Liberazione di un biancone: analisi delle cause dell'infortunio

09 Febbraio 2021
biancone ricoverato a Monastir dic 2020

Dopo 40 giorni di ricovero, il 5 febbraio 2021 è stato liberato un esemplare di Aquila dei serpenti.  Salvato in località Paringianu (Portoscuso) quando era già in grave stato sanitario di ipotermia e denutrizione il 27 dicembre 2020, è stato portato subito al CARFS Forestas di Monastir per il ricovero.

Sottoposto a cure veterinarie in ricovero con temperatura controllata per superare l'ipotermia, il biancone gradualmente ha ripreso completamente il suo buon stato sanitario, sino al pieno recupero, coronato con la liberazione.

Il Biancone è stato liberato nella stessa località di ritrovamento, anche per aiutarlo ad orientarsi nel suo volo di ritorno verso l'Africa, bruscamente interrotto per le sue condizioni fisiche.

Probabili cause dell'accaduto

Questo ricovero del Biancone in difficoltà, è probabilmente spiegabile con i cambiamenti climatici che gradualmente stanno diventando rilevanti anche nella nostra regione, con conseguenze sugli animali: infatti l'aquila dei serpenti è di passaggio in Sardegna, e al più tardi il suo transito si verifica nel mese di novembre; ma questo novembre 2020 la temperatura era ancora mite e ciò ha ritardato troppo l'emigrazione verso il continente Africano, sposandola al mese di dicembre, quando poi le temperature si sono improvvisamente irrigidite, diventando incompatibili per la sua attività di caccia (si tratta di un predatore di rettili, che con il freddo estremo non ha più trovato cibo). Dunque possiamo solo supporre che il Biancone abbia ritardato la migrazione per le anomale temperature, trovandosi poi in situazione di carenza alimentare (ofidi in letargo): quindi si può ipotizzare che lo sfasamento delle temperature, il gran tepore del tardo autunno, abbiano ingannato il Biancone, sfasandone i tempi di migrazione.

 Ma potrebbe anche aver subito una intossicazione e la conseguente debilitazione ne avrebbe rallentato la partenza. Questi rapaci sono infatti soggetti ad intossicazioni secondarie dovute all'ingestione di  serpenti (come i biacchi, ghiotti di topi) a loro volta intossicati (la famosa catena di morte dei veleni...avveleniamo i topi che se non muoiono subito rischiano di avvelenare, a loro volta, serpenti e/o rapaci e/o altri piccoli predatori che si sono nutriti del topo avvelenato). Questa eventualità potrebbe aver ridotto le capacità di nurtrirsi del Biancone proprio prima del suo viaggio verso l'Africa. 

Per concludere, una cosa è certa: il soccorso e le cure hanno salvato il Biancone, che probabilmente adesso avrà tentato di raggiungere l'Africa. Speriamo di rivederlo ancora sui nostri cieli, al prossimo passaggio stagionale.

Condividi:

Notizie ed eventi

16 Marzo 2021

Durante questo evento - che si terrà ON-LINE il 16 e 17 marzo 2021 - saranno discusse le politiche per rendere i prodotti non-legnosi (NWFP - Non Wood Forest Products ) un pilastro della bio-economia...

28 Febbraio 2021

La nuova rete di sentieri che attraversano il più grande Parco regionale dell’Isola, dopo i lavori eseguiti da Forestas in collaborazione con Città Metropolitana, CAI Cagliari ed Ente Parco, sarà in maggioranza classificata per “ Escursionisti...

25 Febbraio 2021

La Sardegna, secoli e secoli fa era presumibilmente un' Isola verde , quasi interamente ricoperta di bosco, quando la scarsità di popolazione (quindi i limitati bisogni della colonizzazione umana) non avevano ancora prodotto...

24 Febbraio 2021

Il Servizio Territoriale di Oristano rende noto a tutto il proprio personale dei Presidi Forestali di Villaurbana e Nughedu S.V. - che si intende individuare due dipendenti di CATEGORIA B da adibire a funzioni...

18 Febbraio 2021

Una ricerca recentemente pubblicata da Forestas e Centro Conservazione Biodiversità (CCB) mostra conclusioni importanti per la gestione forestale, basata su comprensione e mantenimento dei processi ecologici chiave degli...

26 Gennaio 2021

Il Servizio Territoriale di Cagliari comunica la prossima riapertura delle vendite nei Vivai forestali di Bagantinus (Decimomannu) e Campu s'isca (Villacidro).

Entrambi i vivai riapriranno a febbraio, con il nuovo orario 2021 che prevede...

25 Gennaio 2021

Anche attraverso i boschi del Marganai , dopo un anno di rilievi puntuali, studi cartografici e catastali, sopralluoghi e verifiche sul campo, sono state completate le prime due fasi della complessa progettazione...

20 Gennaio 2021

L'Agenzia Forestas, in attuazione del proprio Piano del fabbisogno, ha attivato una procedura di assunzione di 1 dirigente con profilo amministrativo-contabile a tempo indeterminato, mediante scorrimento di graduatoria...

20 Gennaio 2021

Pubblicati 2 avvisi per complessivi 5 posti in comando all'Agenzia Forestas di 2 funzionari tecnici e 3 amministrativi, presso le sedi territoriali di Nuoro , Lanusei , Iglesias...

15 Gennaio 2021

Aggiornamento sugli orari dei punti vendita nei Vivai regionali Forestas. Per gli URP, inoltre, l'apertura al pubblico degli sportelli resta limitata , per via di provvedimenti cautelativi che...

13 Gennaio 2021

Il centro faunistico e di allevamento di Majadahonda (Madrid) è stata gravemente danneggiato dalla tempesta " Filomena " che ha investito la Spagna centrale nei giorni scorsi, portando neve e venti che hanno lasciato ingenti...

07 Gennaio 2021

È ormai nota la correlazione: i cavi aerei minacciano in tutto il mondo milioni di uccelli, come mostra la recente perdita per elettrocuzione di due aquile del Bonelli: le soluzioni arrivano dalla collaborazione...