Cortinarius orellanus

Cortinarius orellanus
Cappello:
2-10 cm; convesso-campanulato, poi appianato, con umbone largo e ottuso. Cuticola asciutta, finemente feltrata. Colore variabile rosso-arancio fino all'ocra-fulvo, bruno-rossastro negli esemplari adulti. Margine sottile, lievemente involuto, spesso fessurato.
Lamelle:
Rade , spesse, ventricose, adnate o decorrenti con un dentino, intercalate da lamellule. Colore fulvo-aranciato, infine bruno-cannella.
Gambo:
Altezza cm 5-12; diametro cm 1-2; cilindrico, flessuoso, attenuato alla base, percorso da fibrille rossastre. Base del gambo biancastra, cortina fugace brunastra.
Carne:
Soda, esigua ai margini del cappello, fulvo-giallastra, odore rafanoide.
Habitat:
Nei boschi di latifoglie, intorno ai 1000 metri. Raro.
Spore:
Rugginose in massa, ellittiche o amigdaliformi, verrucose. 9-12 X 5-7 micron.
Commestibilità:
Velenoso mortale.
Reazioni macrochimiche:
Carne + KOH = da bruno a bruno-rossastra; carne + guaiaco = lentamente bruno-oliva; carne + fenolo = viola-bruno.
Osservazioni:
Un cortinario pericolosissimo, responsabile di avvelenamenti spesso letali, i cui sintomi si manifestano con molto ritardo (vari giorni), rendendo quasi inutile ogni tentativo di intervento medico.
Condividi:
Scheda
Nome volgare:
Cortinario orellano, cortinario rosso.
Funghi:
Etimologia:
Orellanus = attinente alle montagne.
Sinonimi:
Cortinarius rutilans.

Potrebbe interessarti anche:

  • Un lichene è in effetti composto da due organismi distinti : tipicamente un fungo e un'alga . Il fungo viene detto micobionte (ovvero simbionte micotico , dato che i funghi sono...
  • 2-7 cm, emisferico poi piano. Superficie ocra olivacea , feltrata, ricoperta da fibrille brunastre. Margine inizialmente involuto.
  • 6-18 cm; da emisferico a convesso, infine appianato. Cuticola facilmente asportabile, lucida, colore rosso-arancio vivo, uniforme, spesso ricoperto da qualche lembo biancastro (...
  • 5-20 cm, da emisferico a convesso, infine guancialiforme, con andamento irregolare. Cuticola asciutta, leggermente tomentosa, di colore biancastro, o bianco
  • 6-20 cm, emisferico, poi pulvinato. Cuticola di colore rosa, o rosso lampone, o rosso ciliegia, che si screpola con tempo asciutto, quando nell'adulto compaiono delle macchie...
  • 2-4 cm; da parabolico a campanulato, color grigio-bruno al centro, rosa-lillacino verso il margine.
  • 2-3,5 cm, inizialmente convesso poi spianato, infine ombelicato. Superficie lucida, viscosa a tempo umido, fulvo, bruno-ocraceo o bruno-rossiccio. Margine pseudodenticolato.
  • 5-18 cm; convesso, poi appianato depresso e talvolta imbutiforme. Cuticola separabile, lucida, asciutta, rugosa, di colore giallo-arancio brillante; invecchiando scurisce a...
  • 2-6 cm; convesso poi nettamente depresso. Colore variabile dal violetto al viola vinoso, con centro solitamente verdastro. Cuticola separabile, untuosa, decolorata al margine.
  • 5-12 cm; emisferico, poi convesso-appianato. Cuticola liscia, vischiosa, facilmente separabile. Colore marrone scuro omogeneo, con fiammature radiali nerastre, innate.
  • 2-8 cm; campanulato-convesso poi appianato, leggermente umbonato; colore verde bluastro con tempo umido, glutinoso; tende a macchiarsi di giallo con tempo asciutto. Ricoperto da...