Camedrio (erba gatta)

camedrio

Piccolo arbusto sempreverde alto fino a 50cm.

Fusto legnoso e cespuglioso, rami sottili peloso-biancastri.

Foglie molto odorose con picciolo di 1-2 mm, opposte, intere, con lamina ovale, lineare- lanceolata, superiormente verde e glabre, inferiormente tormentose; margine ripiegato.

Fiori color rosa-violaceo, leggermente più grandi delle foglie.

 

 

Extra:

Da questa pianta si ottiene un miele prelibato, prodotto di nicchia, che tradizionalmente viene raccolto in Ogliastra: nel 2012 il miele di Teucrium prodotto dal nostro complesso forestale del Supramonte Ogliastrino (Urzulei, Baunei) ha ottenuto l'attestato di qualità al concorso della XXXVI Mostra Mercato Internazionale di Montalcino.

Condivide il nome comune di "erba dei gatti" o "erba gatta" o "erba gattaria" con la più diffusa Nepeta cataria e con la Valeriana officinalis: il nome è dovuto all'attrazione che suscita nei felini…pare che i gatti che ne annusano l’odore inizino a fare le fusa, perché l’erba gatta contiene una molecola con effetto simile ai feromoni felini, e questo provoca in loro una certa attrazione...

Corologia:
È presente in Sardegna, Corsica , Arcipelago Toscano, Isole Hyères, ed in alcune località della Dalmazia. Presenza da accertare nelle Baleari. Tipo corologico: Subendemica
Fenologia:
Aprile o maggio, a seconda della località.
Habitat:
Pianta eliofila e xerofila indifferente al substrato anche se predilige terreni calcarei. Vegeta dal livello del mare fino ai 1000 metri di altitudine su terreni rocciosi e rupi.
Forma biologica:
Camefita frutticosa.
Curiosità:
Il forte odore caratteristico dell’Erba gatta può provocare lo starnuto, ed in passato alcune parti della pianta venivano utilizzate come stimolante e come cicatrizzante. È una specie che si presta ad essere coltivata su qualsiasi terreno.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Teucrium marum
Nome sardo:
Issopo, Erva pùtita, Erba pudida, Erba de arrefrìus, Manteddàda, Iscùla padèdas, Archemissa, Mammulèu, Brunedda
Flora:
Famiglia:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Il nome latino può indurre in errore: phonicea non rimanda ai Fenici ma al greco "φοινικεος" che significa rosso porporino , come il colore delle sue galbule, usate per la...
  • Albero che non supera i 10 metri, con un fusto dritto, talora un po’ sinuoso, che sostiene una chioma arrotondata ed espansa. Corteccia omogeneamente e finemente rugosa,...
  • Pianta alta 20-80 cm. , generalmente robusta, con fusto eretto, di colore brunastro, grigiastro o violaceo, senza vere foglie, ma con brattee guainanti dello stesso colore...
  • Sull'Isola dell'Asinara è presente a Elighe Mannu e Cala Dei Ponzesi.
  • Lo zafferano minore (o Croco ) è una specie endemica di Sardegna e Corsica, assai affine allo Zafferano vero ( Crocus sativus L.) pianta di origine asiatica che trova ampio...
  • Il crisantemo giallo è una pianta a distribuzione strettamente mediterrane, presente in quasi tutte le regioni dell'Italia centro-meridionale e in Liguria, Emilia-Romagna e Friuli...
  • Primulacea annuale , poco pelosa, dalle dimensioni ridotte (tra i 5 ed i 15 cm). Fusto erbaceo, ascendente, molto ramoso, di colore verde. Foglie opposte, di un bel verde, più...
  • I Muschi (si usa il plurale perchè sono migliaia le varietà raggruppate sotto questo nome comune ) sono organismi vegetali che, a differenza delle altre piante, non hanno radici...
  • Sottospecie endemica della Sardegna, comune ma localizzata nella Nurra (tra Capo Caccia e Torre di Bantine). Arbusto spinoso molto ramificato alto 30-60 cm. I rami sono rigidi,...
  • Pianta slanciata, alta 15-20 cm ., di colore verde, con fusto cilindrico , eretto, gracile. Le foglie sono due, alterne, ben distanziate tra loro, cuoriformi e appuntite; la...
  • Pianta lianosa rampicante, con fusto legnoso, rami giovani erbacei. È considerata una pianta invasiva del bosco, specialmente in associazione con i rovi : dove c'è un po' di luce...
  • Portamento arboreo con chioma ovato-piramidale e rami eretti; raggiunge i 20 metri di altezza .