Falco Smeriglio

Falco_columbarius (foto CC  wikimedia di Raj Boora from Edmonton, Canada)

Lo Smeriglio è un falconiforme di piccola taglia, in Nordamerica nota come pigeon hawk ("falco dei piccioni").   Alcuni studiosi considerano le popolazioni nordamericane ed eurasiatiche come due specie distinte.   Lo smeriglio può raggiungere la modesta lunghezza di 30 cm con apertura alare di 65 cm massime. 

Rispetto ad altri piccoli falchi, ha costituzione più robusta e pesante ma ci sono notevoli variazioni di dimensioni e peso, sia a seconda delle zone che del periodo dell'anno (specie per le popolazioni migratrici su lunghe rotte).

 

Origine zoogeografica:
Oloartica
Areale di distribuzione:
Nidifica nelle isole Britanniche e nella Regione Paleartica Orientale. In Sardegna compare durante la migrazione autunnale e primaverile. Sverna nelle principale pianure dell’isola.
Identificazione:
Il maschio del Falco columbarius è il più piccolo rapace europeo mentre la femmina può superare le dimensioni di altri falchi. Nell’insieme ha un aspetto compatto. Dimorfismo sessuale. Il maschio superiormente ha una colorazione blu lavagna con una striatura nera sulla coda. Testa grigio-ardesia, leggermente striata di scuro e nuca rossastra macchiettata di bruno; fronte e sopracciglio chiari, mustacchio poco evidente. Timoniere grigio-pallido con una larga banda sub-terminale scura e una linea terminale chiara. Inferiormente predomina una colorazione rossastra con fini striature scure. Gola biancastra. Coda come nella parte superiore ma con un maggior accenno di barratura. Il becco bluastro ha la punta nera e la cera gialla. Circoli orbitali bluastri. Zampe e tarsi gialli. Iride bruna. Nelle femmine la colorazione di base delle parti superiori è bruno-castana. La testa bruno-rossastra con leggere striature nerastre e una piccola area biancastra sulla nuca. Leggera colorazione ardesia sul dorso e sul groppone. Coda marrone scuro fittamente barrata con bande chiare e poco evidenti. Nella zona oculare si osserva una sottile stria nerastra. Parti inferiori bianco-crema fortemente striate di bruno-rossiccio scuro, fatta eccezione per la gola e il sottocoda dove le striature sono meno marcate. I giovani hanno una colorazione molto simile a quella della femmina adulta. Volo attivo caratterizzato da battiti rapidi intercalati da brevi planate.
Habitat:
Frequente le zone aperte con macchia bassa. Si nutre principalmente di piccoli uccelli come passeri, fringuelli, piccoli limicoli e pulcini. Occasionalmente si ciba di piccoli mammiferi, soprattutto roditori ed insettivori, e di insetti. Raramente preda anche anfibi e rettili.
Riproduzione:
Nidifica sul terreno o sui nidi in alberi abbandonati. Le uova 1-6 (2-5) vengono deposte in giugno. Il periodo di incubazione dura circa 28-32 giorni.
Fattori di minaccia:
Distruzione e alterazione dell’habitat ideale.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna, All. II; DIR. CEE 409/79, All. I.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Falco columbarius
Nome sardo:
Non esiste nome proprio
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • Abile saltatore, ha doti di gran scalatore e veloce corridore (circa 60 Km/h ): il Muflone è sicuramente tra gli animali più rappresentativi dell’Isola, perlomeno per gli ambienti...
    Ha un’aspetto compatto e robusto, con tronco e arti muscolosi, occhi grandi e orecchie brevi, piuttosto simile ad una pecora domestica ma con forme più slanciate,...
  • dimensioni molto contenute, i maschi hanno un’altezza al garrese di 125 -135 cm, le femmine 115 – 130; il peso varia nell’adulto dai 170 ai 200 kg. Il mantello originario era...
  • Le orecchie sono ampie, corte e unite tra loro sulla fronte da una plica cutanea, caratteristica che rende questa specie facilmente distinguibile da altre simili. La colorazione...
  • L’adulto, lungo 18-22 millimetri, ricorda un’esile libellula. Ha ali trasparenti e ricche di nervature, lunghe quanto il corpo, che è giallo pallido con macchie più o meno scure...
  • L'assiolo - o assiuolo - misura poco più di 18 cm. Il suo piumaggio è notevole: il pattern ricorda una corteccia d'albero, ma a toccarla certamente è una soffice coltre piumata...
    Lungo 19 cm, con un’apertura alare di 53-63 cm ed un peso di 55-130 g. Il piumaggio è superiormente bruno scuro lievemente vermicolato, con sfumature rossicce; inferiormente...
  • Le dimensioni del carapace possono raggiungere i 25 cm nelle femmine; il carapace è convesso, di colore brunastro o giallastro, con occasionale pigmentazione scura. Ai lati della...
  • Il Gabbiano reale mediterraneo è il gabbiano più comune, nel complesso simile al L. argentatus e al L. cachinnans. Differisce dal Laurus argentatus per le dimensioni maggiori,...
  • Orecchie grandi e lunghe a contatto sopra la testa. Lunghezza testa-tronco 42-53 mm, un’apertura alare di 240-285 mm. Il dorso assume una colorazione grigio-bruna tendente al...
  • Scoperto di recente, era sfuggito ad una serie di studi che da sempre hanno interessato la Sardegna. Il carattere morfologico più evidente che distingue il Plecotus sardus dalle...
  • E’ il più piccolo dei Myotis europei. La specie ha il labbro superiore molto peloso, il muso appuntito, l’orecchio più lungo che largo, il trago sviluppato per più di ¾ dell’...
  • Altissima concentrazione di biodiversità in Sardegna, con almeno 5 specie endemiche rilevate: i geotritoni sardi sono, insieme all’euprotto, le uniche specie di vertebrati...
    Anfibi urodeli (cioè dotati di coda) di piccole dimensioni, raggiungono al massimo i 15 cm. Hanno la coda lunga e compressa lateralmente. Testa piuttosto grossa e leggermente...
  • Si tratta della più piccola specie del genere Aquila della regione Paleartica Occidentale. La sua presenza in Sardegna è occasionale .
    In volo appare compatta, con ali larghe e squadrate, coda corta, testa sporgente. Apertura alare di 134-159 cm. Sessi simili. La colorazione complessiva è bruno-marron. La testa,...