Falco cuculo

Falco vespertinus (foto di Jutta Luft - WikiMedia, CC BY-SA 3.0)
Origine zoogeografica:
Eurosibirica
Areale di distribuzione:
Nidifica nell’Europa Orientale fino alla Siberia centrale ed al Turchestan; i quartieri di svernamento sono localizzati nelle regioni Africane a Sud dell’Equatore. In Sardegna transita regolarmente durante la migrazione primaverile (maggio) con stormi variabili da 2-3 ad oltre 50 esemplari.
Identificazione:
Apertura alare 58-70 cm. Piccolo falco dalle ali strette ed appuntite ma larghe alla base. Coda relativamente lunga, squadrata e un po’ arrotondata. Dimorfismo sessuale. Le parti superiori del maschio sono uniformemente grigio-ardesia scuro, fatta eccezione per le remiganti grigio-argentee nettamente contrastanti col resto del piumaggio. Coda e sopraccoda nerastre. Parti inferiori grigio-scuro in risalto rispetto al nero ardesia delle copritrici. Becco arancio con punta grigiastra. Cera e circoli periorbitali rosso arancio intenso come i tarsi e le zampe. Iride bruno scura. Nella femmina la colorazione superiore è tendenzialmente grigio-ardesia. Fronte crema, testa e nuca rosso pallido. Lati del collo giallo-marrone o biancastri. Regione periorbitale e mustacchio marrone-nerastro. Inferiormente si osserva una duplice colorazione : beige-ruggine in corrispondenza del corpo e delle copritrici. Queste ultime presentano barrature sulle primarie e piccole macchie sulle restanti. Anche il corpo è finemente striato sui fianchi. Becco grigio con base gialla. La cera, i circoli periorbitali, le zampe ed i tarsi sono più pallidi che nel maschio. Iride scura. I giovani sono simili alla femmina adulta. Il volo è agile con battiti molto rapidi e regolari ad ali rigide durante la caccia.
Habitat:
Vive in ambienti aperti, pianeggianti, con vegetazione bassa e scarsa copertura boschiva. Si nutre preferenzialmente di insetti tra i quali coleotteri, termiti, cavallette, libellule, grilli ect. Si ciba anche di piccoli mammiferi, anfibi, rettili e talvolta di uccelli di piccole dimensioni in particolar modo nidiacei.
Riproduzione:
La deposizione delle uova, in numero di 3-4, avviene nel mese di maggio.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna, All. II.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Falco vespertinus
Nome sardo:
Non esiste nome proprio
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Si tratta di un piccolo sauro appartenente alla stessa famiglia del Gongilo Sardo ( Scincidi ). Questa specie è presente in gran parte del bacino occidentale del Mediterraneo...
    Come tutti gli Scincidi, la specie ha il corpo allungato e serpentiforme; può raggiungere e superare i 40 cm di lunghezza, ma generalmente si riscontrano dimensioni inferiori, la...
  • L’adulto può raggiungere circa 6 centimetri di apertura alare. Le ali sono bianche. Quelle anteriori hanno le estremità nere e, nelle femmine, hanno due macchie nere per ala.
  • L’adulto, lungo 18-22 millimetri, ricorda un’esile libellula. Ha ali trasparenti e ricche di nervature, lunghe quanto il corpo, che è giallo pallido con macchie più o meno scure...
  • Spesso confuso con il Gabbiano comune da cui differisce per la corporatura più snella ed elegante, capo relativamente piccolo, collo più alto, profilo affusolato posteriormente,...
  • E’ un pipistrello di grossa taglia con ali grandi, muso nero e corto, di color bruno scuro superiormente e bruno giallastro nel ventre; le orecchie hanno forma triangolare e trago...
  • Apertura alare 55-70 cm. Specie caratterizzata da coda lunga ed ali ampie e arrotondate. Dimorfismo tra i due sessi. La femmina è circa 1/3 più grande del maschio. Il maschio è...
  • Più piccolo e chiaro della specie nominale, ha una lunghezza totale di circa 38-53 cm, le zampe posteriori lunghe, una colorazione della pelliccia prevalentemente grigia,...
  • È una farfalla di medie dimensioni con un’apertura alare di circa 45-60 millimetri. Il maschio ha le ali colorate di un arancione molto intenso, macchiate di puntini neri e...
  • La rana di Lessona è nota anche come rana verde minore ed è un anfibio della famiglia Ranidae, presente in Europa.
    La specie è caratterizzata da una colorazione variabile, ma in genere mostra un fondo verde chiaro con delle macchie di un verde oliva o scuro sul dorso. Il capo ha forma...
  • La specie veniva considerata come razza geografica della Raganella italiana, ma di recente è stata elevata al rango di specie a sè stante. La pelle è liscia e piuttosto viscida,...
  • Uccello inconfondibile slanciato lungo circa 37 cm. Zampe lunghe rosse, collo e becco altrettanto lunghi. Il piumaggio della coda e del petto sono bianche in netto contrasto con...
  • Si tratta di una natrice di dimensioni contenute, che oscillano tra i 70 e i 100 cm di lunghezza. Le femmine sono più grandi dei maschi. La testa è ben definita rispetto al corpo...