Cuculo

Origine zoogeografica:
Olopaleartica.
Areale di distribuzione:
Presente nell’Isola come nidificante.
Identificazione:
Lunghezza di 32 cm, peso di 110 g, coda lunga color grigio scuro macchiata di bianco, sagoma slanciata, testa piccola, ali appuntite. Il piumaggio è blu-grigiastro superiormente, chiaro barrato di grigio inferiormente. Le zampe sono gialle. La femmina è simile al maschio con sfumature tendenti al rossiccio. I giovani presentano un piumaggio variabile.
Habitat:
Specie diffidente e solitaria al di fuori del periodo riproduttivo. Frequenta zone ecotonali in prossimità dei boschi, campagne con folti cespugli, coltivi con siepi. E’ molto vorace e si nutre principalmente di invertebrati.
Riproduzione:
Caratteristica di questa specie è il parassitismo: la femmina, infatti, poco prima della cova, individua il nido di un’altra specie insettivora per deporre il proprio uovo, tra maggio e giugno, delegando la cova ai legittimi proprietari del nido. Successivamente, quando l’uovo si schiude, il piccolo butta giù dal nido le altre uova.
Status di conservazione:
Specie non minacciata.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna all. III.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Cuculus canorus
Nome sardo:
Cucuerrai, cucuevai, cucuggregu.
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Spesso confuso con il Gabbiano comune da cui differisce per la corporatura più snella ed elegante, capo relativamente piccolo, collo più alto, profilo affusolato posteriormente,...
  • Possibile varietà Sardo-Corsa della più diffusa Podarcis sicula , rispetto alla quale risulta più piccola: raggiunge 25 cm inclusa la coda . Predata dai colubridi , micromammiferi...
    Le parti inferiori sono biancastre o con sfumature verdastre e manca spesso la punteggiatura scura, mentre superiormente la colorazione diventa verde, giallastra, marrone chiaro...
  • Frequenta ambienti a prevalente vegetazione erbacea .
    Apertura alare 100-121 cm. Ali ampie con punta arrotondata. Corpo massiccio e panciuto, testa grossa, coda stretta e lunga ad apice arrotondato. La silhouette delle femmine è...
  • Immediatamente riconoscibile per avere le estremità con dita ben visibili e tra loro unite da una membrana natatoria; il carapace ha contorno ovale, liscio e leggermente convesso...
  • Si tratta del più piccolo fra i chirotteri europei. I peli del dorso assumono una colorazione bicolore: scuri e nerastri alla base e più chiari all’estremità, mentre il ventre è...
  • Uccello di grandi dimensioni, caratterizzato dal lungo collo e da un becco piuttosto robusto. La colorazione, da cui prende il nome, è grigia cinerea, con predominanza netta del...
  • Sessi simili. Ardeide lungo circa 56 cm. con un’apertura alare di 88-100 cm, raggiunge il peso di 400-700 gr. circa. Presenta un piumaggio bianco, il becco scuro e sottile, zampe...
  • Il Verzellino è un piccolo uccellino lungo circa 11 centimetri, riconoscibile dal tipico sopracciglio giallo. La colorazione del piumaggio è bruno giallastro barrata di scuro. Il...
  • Dimensioni simili all’Airone rosso (80 – 90 cm), di colore bianco niveo su tutto il piumaggio e leggere sfumature fulve sul petto negli esemplari adulti e durante il periodo...
  • Le caratteristiche generali dell’asinello albino sono quelle comuni alla popolazione di asinelli sardi, dai quali si discostano poco. L’origine di questi animali non è stata...
  • La Marzaiola leggermente più grande dell’Alzavola ha una lunghezza di 37 cm, un’apertura alare di 60-63 cm e un peso di 250-600g. Il maschio è ben riconoscibile per una striscia...
  • Il ragno vespa ( Argiope fasciata ) è specie abbastanza comune, chiamato così per la colorazione dell'addome giallo-nero che lo rende simile alle vespe. Viene anche chiamato...
    Il nome deriva dal greco: argós che significa lucente. Lucente è il suo addome (è argenteo e bianco) con tante macchie rosse e bianche. Le zampe sono lunghe con chiazze scure e...