Falco Smeriglio

Falco_columbarius (foto CC  wikimedia di Raj Boora from Edmonton, Canada)

Lo Smeriglio è un falconiforme di piccola taglia, in Nordamerica nota come pigeon hawk ("falco dei piccioni").   Alcuni studiosi considerano le popolazioni nordamericane ed eurasiatiche come due specie distinte.   Lo smeriglio può raggiungere la modesta lunghezza di 30 cm con apertura alare di 65 cm massime. 

Rispetto ad altri piccoli falchi, ha costituzione più robusta e pesante ma ci sono notevoli variazioni di dimensioni e peso, sia a seconda delle zone che del periodo dell'anno (specie per le popolazioni migratrici su lunghe rotte).

 

Origine zoogeografica:
Oloartica
Areale di distribuzione:
Nidifica nelle isole Britanniche e nella Regione Paleartica Orientale. In Sardegna compare durante la migrazione autunnale e primaverile. Sverna nelle principale pianure dell’isola.
Identificazione:
Il maschio del Falco columbarius è il più piccolo rapace europeo mentre la femmina può superare le dimensioni di altri falchi. Nell’insieme ha un aspetto compatto. Dimorfismo sessuale. Il maschio superiormente ha una colorazione blu lavagna con una striatura nera sulla coda. Testa grigio-ardesia, leggermente striata di scuro e nuca rossastra macchiettata di bruno; fronte e sopracciglio chiari, mustacchio poco evidente. Timoniere grigio-pallido con una larga banda sub-terminale scura e una linea terminale chiara. Inferiormente predomina una colorazione rossastra con fini striature scure. Gola biancastra. Coda come nella parte superiore ma con un maggior accenno di barratura. Il becco bluastro ha la punta nera e la cera gialla. Circoli orbitali bluastri. Zampe e tarsi gialli. Iride bruna. Nelle femmine la colorazione di base delle parti superiori è bruno-castana. La testa bruno-rossastra con leggere striature nerastre e una piccola area biancastra sulla nuca. Leggera colorazione ardesia sul dorso e sul groppone. Coda marrone scuro fittamente barrata con bande chiare e poco evidenti. Nella zona oculare si osserva una sottile stria nerastra. Parti inferiori bianco-crema fortemente striate di bruno-rossiccio scuro, fatta eccezione per la gola e il sottocoda dove le striature sono meno marcate. I giovani hanno una colorazione molto simile a quella della femmina adulta. Volo attivo caratterizzato da battiti rapidi intercalati da brevi planate.
Habitat:
Frequente le zone aperte con macchia bassa. Si nutre principalmente di piccoli uccelli come passeri, fringuelli, piccoli limicoli e pulcini. Occasionalmente si ciba di piccoli mammiferi, soprattutto roditori ed insettivori, e di insetti. Raramente preda anche anfibi e rettili.
Riproduzione:
Nidifica sul terreno o sui nidi in alberi abbandonati. Le uova 1-6 (2-5) vengono deposte in giugno. Il periodo di incubazione dura circa 28-32 giorni.
Fattori di minaccia:
Distruzione e alterazione dell’habitat ideale.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna, All. II; DIR. CEE 409/79, All. I.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Falco columbarius
Nome sardo:
Non esiste nome proprio
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:
Approfondimenti

Potrebbe interessarti anche:

  • Tipica anatra tuffatrice di aspetto massiccio e di medie dimensioni, collo lungo e robusto e un’ampia apertura alare. Peso di 750-1300 g ed una lunghezza di 42-46 cm. La femmina è...
  • Come riportato già nel 1995 dal compianto naturalista Helmar Schenk e come testimoniato da alcuni ricoveri nei centri fauna Forestas , la nostra isola rientra nell'areale...
    La specie è lunga circa 35 cm. Facilmente riconoscibile per i lunghi ciuffi sulla testa. Possiede le parti superiori macchiettate, generalmente fulve e grigio brune, mentre...
  • Il Cervo sardo-corso, è il più grande mammifero selvatico presente in Sardegna, costituisce la sottospecie endemica sardo-corsa del Cervo europeo ( Cervus elaphus Linnaeus , 1758).
    Il cervo sardo si distingue dalla specie nominale europea per alcuni caratteri morfologici come adattamento alle condizioni di insularità. Le dimensioni del corpo sono inferiori...
  • L’adulto misura da 4 a 6 centimetri ed è di colore bruno più o meno scuro. Le zampe anteriori scavatrici, robuste e corte, ricordano quelle delle talpe. Le ali sono ridotte ma...
  • Si tratta di una natrice di dimensioni contenute, che oscillano tra i 70 e i 100 cm di lunghezza. Le femmine sono più grandi dei maschi. La testa è ben definita rispetto al corpo...
  • Si tratta di un serpente della famiglia dei Colubridi , frequente incontrarlo nelle campagne e nei giardini, sia in terreni rocciosi, secchi e soleggiati, sia in luoghi più umidi...
    Si tratta di una specie di medie dimensioni che solitamente non raggiunge i 150 cm di lunghezza, con il corpo slanciato, capo ovoidale e ben distinto dal corpo, occhi grandi con...
  • Si tratta di un Colubride col corpo snello, che può raggiungere i 200 cm negli esemplari maschi, molto elegante sia come portamento sia come flessuosità di movimento. Gli adulti...
  • L’adulto, lungo 18-22 millimetri, ricorda un’esile libellula. Ha ali trasparenti e ricche di nervature, lunghe quanto il corpo, che è giallo pallido con macchie più o meno scure...
  • Di dimensioni minori del Cormorano, con una lunghezza di circa 75 cm, il collo più sottile e più corto, il becco più piccolo e la testa più sottile. Il corpo si presenta di un...
  • Si riconosce per la grossa mole, per le grandi orecchi parzialmente unite alla base e dirette in avanti, per la notevole sporgenza della coda oltre il margine della membrana...
  • Nei primi 3 anni di vita la specie ha una lunghezza del carapace di circa 50 cm. e un peso di circa 18 Kg., tra i 4 e i 5 anni ha un carapace lungo circa 60 cm. e un peso medio di...
  • Il Colubro sardo o Colubro ferro di cavallo è un serpente raro , caratterizzato da una colorazione spettacolare e una corporatura possente. Il colore di fondo è nero, ed è...
    La specie può raggiungere i 150 cm, talvolta li supera abbondantemente con lunghezze record, sfiorando i 170 cm. (maschio) e 184 cm (femmina). Si tratta di un'animale molto...