Magnolia

Albero dalle dimensioni maestose, alto fino a 25 metri di altezza. Chioma non molto densa, dall’aspetto conico-piramidale dovuta alla ramificazione presente già nella parte basale. Il tronco è eretto e regolare, la corteccia liscia color grigio-scura, finemente rugosa e fessurata in piccole placche rettangolari. Le foglie sono semplici, alterne, obovato-ellittiche, raggiungono i 25 cm di lunghezza; sono coriacee, solcate da una nervatura centrale marcata, penninervia, a margine intero, di un colore verde intenso e lucente nella pagina superiore; pubescenti e di un bruno-rugginoso in quella inferiore. I fiori, ermafroditi, sono posti nella parte terminale dei rami; sono molto grandi a forma di calice, di colore bianco crema, larghi circa 15-20 cm, profumati, composti da sei – dodici petali carnosi. Gli organi sessuali, collocati internamente, appaiono gialli. Il frutto della Magnolia è un’infruttescenza conica a forma di pigna (cocceto) lunga circa 8-12 cm composta da numerosi frutticini (cocchi) che a maturità si separano in due metà e lasciano penzolare un seme arancione rossastro attaccato ad un sottile filo (funicolo).

Extra:

“La bufera che sgronda sulle foglie
dure della magnolia i lunghi tuoni
marzolini e la grandine,

(i suoni di cristallo nel tuo nido
notturno ti sorprendono, dell'oro
che s'è spento sui mogani, sul taglio
dei libri rilegati, brucia ancora
una grana di zucchero nel guscio
delle tue palpebre)”
La Bufera di Eugenio Montale

Corologia:
Le magnoliacee sono una famiglia di alberi e arbusti originari dell’Asia e dell’America. Nessuna specie è attualmente spontanea in Europa sebbene i reperti fossili testimoniano una loro presenza in epoche passate. La M. grandiflora, originaria delle regioni sud orientali degli Stati Uniti, in Italia non è presente allo stato naturale. Tipo corologico: Nordamerica
Fenologia:
Fioritura dalla tarda primavera (giugno) alla fine dell’estate.
Habitat:
La magnolia è decisamente legata a climi miti e non tollera temperature troppo basse; predilige posizioni soleggiate, riparate dal vento e terreni profondi e molto fertili, permeabili e a reazione acida (5,5-6,5). In Europa è coltivata all’aria aperta solo nelle regioni meridionali. Ha un’elevata resistenza agli agenti inquinanti edè quindi particolarmente indicata nei parchi e giardini metropolitani.
Forma biologica:
Fanerofita arborea
Curiosità:
La Magnolia viene coltivata esclusivamente a scopo ornamentale. Il legno consistente, robusto e resistente, chiaro viene talora utilizzato in falegnameria, perché facile da lavorare e durevole.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Magnolia grandiflora
Nome sardo:
Magnolia
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • È un arbusto sempreverde, molto ramificato, con foglie sclerofilliche, tipico della macchia mediterranea. Spesso, in condizioni climatiche favorevoli, assume portamento arboreo...
  • Arbusto o alberello di modeste dimensioni (3-6 m.) con portamento cespuglioso eretto, con chioma piuttosto irregolare e lassa, rami eretti, talvolta penduli. Corteccia grigio-...
  • Cresce in praterie piuttosto evolute, negli angoli più aridi dei prati da sfalcio, ai margini di boschi o delle strade, su suoli argillosi piuttosto profondi, preferibilmente al...
  • Arbusto alto fino a 6 metri con rami eretti e molto ramificato. Corteccia molto irregolare, grigiastra e screpolata. Rami giovani pubescenti. Foglie lineari (3-5 mm) glabre, verdi...
  • Portamento arboreo con chioma ovato-piramidale e rami eretti; raggiunge i 20 metri di altezza .
  • Nota anche come " Mimosa a foglie strette ", è una specie invasiva, originaria dell' Australia , introdotta e diffusa in gran parte del mondo: anche con funzioni frangivento nelle...
  • Arbusto alto da 1-3 metri, molto ramificato fin dalla base con rami opposti, sottili e giunchiformi, di colore verde scuro, generalmente privi di foglie.
  • Pianta alta fino a 15-40 cm , con fusto robusto e rigido. Foglie basali distese o semierette, lineari-lanceolate; le cauline guainanti il fusto. Infiorescenza lassa, più o meno...
  • Arbusto alto 1-2 metri, rami inerti, corteccia che si stacca a placche. Foglie piccole (1-1,5 cm.), subrotonde, trilobo, lobato-dentate, con numerose ghiandole subsessili,...
  • Albero o arbusto di 2-5 metri con corteccia liscia color bruno-rossastra con vistose cicatrici trasversali, normalmente ramificato fin dalla base. Le foglie sono color verde-...
  • Arbusto o albero di 10-15 metri con tronco dritto e slanciato e chioma globosa. Rami giovani con corteccia lucida, bruno-rossastra. Gemme piccole, globose, glabre, con perule...
  • Albero non molto longevo, raggiunge mediamente i 25-30 metri in altezza, tronco dritto, di diametro fino a 1,2 metri, chioma inizialmente piramidale, poi più o meno espansa e...