Boletus pulchrotinctus

Boletus pulchrotinctus
Cappello:
5-20 cm, da emisferico a convesso, infine guancialiforme, con andamento irregolare. Cuticola asciutta, leggermente tomentosa, di colore biancastro, o bianco
Gambo:
altezza cm 5-15; diametro cm 3-6, dapprima panciuto-obeso, poi allungato, con ingrossamento prima della base, con parte terminale radicante. Colore giallastro con tonalità grigiastre, talvolta con zona anulare rosa. Percorso da un reticolo concolore a maglie larghe.
Carne:
spessa, soda, presto molle, vira all'aria all'azzurro-verdognolo, più evidente nella parte alta del gambo, nei tubuli e nel cappello. In alcuni esemplari il viraggio è debole.
Tubuli:
lunghi, adnati, giallastri, giallo-olivastri a maturità. Al tocco, virano al verde-azzurro.
Habitat:
sotto latifoglie (Quercus ilex), in terreno calcareo. In stazioni termofile, raro.
Commestibilità:
non accertata.
Osservazioni:
un bellissimo Boleto, molto raro, ma talvolta abbondante nelle ben localizzate stazioni di crescita. In Sardegna stato raccolto nel Supramonte di Orgosolo, sui calcari di Oliena e di Cala Gonone. Carattere distintivo il rosa carico sul margine del cappello, che contrasta con i toni chiari del resto del carpoforo. È una specie molto discussa in questi ultimi anni; infatti, secondo alcuni autori, non sarebbe altro che una forma deviante del Boletus satanas che, per condizioni ambientali particolari, si presenta con colorazioni atipiche, ma che rientrerebbero nel campo di variabilità della specie.
Condividi:
Scheda
Funghi:

Potrebbe interessarti anche:

  • 4-8 cm; emisferico, poi convesso, infine appianato e guancialiforme. Superficie bitorzoluta, screpolato con tempo secco e ventoso, untuoso con tempo umido. Colore bruno-scuro...
  • 5-12 cm; emisferico, poi convesso-appianato. Cuticola liscia, vischiosa, facilmente separabile. Colore marrone scuro omogeneo, con fiammature radiali nerastre, innate.
  • 2-6 cm; convesso poi nettamente depresso. Colore variabile dal violetto al viola vinoso, con centro solitamente verdastro. Cuticola separabile, untuosa, decolorata al margine.
  • 2-3,5 cm, inizialmente convesso poi spianato, infine ombelicato. Superficie lucida, viscosa a tempo umido, fulvo, bruno-ocraceo o bruno-rossiccio. Margine pseudodenticolato.
  • 2-5 cm, conico poi convesso con umbone ottuso. Superficie giallo paglierino o giallo-ocraceo, ricoperta da piccole squame che si infittiscono nel disco.
  • di 4-5 cm, inizialmente emisferico poi convesso, infine piano; margine liscio talvolta appendicolato o leggermente striato; cuticola asciutta bianca, ricoperta di verruche conico-...
  • 8-15 cm, irregolarmente ovale o subgloboso, cerebriforme, costituito da grosse pieghe contorte, di colore bruno-ocraceo o bruno-marrone.
  • 2-6 cm, da convesso a campanulato-convesso. Superficie viscosa, ocra-brunastra o ocraceo-fulva, con fibrille radiali più scure. Margine involuto, biancastro negli esemplari...
  • 4-15 cm; convesso, poi imbutiforme; carnoso; margine arrotolato, con zonature concentriche di colore rosso-arancio, rosso-salmone, su sfondo più chiaro; tende a macchiarsi di...
  • 5-20 cm; carnoso, convesso poi appianato, guancialiforme, con gibbosità irregolari. Cuticola vellutata, di un bel colore rosso vivo, rosso-porpora. Margine lobato.