Monte Arci - Acquafrida

Acquafrida

La foresta ricade nel territorio amministrativo di Santa Giusta, ai confini degli agri di Pau ed Ales. Il substrato geologico è costituito da rocce effusive acide, con netta prevalenza di rioliti e rio-daciti. L’area è caratterizzata da elevato gradiente altimetrico, poiché si passa dai 155 m s.l.m. di Pira inferta ai 760 m di Conka ‘e Seda. All’interno della foresta sono presenti diverse sorgenti e corsi d’acqua a carattere torrentizio e stagionale.  

Superficie del perimetro forestale: 387 ha

Aspetti vegetazionali:
A predominare in maniera netta sono i boschi di leccio intervallati, nelle aree più degradate e percorse da incendio, da macchia a fillirea, lentisco, cisto e corbezzolo. Nell’area di Dispensa Sa Spendula, raggiungibile solamente a piedi tramite un sentiero ben segnato, è possibile ammirare i resti di un antico insediamento di carbonai toscani che hanno utilizzato questi boschi negli anni Quaranta del secolo scorso.
Aspetti faunistici:
La fauna è quella tipica della Sardegna, con presenza di cinghiali, volpi, martore, donnole, astori, ghiandaie, poiane, lepre sarda e coniglio selvatico.
Come si raggiunge:
Vi sono diverse vie di accesso, il più vicino parte dal centro abitato di Pau (Or) si prende la strada che conduce al Campeggio di Sennixeddu, proseguendo e salendo lungo la strada bitumata per un chilometro si arriva fino alla segnaletica che indica “Acquafrida”.
Condividi:
Scheda
Tipologia:
Servizio di appartenenza:
Complesso forestale di afferenza:

Potrebbe interessarti anche:

  • Dal punto di vista fitoclimatico la zona si inquadra nel Lauretum secondo tipo (a siccità estiva) sottozona calda e media. Il complesso forestale "CEDRINO" è situato nel Comune di...
  • L’Unità Gestionale di Base denominata Su Lau, posizionata sul versante centro-occidentale della Sardegna, ricade su una piattaforma carbonatica nel territorio del Comune di Laconi.
  • Forest'Anela fu dichiarata inalienabile dalla legge 4 marzo 1886 n. 3713 e affidata al Demanio dello Stato. Per il suo patrimonio forestale, è senz'altro una tra le più...
  • II clima della zona è quello tipicamente mediterraneo, caratterizzato da inverno mite e piovoso ed estate calda e siccitosa con moderate escursioni termiche.
  • L’isola, interamente compresa nel Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, area protetta marina e terrestre di interesse nazionale e comunitario, afferisce per la gestione...
  • In questa foresta demaniale sono stati reintrodotti in numero consistente i cervi, specie che ha rischiato l’estinzione ma che ad oggi prolifera distribuendosi sull’intero...
  • Il complesso forestale di Crastazza-Tepilora ricade a pieno titolo all'interno del Parco Naturale Regionale dell'Oasi di Tepilora finalizzato alla conservazione e tutela delle...
  • Il cantiere prende il nome dal lago artificiale del fiume Tirso, il lago Omodeo, completato nel 1924 ed inserito nell'elenco dei siti di interesse comunitario per via della sua...
  • Il cantiere forestale è costituito da territori di proprietà dei comuni di Austis, Neoneli e Nughedu Santa Vittoria, dati in gestione all'Ente Foreste della Sardegna, con la...
  • La Foresta Demaniale Filigosu divenne demanio regionale nell'anno 1965 attraverso compravendite dal Comune di Oschiri e da privati.
  • Complesso forestale di proprietà dei Comuni di Illorai ed Esporlatu in concessione all’Ente Foreste dal 1991. Si segnala la presenza di boschi misti di leccio ed agrifoglio di...