Avocetta

Avocetta
Origine zoogeografica:
Paleartico-afro-tropicale
Areale di distribuzione:
Specie diffusa in Europa, Africa e Asia. La popolazione italiana risulta concentrata soprattutto in Puglia, Sardegna (zone umide), Emilia Romagna e Delta Padano. Nell’Isola la specie nidifica in numero esiguo solamente nell’Oristanese, nel Cagliaritano e quasi certamente a Sant’Antioco.
Identificazione:
Uccello di grossa taglia, dal becco lungo e sottile, incurvato verso l’alto. Zampe palmate slanciate grigio-plumbeo. Il piumaggio è caratterizzato da contrasti bianchi e neri. Sessi simili. Giovani più o meno soffusi di bruno. Lungo 43 cm. circa. Andatura elegante sia in volo che a terra.
Habitat:
In Italia l’habitat preferito dall’Avocetta è per eccellenza la salina, seguito da valli da pesca e zone umide. Si nutre di invertebrati acquatici che caccia smuovendo il fango con il suo caratteristico becco.
Riproduzione:
Nidifica isolata o in colonie sul terreno aperto, tra la vegetazione in prossimità di acqua bassa. Il nido è ricoperto con steli d’erba o piccole conchiglie. Il periodo riproduttivo inizia generalmente ad aprile ma varia molto a seconda delle condizioni ambientali o climatiche.
Status di conservazione:
Vulnerabile a livello nazionale e regionale.
Fattori di minaccia:
In Italia solo la Salina di Margherita di Savoia (Foggia) ospita contingenti che superano la soglia dell’1% della popolazione biogeografia. Gli ambienti di maggiore importanza per l’Avocetta sono artificiali o comunque gestiti dall’uomo per attività produttive (Scheda Lorenzo Serra-Uccelli d’Italia-Quaderni di Conservazione della Natura). È minacciata dal bracconaggio, dalla modifica e dalla perdita di habitat, nonché dall’inquinamento delle acque; in misura minore dalla predazione.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna, All. III; DIR. CEE 409/79, All. I; L.R.23/98.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Recurvirostra avosetta
Nome sardo:
Filìpa, paisànu
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • si distingue per la presenza di squame dorsali grandi, embricate e fortemente carenate, e per la presenza di un collare. Coda lunga circa il doppio della lunghezza testa-corpo...
  • La popolazione nidificante italiana si è estinta dopo la metà del XX secolo (specie in Sardegna, dove si contavano - all’inizio del 1900 - qualche decina di coppie, insediate...
    Apertura alare 200-240 cm. E’ una grande aquila tozza e pesante. Ali molto grandi, larghe e rettangolari. La grossa testa che sporge notevolmente dal corpo rappresenta un...
  • Airone di piccole dimensioni e piumaggio prevalentemente bianco, confuso spesso con la Garzetta da cui differisce per il collo più grosso e l’aspetto più tozzo.. Sessi simili. Il...
  • S'Abilastru , così è chiamata in sardo, era una specie ormai scomparsa dal nostro territorio: verrà reintrodotta con un nuovo progetto LIFE nel Parco Naturale Regionale di...
    Sessi simili. Lunga 65-70 cm, con apertura alare di 150-160 cm, e peso medio di 2 kg. Le parti superiori sono bruno scuro, in contrasto con quelle inferiori più chiare, con una...
  • Il corpo è lungo 11-21 millimetri, ha una forma ovale ed è di colore nero con riflessi metallici viola, bluastro e verde. Nel maschio, dal dorso sporgono anteriormente 3 grandi “...
  • Roditore di piccole dimensioni, corporatura snella e coda molto lunga e lanosa. È ricoperto da una folta pelliccia bruna-grigiastra . Rappresenta la varietà sardo-corsa del ghiro...
    La pelliccia è formata da uno strato uniforme di colore grigio argenteo sul dorso mentre la parte ventrale è bianco giallastra. Le orecchie non sono molto grandi, gli occhi sono...
  • Il Gongilo sardo è una sottospecie di piccolo sauro ( Chalcides ocellatus tiligugu ) diffusa in tutta la Sardegna tranne alle quote più alte (ma presente anche in Sicilia,...
    Gli adulti possono raggiungere i 30 cm di lunghezza, anche se le dimensioni sono solitamente minori, la coda rappresenta quasi la metà della lunghezza totale. Si tratta di uno...
  • Un falconide di taglia media, nidificante nel bacino del Mediterraneo. In Sardegna sono presenti due delle colonie più importanti di questa specie. Si tratta di un migratore:...
    Il Falco della Regina (Falco eleonorae) è un falco di taglia media, dotato di un'apertura alare che va dai 110 ai 130 cm...
  • Le dimensioni della specie sarda (corpo lungo 39-51 cm, peso 1,5-2,5 kg) sono di poco superiori a quelle del coniglio, da cui si differenzia per orecchie e zampe posteriori più...
    Le dimensioni della forma sarda (lunghezza del corpo 39-51 cm, peso kg.1,5-2,5) sono di poco superiori a quelle del coniglio da cui si differenzia per le orecchie e le zampe...
  • Ha un corpo allungato, di circa 10 mm, dall’elegante colore verde. Le grandi ali, trasparenti e reticolate, sono ripiegate a tetto sul dorso. Dotata di lunghe antenne filiformi,...
  • È simile al Macaone (Papilio machaon), da cui si discosta per la presenza di “code” più corte e per le macchie rosse più piccole sulle ali posteriori. L’apertura alare va dai 6 a...
  • Si riconosce per la grossa mole, per le grandi orecchi parzialmente unite alla base e dirette in avanti, per la notevole sporgenza della coda oltre il margine della membrana...