino a 1 m. Fusti densamente lanosi e dal colore bianco-grigiastro all’apice, legnosi e dotati di corteccia...
  • Il nocciolo è un alberello o arbusto a foglie caduche, alto 4-5 m, con chioma fitta e densa. La pianta adulta è circondata da molteplici polloni laterali, poco ramificati, lunghi...
  • Pianta lianosa rampicante, con fusto legnoso, rami giovani erbacei. È considerata una pianta invasiva del bosco, specialmente in associazione con i rovi : dove c'è un po' di luce...
  • Albero o arbusto longevo di media altezza, dai rami giovani induriti e spinescenti. Tronco contorto e corteccia grigio chiara più o meno liscia. Chioma espansa. Foglie coriacee a...
  • Arbusto con peli ghiandolari assenti o rari. Rami giovani densamente lanosi. Foglie opposte, ovali o ellittiche, che ricordano vagamente quelle della salvia, con margine piano o...
  • Pianta erbacea annuale o biennale, alta 10-40 cm, mollemente pubescente, con fusti robusti, eretti, semplici o ramificati. Radice fittonante, non molto profonda. Le foglie,...