Vespertilio maghrebino

Myotis Punicus - Vespertilio maghrebino
Areale di distribuzione:
Specie mediterranea-nord africana, il cui areale comprende Marocco, Algeria, Tunisia, Libia e le isole Sardegna, Corsica, Malta. Quelle sarde sono le uniche popolazioni italiane. Questa specie era sino ad oggi descritta come Myotis myotis. Recenti studi genetici l’hanno invece attribuita alla specie nord-africana Myotis punicus.
Identificazione:
Pipistrello di grossa taglia, è il più grande Myotis della Sardegna, facilmente riconoscibile per la sua mole e per le orecchie piuttosto lunghe. Pelliccia di colore grigio-bruno chiaro sul dorso, molto chiaro quasi biancastro nella parte ventrale. Lunghezza testa-tronco 67-79 mm, apertura alare 350-410 mm.
Habitat:
Specie troglofila con buona diffusione in Sardegna, dal livello del mare a 1200 m di quota. E’ specie migratoria che utilizza come rifugio quasi esclusivamente grotte o gallerie sotterranee, a bassa quota per la riproduzione e in cavità molto fredde di alta quota per il letargo invernale. Alimentazione simile al Myotis myotis, con predilezione per insetti di grossa taglia come coleotteri e ortotteri, spesso catturati al suolo o sulle piante.
Riproduzione:
Le femmine in periodo riproduttivo formano chiassose colonie di centinaia di esemplari, nelle quali si aggregano con altre specie di pipistrelli. Partoriscono un solo piccolo in maggio-giugno. L’accoppiamento avviene già da fine agosto sino a ottobre.
Status di conservazione:
Specie minacciata, per la quale si registra negli ultimi anni in Sardegna la scomparsa di alcune colonie in rifugi sotterranei.
Fattori di minaccia:
Il maggior pericolo è costituito dalla distruzione dei rifugi sotterranei e dal disturbo nel loro interno.
Grado di protezione:
Non risulta inserito in leggi o convenzioni europee, ma essendo l’unica popolazione italiana necessita sicuramente di particolare attenzione.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Myotis punicus
Nome sardo:
Tutturréddu, alaepèdhe, pinnedhu, pibiristedhu
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Uccello di grandi dimensioni, caratterizzato dal lungo collo e da un becco piuttosto robusto. La colorazione, da cui prende il nome, è grigia cinerea, con predominanza netta del...
  • La Marzaiola leggermente più grande dell’Alzavola ha una lunghezza di 37 cm, un’apertura alare di 60-63 cm e un peso di 250-600g. Il maschio è ben riconoscibile per una striscia...
  • La rana di Lessona è nota anche come rana verde minore ed è un anfibio della famiglia Ranidae, presente in Europa.
    La specie è caratterizzata da una colorazione variabile, ma in genere mostra un fondo verde chiaro con delle macchie di un verde oliva o scuro sul dorso. Il capo ha forma...
  • È una farfalla di medie dimensioni con un’apertura alare che può variare da 50 a 60 millimetri. La femmina ha le ali con una sfumatura verdastra. Nel maschio le ali sul lato...
  • Specie inconfondibile, lunga 1,30 m, con un’apertura alare di circa 140 cm. ed un peso variabile tra i 2 ed i 4 kg. Un trampoliere rosato con collo e zampe lunghissimi e il becco...
  • Si tratta del più piccolo geco europeo, che da adulto (la femmina) non supera gli 8 cm inclusa la coda. Il dorso, a differenza delle altre specie, non presenta protuberanze e le...
  • La principale caratteristica di questa specie, come di tutti i Lucanidi, sono le grandi mandibole del maschio, possenti e ricurve. Il corpo è allungato e leggermente appiattito,...
  • Le dimensioni della specie sarda (corpo lungo 39-51 cm, peso 1,5-2,5 kg) sono di poco superiori a quelle del coniglio, da cui si differenzia per orecchie e zampe posteriori più...
    Le dimensioni della forma sarda (lunghezza del corpo 39-51 cm, peso kg.1,5-2,5) sono di poco superiori a quelle del coniglio da cui si differenzia per le orecchie e le zampe...
  • Si tratta di una natrice di dimensioni contenute, che oscillano tra i 70 e i 100 cm di lunghezza. Le femmine sono più grandi dei maschi. La testa è ben definita rispetto al corpo...
  • Scoperto di recente, era sfuggito ad una serie di studi che da sempre hanno interessato la Sardegna. Il carattere morfologico più evidente che distingue il Plecotus sardus dalle...
  • L’adulto è lungo 8-12 millimetri e presenta una colorazione rossa con disegni geometrici neri che ricordano dei motivi tribali africani. Le ali sono ridottissime, inadatte al volo.
  • È una farfalla di piccole dimensioni, con un’apertura alare di circa 30-45 millimetri, dal colore marrone e arancio, con una macchia scura (ocello) vicino all’apice anteriore. La...