Gestione sostenibile dei boschi cedui: un progetto LIFE finanziato dall'Unione Europea

10 Novembre 2015
Bandiera UE

Generalità sul progetto
Il nome in codice del progetto finanziato dal programma LIFE è: LIFE14 ENV/IT/000514 Shaping future forestry for sustainable coppices in Southern Europe: the legacy of past management trials.
Il nome breve è FutureForCoppiceS.
Il significato è "Plasmare il futuro forestale per i cedui sostenibili nell'Europa meridionale: l'eredità dei processi di gestione del passato".
Il senso è quello di cooperare per mettere a sistema le tantissime esperienze ed i dati raccolti nell'ultimo secolo di osservazioni studiati dalle scienze forestali, per inquadrare il futuro delle gestioni a ceduo nell'area vasta forestale dell'Europa Mediterranea in un contesto di sfruttamento sostenibile della risorsa legnosa.

Sintesi del progetto ed obiettivi
Nel corso del progetto saranno individuate e messe in rete alcune aree sperimentali permanenti: si tratta di parcelle forestali (aree di bosco su cui è stata impostata una politica di gestione) su cui sono state sperimentate o si continuerà a sperimentare, secondo i tempi lunghi necessari alle scienze forestali, le migliori modalità di intervento colturale.
Con questo approccio si potranno desumere indicazioni e valutazioni utili per la futura gestione dei boschi, attraverso il vaglio delle scelte gestionali operate per poi indirizzare quelle future, con riferimento alla gestione dei boschi di origine agamica (alias cedui) nell'area mediterranea.

Obiettivo: rendere le scelte gestionali coerenti con gli indicatori di buona Gestione Forestale Sostenibile (GFS, Forest Europe 2011).

Oltre al valore dei prodotti tradizionali del ceduo (legna da ardere o biomasse ad uso energetico) il progetto mira inoltre ad evidenziare i benefici ambientali e la rilevanza dei servizi eco-sistemici assicurati dalle varie forme di gestione forestale: aspetti di grande attualità nello scenario climatico globale.

Durata e fasi
Il progetto, iniziato ad ottobre 2015 durerà tre anni.
Si prevede la rielaborazione e valutazione di serie di dati già disponibili e riferite alla rete di aree sperimentali permanenti realizzate e gestite dal Consiglio per la Ricerca e sperimentazione in Agricoltura-Centro di ricerca per la selvicoltura (CREA) di Arezzo: tali aree sono state realizzate per valutare gli effetti del trattamento selvicolturale in popolamenti di origine agamica (cedui) a prevalenza di leccio (Quercus ilex L.), cerro (Quercus cerris L) e faggio (Fagus sylvatica L.), tra le più importanti latifoglie dell’area mediterranea.
Le serie di dati già disponibili coprono in molti casi periodi di osservazione superiori a 40 anni e comparano opzioni differenti quali l'evoluzione naturale e l'avviamento a alto fusto, ai quali si affiancano osservazioni sui cedui a regime.

I siti sperimentali considerati nell'ambito di questo progetto sono localizzati in Toscana e in Sardegna (nelle foreste di Is Cannoneris e Settefratelli).

Partnership del progetto
Oltre al CREA di Arezzo, capofila e coordinatore del progetto, partecipano:
- Fondazione Edmund Mach – Centro di Ricerca e Innovazione FEM-CRI, San Michele all’Adige (TN)
- Regione Toscana - azienda regionale "Terre regionali toscane";
- Regione Sardegna – Ente Foreste della Sardegna;
- Università di Firenze, Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali (GESAAF);
- Università di Sassari (Dipartimento di Scienze della natura e del territorio).

Primi appuntamenti per la partenza del progetto
Il primo incontro (kick-off meeting) tra i partner si terrà il 17 novembre 2015 presso il CREA di Arezzo, mentre già il 18 si terrà un primo incontro con i portatori di interesse.
Verranno quindi a breve calendarizzati altri incontri territoriali, alcuni dei quali anche in Sardegna nelle aree interessate dal progetto.

Documenti e Collegamenti di interesse
- Primo invito ai portatori di interesse Life F4C (incontro di Arezzo18.11.2015) [file .pdf]
- La notizia sul sito SISEF

Condividi:

Notizie ed eventi

31 Marzo 2020

Forestas ha definito le fasi del procedimento per accatastare un percorso nella Rete dei Sentieri della Sardegna (R.E.S). Trattandosi di un procedimento di rilevanza anche esterna, durante le prossime settimane verranno raccolte...

15 Marzo 2020

In tempi di corona-virus , può essere utile ricordare uno dei più grandi insegnamenti della Natura : resistere , adattarsi, riprendersi con tenacia dopo ogni difficoltà (nonostante gli ostacoli e gli eventi imprevisti)...

14 Marzo 2020

Con un'ordinanza del 13 marzo 2020 il presidente della Regione ha stabilito la partecipazione anche dell’Agenzia regionale Forestas per la prevenzione e gestione dell’ emergenza epidemiologica da COVID-19 nel territorio...

12 Marzo 2020

Il Comitato EURAF2020 ha deciso di posticipare l'evento , che si sarebbe dovuto tenere a Nuoro dal 18 al 20 maggio 2020. L’evento resterà in Sardegna: la 5th European Agroforestry Conference si terrà pertanto...

11 Marzo 2020

Sono on-line e disponibili tutte le presentazioni (in formato PDF ) proiettate durante il seminario ospitato da Forestas ed organizzato presso il vivaio regionale di Massama (OR)...

11 Marzo 2020

Gli uffici e le strutture operative dell'Agenzia regionale Forestas si stanno adeguando alle direttive emanate nelle ultime ore dal (e per) il Sistema Regione , che integrano e recepiscono tutte le ulteriori prescizioni generali...

10 Marzo 2020

Anche gli uffici dell'Agenzia si adeguano alle prescizioni generali dettate in questi giorni dalle autorità, che comportano alcune limitazioni per il personale e per il pubblico . Sarà garantito il buon...

06 Marzo 2020

In Albo Pretorio online è disponibile l’avviso di indizione della procedura comparativa per il conferimento di 2 contratti di lavoro autonomo professionale...

04 Marzo 2020

Il Comitato nazionale EURAF ha stabilito lo spostamento della scadenza per la " Early Bird registration" al prossimo 13 marzo, per consentire agli autori degli oltre 350 contributi ricevuti di conoscere, prima dell'Iscrizione,...

04 Marzo 2020

A febbraio si è tenuto a Campulongu (Oristano), sede Territoriale di Forestas, un altro importante appuntamento del Progetto Incredible (Cork iNet) sulle fitopatie dei querceti mediterranei...

03 Marzo 2020

La sede territoriale è in via di definitivo trasloco dall'ex presidio ospedaliero "Crobu " ( località Canonica ) alla sede IGEA della frazione Monte Agruxiau (Iglesias) . Le operazioni dovrebbero concludersi entro la seconda...

18 Febbraio 2020

Questo mese l'Unione Europea ha promosso un evento per evidenziare l'importanza degli alberi, pozzi di assorbimento del carbonio , in un momento che li vede in grave pericolo...