Cuculo

Origine zoogeografica:
Olopaleartica.
Areale di distribuzione:
Presente nell’Isola come nidificante.
Identificazione:
Lunghezza di 32 cm, peso di 110 g, coda lunga color grigio scuro macchiata di bianco, sagoma slanciata, testa piccola, ali appuntite. Il piumaggio è blu-grigiastro superiormente, chiaro barrato di grigio inferiormente. Le zampe sono gialle. La femmina è simile al maschio con sfumature tendenti al rossiccio. I giovani presentano un piumaggio variabile.
Habitat:
Specie diffidente e solitaria al di fuori del periodo riproduttivo. Frequenta zone ecotonali in prossimità dei boschi, campagne con folti cespugli, coltivi con siepi. E’ molto vorace e si nutre principalmente di invertebrati.
Riproduzione:
Caratteristica di questa specie è il parassitismo: la femmina, infatti, poco prima della cova, individua il nido di un’altra specie insettivora per deporre il proprio uovo, tra maggio e giugno, delegando la cova ai legittimi proprietari del nido. Successivamente, quando l’uovo si schiude, il piccolo butta giù dal nido le altre uova.
Status di conservazione:
Specie non minacciata.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna all. III.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Cuculus canorus
Nome sardo:
Cucuerrai, cucuevai, cucuggregu.
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • È una farfalla di piccole-medie dimensioni, raggiunge un’apertura alare di 34-44 millimetri. Ha le ali di color marrone, punteggiate da macchie giallo-arancioni. Le ali anteriori...
  • I sessi risultano differenziati: il maschio in primavera e durante l’inverno ha il capo e il collo di color verde scuro, collare bianco, petto bruno-rossiccio in contrasto con le...
  • Specie diffusa nella maggior parte del territorio italiano. Le sue dimensioni sono di 35-45 (50) mm (lunghezza testa-tronco) con un’apertura alare di 192-254 mm. Possiede le...
  • E’ il più piccolo dei Myotis europei. La specie ha il labbro superiore molto peloso, il muso appuntito, l’orecchio più lungo che largo, il trago sviluppato per più di ¾ dell’...
  • È una falena diurna di piccole dimensioni, con un’apertura alare di circa 20 millimetri. Le ali sono nere, bordate di chiaro, con delle grosse macchie rosso vivo, a loro volta...
  • Ha il corpo lungo 15-20 millimetri, il dorso di colore rosso-marrone screziato, e gli occhi grandi e rossi. Le zampe posteriori, adatte al nuoto, sono lunghe, appiattite e orlate...
  • Le ali sono di color cioccolato sfumato di grigio, con 4 grandi ocelli. La femmina adulta ha l’addome molto voluminoso e può raggiungere un’apertura alare di ben 16 cm. Il bruco è...
  • Il carapace è convesso, simile alla Testuggine greca, dalla quale si differenzia per avere un astuccio corneo all’apice della coda e per la presenza di due placche sopracaudali...
  • Abile saltatore, ha doti di gran scalatore e veloce corridore (circa 60 Km/h ): il Muflone è sicuramente tra gli animali più rappresentativi dell’Isola, perlomeno per gli ambienti...
    Ha un’aspetto compatto e robusto, con tronco e arti muscolosi, occhi grandi e orecchie brevi, piuttosto simile ad una pecora domestica ma con forme più slanciate,...
  • Il Cervo sardo-corso, è il più grande mammifero selvatico presente in Sardegna, costituisce la sottospecie endemica sardo-corsa del Cervo europeo ( Cervus elaphus Linnaeus , 1758).
    Il cervo sardo si distingue dalla specie nominale europea per alcuni caratteri morfologici come adattamento alle condizioni di insularità. Le dimensioni del corpo sono inferiori...
  • Il Gheppio è un piccolo falco dalla sagoma snella e agile, con le ali appuntite . Abile cacciatore, si nutre principalmente di piccoli mammiferi, lucertole, insetti, uccelli. Il...
    La coda stretta barrata di nero sul bordo e la testa rotondeggiante. Dimorfismo sessuale. La parte superiore del maschio è color castano rugginoso maculata mentre la parte...
  • Si riconosce per avere sulle tibie e nella membrana alare il pelo folto. La colorazione sul dorso è grigio scura o marrone giallastra con il ventre più chiaro. La lunghezza testa-...