Intervento del prof. Agnoletti sul Marganai

12 Novembre 2015
Marganai, panoramica

Il Prof. Mauro Agnoletti, direttore del Laboratorio per il Paesaggio, Scuola di Agraria, Università di Firenze, nonché esperto scientifico della Convenzione per la Diversità Biologica delle Nazioni Unite, UNESCO WHC, FAO GIAHS, European Landscape Convention, è anche coordinatore del Gruppo di Lavoro sul Paesaggio, Rete Rurale Nazionale MIPAAF ed è uno dei massimi esperti in materia di paesaggio forestale.

Il prof. Agnoletti rassicura ironicamente "chi pensa che i boschi della Sardegna siano in pericolo" e ricorda che "il paesaggio forestale unico" che caratterizza il nostro paese è fatto di formazioni e boschi non di origine naturale, ma frutto dell’opera dell'uomo nel corso dei secoli: il "governo a ceduo" rientra tra le pratiche connaturate alla storia del paesaggio italiano e non appare corretto demonizzare una modalità di gestione attiva e sostenibile del bosco, che oggi interessa poco più di 100.000 ettari in Sardegna.

Passando all'argomento principale, Agnoletti sottolinea come l'erosione sia un fenomeno naturale, le attività antropiche possono influenzarla in positivo o in negativo: certamente si interviene sull'ambiente coltivando o sfruttando un bosco o un pascolo, e tuttavia (a patto di farlo in maniera sostenibile e con i criteri dettati dall'evoluzione dei saperi e della scienza forestale) questo intervento dell'uomo può essere accettato e consapevole del fatto che "senza le colture agricole e lo sfruttamento delle risorse non esisterebbe la nostra civiltà". Ancora su questo punto l'esperto di paesaggio afferma "il fatto che il taglio di un bosco procuri una desertificazione irreversibile non ha fondamento".

Con esempi e dati, Agnoletti passa poi a dimostrare che il bosco non garantisca a priori la massima protezione dai dissesti ambientali e quindi (qui è posta l'enfasi dell'argomentazione) è sbagliato pensare che eliminare o sfruttare un bosco generi un disastro ambientale irreversibile.

Chiarito che non si vuole sostenere od incentivare la distruzione del bosco ma si vuole ricomprenderne lo sfruttamento delle sue risorse naturali nel quadro della gestione forestale sostenibile, il coordinatore del gruppo di lavoro sul paesaggio presso il Ministero dell'Agricoltura tocca un altro punto sensibile della questione Marganai, asserendo che in linea generale "la ceduazione rappresenta la forma di governo del bosco più diffusa in Italia, ed è una pratica storica caratteristica del nostro paesaggio", si tratta di una "pratica colturale" che non altera in modo irreversibile il paesaggio ma lo gestisce con interventi periodici.

Significativa e pertinente con il caso del Marganai e con l'operato dell'Ente Foreste anche l'affermazione secondo la quale "le scienze forestali l’hanno sistematizzata [la ceduazione, ndr] per assicurare il mantenimento del suolo e la rinnovazione del bosco, poiché l’obiettivo della selvicoltura è utilizzare il bosco e mantenerlo, non distruggerlo".

Infine, il prof. Agnoletti spiega come il problema di fondo - dal suo autorevole punto di vista - sia il confronto, ormai planetario, fra chi ritiene che l’uomo non debba toccare la natura e chi invece pensa che possa farlo senza necessariamente distruggere il pianeta. E, per il paesaggio italiano, fra chi pensa che dovremmo assomigliare a Scandinavia o Canada oppure rimanere l’Italia, cioè coltivare la terra e i boschi e creare paesaggi culturali che il mondo ci invidia.

Per la versione integrale degli interventi di Agnoletti si rimanda al suo blog
- La selva del Sulcis: allarme per il paesaggio forestale sardo?
- Foresta di Marganai nel Sulcis, gestione del bosco e dissesto idrogeologico

Articoli correlati
- Appunti del prof. PIUSSI sul Marganai
- Come nel medioevo le foreste diventarono una risorsa di primaria importanza (intervento di PAOLO MIELI sul Corriere della Sera;
- GESTIONE SOSTENIBILE DEI BOSCHI CEDUI: un progetto LIFE finanziato dall'Unione Europea nel 2015 al quale ENTE FORESTE PARTECIPA ATTIVAMENTE.

Condividi:

Notizie ed eventi

14 Luglio 2020

L'Agenzia FoReSTAS ha curato con propri uomini e mezzi la sistemazione di una importante porzione del noto colle di Cagliari . Un sintetico report sull'intervento, con interessante documentazione a corredo

13 Luglio 2020

L'autore dell'importante guida Amphibians and Reptiles of Britain and Europe -ha visitato la Foresta Demaniale Settefratelli per controllare lo stato di conservazione della popolazione del Geotritone...

22 Giugno 2020

Forestas ha aderito all'obiettivo ambizioso presentato dalla Fondazione AlberItalia con l'intento di dare gambe all'iniziativa di piantare 60 milioni di nuovi alberi nel nostro Paese (uno per ogni abitante)...

17 Giugno 2020

L'Agenzia Forestas curerà la sperimentazione, l'attività di Ricerca e l'attuazione di alcuni interventi selvicolturali dimostrativi per la riduzione del rischio incendi nelle pinete litoranee di Porto Conte (...

08 Giugno 2020

A Fonni , nel parco comunale Tanca dei Frati , gestito da Agenzia Forestas, per qualche giorno è stata sperimentata un' aula didattica sotto gli alberi , per alunni della scuola primaria, nella necessità di...

05 Giugno 2020

Un lavoro scientifico, che in tanti richiedono all'Agenzia. Forestas lo rende disponibile alla collettività in un momento di grandi mutamenti ambientali e di trasformazioni di origine antropica che pongono nuove frontiere alla Scienza Forestale...

03 Giugno 2020

Venerdi 29 maggio, dopo una maratona on-line di 5 giornate , si è concluso l’ hackathon TrHack your Tou r, nato c on l’obiettivo di sviluppare idee innovative , legate al...

30 Maggio 2020

Giovedì mattina, 28 maggio, nella sede Forestas di Oristano, hanno firmato il contratto di lavoro e prenderanno servizio il prossimo 3 giugno nella Direzione generale e nei 7 Servizi territoriali cui sono stati assegnati.

29 Maggio 2020

Gli uffici dell'Agenzia saranno chiusi al pubblico il lunedì 1 giugno per ferie d'ufficio . Riprenderanno regolarmente le attività dal giorno mercoledì 3 giugno ; inoltre dal mese di giugno nei...

27 Maggio 2020

Il Servizio Territoriale di Nuoro pubblicherà nei prossimi giorni un avviso di asta pubblica per la vendita di prodotti sughericoli da estrarre a cura e spese dell'aggiudicatario, nei presidi...

25 Maggio 2020

Come preannunciato nei giorni scorsi, il Servizio Territoriale di Cagliari ha predisposto un avviso di vendita di prodotti sughericoli relativo a quattro lotti (in 4 diversi compendi forestali del Sud Sardegna...

21 Maggio 2020

In occasione della Giornata mondiale delle api (20 maggio) e di quella dedicata alla biodiversità (22 maggio) si registra l'allarme per la situazione delle specie impollinatrici ...