La descrizione particellare delle particelle nell'ambito della redazione del P.F.P. del Marganai (2012)

20 Ottobre 2016

In un servizio riportato dalla stampa ed una associazione ambientalista si è parlato di un “documento riservato” che l’Ente Foreste (ora Agenzia Forestas) avrebbe tenuto nascosto al pubblico ed alle amministrazioni competenti.

Si tratta in realtà di una delle tante DESCRIZIONI PARTICELLARI: documenti tecnici di analisi del territorio finalizzato alla redazione del Piano Forestale Particolareggiato (PFP) trasmessi invero proprio ufficialmente a suo tempo al Corpo Forestale, alla Provincia, al Servizio Valutazione Impatti Ambientali della RAS, Tutela del Suolo della RAS, Distretto Idrografico, Parco Geominerario e Tutela del Paesaggio.

Per il solo Marganai le descrizioni particellari formano un documento di 1138 pagine.

Costituiscono documenti di lavoro scritti in un linguaggio destinato al tecnico forestale, codificati secondo legende semplificative, affinché questi lo interpreti e lo converta in scelte di piano.

Il significato del documento è semplicemente che quell'area presentava il terreno scoperto per effetto del taglio della vegetazione (che non aveva ancora ricacciato – leggi “rinnovazione assente”), con movimentazione dello strato superficiale del terreno: cosa che avviene regolarmente allorquando si effettuano interventi selvicolturali di quel tipo.
L’indicazione gestionale che ne deriva, si legge, è la prosecuzione del governo a ceduo (ovvero: i danni NON sono ritenuti tali da determinare un cambio della destinazione prevista).
Breve tabella di commenti tecnici sui dati riportati nella scheda particellare n.9 (Marganai).

É possibile trovare riportato in altre descrizioni particellari lo stesso tipo di danno, in aree anche non sottoposte a ceduazione, per effetto del grufolamento del cinghiale, come espresso nella nota della società Dream, redattrice del piano e delle schede particellari, che si allega.
NOTA DREAM del 2.12.2015 su particella B20

Il Piano di Gestione Forestale del Marganai e le AUTORIZZAZIONI
Gli interventi nel Marganai rappresentano un caso pilota che parte dall'attuazione di un Piano di Gestione dodecennale che prevede il ripristino del governo a ceduo quale forma tradizionale di gestione del bosco, specialmente nelle aree connotate dall'intenso passato minerario, che consente di coniugare la valorizzazione in chiave produttiva del bosco con il mantenimento della funzionalità di tali ecosistemi.

Il Piano di Gestione, redatto nel 2009 dall'Ente Foreste (ora Agenzia Forestas) era stato approvato nel 2010 dalla Provincia di Carbonia-Iglesias (determinazione n. 95 del 30.12.2010) previo parere positivo del Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale (autorità regionale con il compito istituzionale di vigilare sulla difesa idrogeologica del suolo e la tutela dei boschi) come previsto dalla normativa di settore (R.D. 3267/1923).

Il piano aveva inoltre ottenuto il nulla osta del Servizio Valutazione Impatti Ambientali dall'Assessorato Difesa Ambiente, che non lo riteneva passibile di compromettere le specie e gli habitat del Sito di Importanza Comunitaria Monte Linas-Marganai, che interessa il piano per una piccola superficie.

L’ottica della gestione forestale sostenibile, infatti, sempre applicata dai tecnici dell’Ente Foreste (ora Forestas) è quella ben riassunta dal concetto della multi-funzionalità e dei servizi di valore ambientale svolti dal bosco (vedasi l'approfondimento su Strategicità dei servizi di valore ambientale svolti dalle foreste)

Condividi:

Notizie ed eventi

14 Luglio 2020

L'Agenzia FoReSTAS ha curato con propri uomini e mezzi la sistemazione di una importante porzione del noto colle di Cagliari . Un sintetico report sull'intervento, con interessante documentazione a corredo

13 Luglio 2020

L'autore dell'importante guida Amphibians and Reptiles of Britain and Europe -ha visitato la Foresta Demaniale Settefratelli per controllare lo stato di conservazione della popolazione del Geotritone...

22 Giugno 2020

Forestas ha aderito all'obiettivo ambizioso presentato dalla Fondazione AlberItalia con l'intento di dare gambe all'iniziativa di piantare 60 milioni di nuovi alberi nel nostro Paese (uno per ogni abitante)...

17 Giugno 2020

L'Agenzia Forestas curerà la sperimentazione, l'attività di Ricerca e l'attuazione di alcuni interventi selvicolturali dimostrativi per la riduzione del rischio incendi nelle pinete litoranee di Porto Conte (...

08 Giugno 2020

A Fonni , nel parco comunale Tanca dei Frati , gestito da Agenzia Forestas, per qualche giorno è stata sperimentata un' aula didattica sotto gli alberi , per alunni della scuola primaria, nella necessità di...

05 Giugno 2020

Un lavoro scientifico, che in tanti richiedono all'Agenzia. Forestas lo rende disponibile alla collettività in un momento di grandi mutamenti ambientali e di trasformazioni di origine antropica che pongono nuove frontiere alla Scienza Forestale...

03 Giugno 2020

Venerdi 29 maggio, dopo una maratona on-line di 5 giornate , si è concluso l’ hackathon TrHack your Tou r, nato c on l’obiettivo di sviluppare idee innovative , legate al...

30 Maggio 2020

Giovedì mattina, 28 maggio, nella sede Forestas di Oristano, hanno firmato il contratto di lavoro e prenderanno servizio il prossimo 3 giugno nella Direzione generale e nei 7 Servizi territoriali cui sono stati assegnati.

29 Maggio 2020

Gli uffici dell'Agenzia saranno chiusi al pubblico il lunedì 1 giugno per ferie d'ufficio . Riprenderanno regolarmente le attività dal giorno mercoledì 3 giugno ; inoltre dal mese di giugno nei...

27 Maggio 2020

Il Servizio Territoriale di Nuoro pubblicherà nei prossimi giorni un avviso di asta pubblica per la vendita di prodotti sughericoli da estrarre a cura e spese dell'aggiudicatario, nei presidi...

25 Maggio 2020

Come preannunciato nei giorni scorsi, il Servizio Territoriale di Cagliari ha predisposto un avviso di vendita di prodotti sughericoli relativo a quattro lotti (in 4 diversi compendi forestali del Sud Sardegna...

21 Maggio 2020

In occasione della Giornata mondiale delle api (20 maggio) e di quella dedicata alla biodiversità (22 maggio) si registra l'allarme per la situazione delle specie impollinatrici ...