Cartucceddu

Panoramica area forestale Cartucceddu

storia del cantiere

Il cantiere forestale di Cartucceddu fu istituito (insieme a quello di Perd'e Liana) nel 1992 dall’Azienda Foreste Demaniali di Nuoro ed ha una superficie complessiva di 850 ha, interamente su terreni di proprietà del comune di Gairo; è situato a sud-est del centro abitato di Cardedu. 

Descrizione generale e forestale

Morfologicamente il cantiere forestale comprende territori collinari che vanno dai 600 m. di Punta Cartucceddu fino al livello del mare; confina con la spiaggia di Coccorroci che è formata interamente da ciottoli.

Caratteristico è il Rio Gattiu che attraversa da ovest a est il cantiere, formando delle caratteristiche piscine e cascate popolate dall'Euprotto.

La vegetazione spontanea è costituita dalla macchia mediterranea tipica delle aree a clima più mite e con scarse precipitazioni. Si può senza alcun dubbio affermare che il leccio è presente sul 60% del territorio ove si associa con il corbezzolo, la fillirea, il lentischio, la ginestra, il  ginepro e il mirto. Le formazioni a leccio più prossime alla costa risentono dell’areosol marino che ne limita la vegetazione.   In passato le leccete di queste aree sono state interessate da eventi distruttivi quali pascolo e incendi. Si tratta di cedui che hanno subito negli anni 1930/40 tagli a raso per la produzione del carbone che veniva trasportato su carri ai punti di carico presenti sulla costa.   Su tutta l’area è presente una fitta rete di carrareccie e numerosissime sono le carbonaie.
Nel restante 40% sono da indicare tratti di macchia bassa e medio-bassa costituita da corbezzolo, erica, fillirea, ginepro, carrubo, cisti e qualche sughera sparsa.  Sono presenti inoltre alcune aree caratterizzate da suolo superficiale, molto pietroso, improduttivo con dominanza del cisto e dove difficile appare la rinnovazione naturale. Le specie vegetali presenti più rappresentative sono le seguenti: Q. ilex, Q. suber, Ceratonia siliqua, Olea oleaster, Pistacia lentiscus, Arbutus unedo, Phillirea sp., Erica arborea, Viburnum tinus, Juniperus oxycedrus, Cistus sp., Calycotome spinosa.

L'area del cantiere di Cartucceddu confina con il Monte Ferru e si estende su una superficie di circa 850 ettari in agro di Gairo che dai 600 m di punta Cartucceddu giunge fino al mare.

Aspetti climatici:
Il clima è tipicamente mediterraneo con estati asciutte e calde, con inverni piovosi ma di non eccessiva abbondanza, con piogge concentrate quasi esclusivamente nel periodo autunnale. Le piogge sono assenti o quasi nel periodo giugno – settembre.
Aspetti geopedologici:
Dal punto di vista geologico l’area è caratterizzata dal complesso intrusivo del Carbonifero superiore – Permiano per quanto riguarda la porzione più prospiciente alla costa, mentre la porzione più ad ovest relativa al rilievo di Punta Cartuccedu è una formazione di tipo vulcanico composta da rioliti, riolaciti e porfidi in ammassi sub vulcanici.
Condividi:
Scheda
Servizio di appartenenza:
Complesso forestale di afferenza:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • La Foresta, ricca di numerose specie faunistiche e molteplici specie endemiche che ne compongono la flora, è un'importante meta di turisti e di studiosi ed è visitabile seguendo...
  • Coiluna è un cantiere di rimboschimento con conifere e latifoglie stabilito negli anni ’80 dalla ditta SARFOR. Merita di essere menzionato il laghetto collinare di circa 3 ettari...
  • Il Monte Arrubiu-Casargius ed il Monte Genis si sviluppano tutti lungo l'asse Ovest-Est del perimetro forestale. La quota più elevata è Monte Genis con una altitudine di 979 mt s...
  • Un ambito costiero di grande fascino: da punta Pala di Monti (615 m) e punta Castellaccio (828 m) si ammira da Nord ad Est un panorama di rara bellezza (la vista può spaziare da...
  • Il cantiere di Monte Pino si trova su un’area montuosa che è la prosecuzione del gruppo montagnoso del Limbara; si affaccia sulla piana di Olbia e offre suggestivi panorami sulle...
  • Il Cantiere forestale di Genna Argiolas-Minderrì si trova lungo la Via dell'Argento , un complesso di piste che collegano otto miniere argentifere, tra cui quella di particolare...
  • II clima della zona è quello tipicamente mediterraneo, caratterizzato da inverno mite e piovoso ed estate calda e siccitosa con moderate escursioni termiche.
  • Non è raro in questa foresta incontrare l’aquila reale, il falco pellegrino, il gheppio, il corvo imperiale e le beccacce. Al confine con il complesso forestale di Monte Nieddu ,...
  • Alle pendici rocciose di questa foresta si trovano alcuni esemplari di leccio caratterizzati dalle forme contorte che testimoniano la presenza della folta foresta presente in...
  • Territori di proprietà comunale (Burgos e Bottidda) in concessione all’Ente Foreste dal 1991. La copertura forestale è costituita da boschi di leccio e roverella, spesso...
  • Il cantiere forestale di Eltili si trova nel comune di Baunei , ha una superficie totale di 2.691 ettari , di cui 1941 sono in occupazione temporanea (ai sensi della Regio Decreto...