Pettegola

Origine zoogeografica:
Euroasiatica
Areale di distribuzione:
Diffusa in Islanda, Isole Britanniche, Europa continentale e localmente in quella meridionale, Asia centrale. In Sardegna la Pettegola nidifica in numero molto basso ed è presente principalmente come specie svernante. Nidifica nelle zone umide di Cagliari e dell’Oristanese.
Identificazione:
La colorazione della Pettegola è grigio brunastra su tutto il corpo, fittamente striato di nero e grigio nelle parti superiori. Il basso ventre si presenta leggermente più chiaro. Le zampe hanno una colorazione rosso arancio, becco rosso con apice nero. Le sue dimensioni sono medio piccole, ha forme eleganti con becco di media lunghezza, zampe lunghe e coda quadrata. Durante il volo si può osservare una fascia chiara sul bordo posteriore delle ali. Lungo cm 27-28, peso gr. 100-140. Il volo è rapido con frequenti battiti d’ala, sul terreno si muove facilmente.
Habitat:
La Pettegola ama frequentare le lagune, gli stagni, gli estuari e le saline. Specie dal carattere inquieto e rumoroso, diffidente che invola al primo cenno di pericolo, emettendo un verso di allarme. Spesso si osserva in piccoli gruppi o, a volte, in branchi numerosi. La dieta è costituita da insetti, crostacei e molluschi, ma spesso non disdegna i vegetali. Ricerca il cibo tra il fango e sul fondo dei bassi fondali.
Riproduzione:
L’epoca degli amori inizia in aprile col corteggiamento. Il nido viene costruito su piccoli fossi sul terreno, ricoperti di morbido materiale vegetale, sui quali vengono deposte generalmente 4 uova color crema e punteggiate di marrone, che sono incubate anche dal maschio per circa 23-24 giorni.
Status di conservazione:
Rara a livello regionale, italiano.
Fattori di minaccia:
Bonifica delle zone umide in generale. Inquinamento delle acque.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna (legge 503/1981, allegato III); L. R. 29 luglio 1998, n° 23.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Tringa totanus
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Della famiglia dei Columbidi è il rappresentante più piccolo. È lunga 27 cm. con un peso di 145-160 g. Ha il corpo slanciato, la testa piccola e il becco breve. Il piumaggio è...
  • L'assiolo - o assiuolo - misura poco più di 18 cm. Il suo piumaggio è notevole: il pattern ricorda una corteccia d'albero, ma a toccarla certamente è una soffice coltre piumata...
    Lungo 19 cm, con un’apertura alare di 53-63 cm ed un peso di 55-130 g. Il piumaggio è superiormente bruno scuro lievemente vermicolato, con sfumature rossicce; inferiormente...
  • È una falena diurna di piccole dimensioni, con un’apertura alare di circa 20 millimetri. Le ali sono nere, bordate di chiaro, con delle grosse macchie rosso vivo, a loro volta...
  • È una farfalla di piccole dimensioni, con un’apertura alare di circa 37-40 millimetri. Le ali hanno un colore rosso arancio, il bordo anteriore di quelle superiori è tigrato,...
  • Piccolo passero di 15 cm. circa. Presenta dicromismo sessuale. Il maschio si riconosce per il vertice castano, colore nero sulla gola e sul petto piuttosto esteso, fianchi striati...
  • Le abitudini coprofaghe del capovaccaio gli hanno attribuito i nomignoli spagnoli di churretero e moñiguero , vale a dire " mangiatore di sterco "...
  • Si tratta della sottospecie endemica di Sardegna e Corsica: Splendido passeriforme di colorazione vivace, caratteristico cinguettio melodioso e piccole dimensioni ...
    È un passeriforme piuttosto comune, dall'aspetto inconfondibile: testa bianca nei lati e nera all'apice; viso con chiazze rosso sangue, e mascherina nera intorno agli...
  • Il topolino selvatico differisce dal topolino domestico per le orecchie più grandi, gli occhi più sporgenti i piedi posteriori più lunghi ed il corpo più snello ma poco più grande.
    La colorazione della pelliccia sul dorso è marrone giallastro sfumata di grigio, il è ventre bianco grigiastro. La lunghezza testa-tronco è di 80-120 mm, la coda 69-110 mm, il...
  • Questa formica, che misura 4-6 millimetri, ha la testa di colore rosso cupo e il resto del corpo nero. Le antenne sono a forma di “L” e clavate. La regina ha le stesse...
  • Sessi simili. La coda si presenta con una banda scura all’apice e due bande di identico colore alla base. Grande variabilità nella colorazione del piumaggio, ma generalmente si...
  • Gabbiano snello, piuttosto piccolo, facilmente identificabile dal cappuccio di colore scuro durante il periodo riproduttivo. Le zampe e il becco ricurvo all’estremità sono...
  • I sessi risultano differenziati: il maschio in primavera e durante l’inverno ha il capo e il collo di color verde scuro, collare bianco, petto bruno-rossiccio in contrasto con le...