Falco Smeriglio

Falco_columbarius (foto CC  wikimedia di Raj Boora from Edmonton, Canada)

Lo Smeriglio è un falconiforme di piccola taglia, in Nordamerica nota come pigeon hawk ("falco dei piccioni").   Alcuni studiosi considerano le popolazioni nordamericane ed eurasiatiche come due specie distinte.   Lo smeriglio può raggiungere la modesta lunghezza di 30 cm con apertura alare di 65 cm massime. 

Rispetto ad altri piccoli falchi, ha costituzione più robusta e pesante ma ci sono notevoli variazioni di dimensioni e peso, sia a seconda delle zone che del periodo dell'anno (specie per le popolazioni migratrici su lunghe rotte).

 

Origine zoogeografica:
Oloartica
Areale di distribuzione:
Nidifica nelle isole Britanniche e nella Regione Paleartica Orientale. In Sardegna compare durante la migrazione autunnale e primaverile. Sverna nelle principale pianure dell’isola.
Identificazione:
Il maschio del Falco columbarius è il più piccolo rapace europeo mentre la femmina può superare le dimensioni di altri falchi. Nell’insieme ha un aspetto compatto. Dimorfismo sessuale. Il maschio superiormente ha una colorazione blu lavagna con una striatura nera sulla coda. Testa grigio-ardesia, leggermente striata di scuro e nuca rossastra macchiettata di bruno; fronte e sopracciglio chiari, mustacchio poco evidente. Timoniere grigio-pallido con una larga banda sub-terminale scura e una linea terminale chiara. Inferiormente predomina una colorazione rossastra con fini striature scure. Gola biancastra. Coda come nella parte superiore ma con un maggior accenno di barratura. Il becco bluastro ha la punta nera e la cera gialla. Circoli orbitali bluastri. Zampe e tarsi gialli. Iride bruna. Nelle femmine la colorazione di base delle parti superiori è bruno-castana. La testa bruno-rossastra con leggere striature nerastre e una piccola area biancastra sulla nuca. Leggera colorazione ardesia sul dorso e sul groppone. Coda marrone scuro fittamente barrata con bande chiare e poco evidenti. Nella zona oculare si osserva una sottile stria nerastra. Parti inferiori bianco-crema fortemente striate di bruno-rossiccio scuro, fatta eccezione per la gola e il sottocoda dove le striature sono meno marcate. I giovani hanno una colorazione molto simile a quella della femmina adulta. Volo attivo caratterizzato da battiti rapidi intercalati da brevi planate.
Habitat:
Frequente le zone aperte con macchia bassa. Si nutre principalmente di piccoli uccelli come passeri, fringuelli, piccoli limicoli e pulcini. Occasionalmente si ciba di piccoli mammiferi, soprattutto roditori ed insettivori, e di insetti. Raramente preda anche anfibi e rettili.
Riproduzione:
Nidifica sul terreno o sui nidi in alberi abbandonati. Le uova 1-6 (2-5) vengono deposte in giugno. Il periodo di incubazione dura circa 28-32 giorni.
Fattori di minaccia:
Distruzione e alterazione dell’habitat ideale.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna, All. II; DIR. CEE 409/79, All. I.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Falco columbarius
Nome sardo:
Non esiste nome proprio
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • L’ astore sardo è una specie classificata in pericolo (EN) dalla IUCN, così come l’aquila del Bonelli ( Aquila fasciata ). Più piccolo rispetto alla specie nominale ( Accipiter...
    L’astore è uno dei più eleganti rapaci europei, lungo 48-60cm, con un’apertura alare di 86-120 cm e un peso di 500-1100 g. La femmina è più grande del maschio. La colorazione è...
  • La Gallinella d’acqua è un uccello massiccio di dimensioni medie, con un piumaggio bruno – nerastro e una larga e irregolare striscia bianca sui fianchi, sottocoda bianco con...
  • Il Grillaio è un piccolo falco, somigliante al Gheppio, ma che, a differenza di questo, frequenta le nostre zone solamente durante il periodo di nidificazione. Presenta uno...
  • Questo delicato insetto, dal corpo interamente rossiccio, misura appena 8 millimetri di lunghezza. L’addome è ovale, mentre il torace e il capo, che è dotato di mandibole, sono...
  • Orecchie grandi e lunghe a contatto sopra la testa. Lunghezza testa-tronco 41-58 mm, apertura alare di 255-300 mm. Molto simile all’Orecchione comune, con colorazione del dorso...
  • Il Quercino non è una specie strettamente arboricola e frequenta tutti gli ecosistemi forestali : spesso tra la bassa vegetazione, in macchie e garighe, ma anche negli ambienti...
    Si tratta di un animale di piccole dimensioni, con occhi e orecchie grandi, mascherina nera facciale che parte dai baffi e arriva dietro le orecchie, passando sugli occhi. Le...
  • Come tutte le Damigelle ha corpo sottile e slanciato. La lunghezza totale è di 29-32 millimetri. È un insetto vivacemente colorato: il maschio è verde metallico, nero e azzurro;...
  • I sessi risultano differenziati: il maschio in primavera e durante l’inverno ha il capo e il collo di color verde scuro, collare bianco, petto bruno-rossiccio in contrasto con le...
  • Si tratta di un piccolo sauro appartenente alla stessa famiglia del Gongilo Sardo ( Scincidi ). Questa specie è presente in gran parte del bacino occidentale del Mediterraneo...
    Come tutti gli Scincidi, la specie ha il corpo allungato e serpentiforme; può raggiungere e superare i 40 cm di lunghezza, ma generalmente si riscontrano dimensioni inferiori, la...
  • E’ un pipistrello di grossa taglia con ali grandi, muso nero e corto, di color bruno scuro superiormente e bruno giallastro nel ventre; le orecchie hanno forma triangolare e trago...
  • Immediatamente riconoscibile per avere le estremità con dita ben visibili e tra loro unite da una membrana natatoria; il carapace ha contorno ovale, liscio e leggermente convesso...
  • <body/>
    Ha il corpo peloso e tozzo, scuro, con una banda arancione appena visibile dietro il capo e una dello stesso colore, ma ben visibile, nell’addome. Questo ha l’ultimo segmento di...