Un'AQUILA del Bonelli è (PURTROPPO) morta (ad Ottana). Ma altre cinque verranno rimesse in libertà a breve...

29 Aprile 2019
l'aquila Saccaia morta ad Ottana, appena ritrovata

L'esemplare di Aquila del Bonelli è venuta a contatto con un elettrodotto nella zona di Ottana, ed è morta per elettrocuzione.

Il suo nome era Saccaia

Era stata ribattezzata "Saccaia" dagli operai di Forestas che l'avevano accolta in Sardegna e liberata un anno fa; era una dei sei esemplari già reintrodotti a partire dal 2018 nel Parco Naturale Regionale di Tepilora, in collaborazione con l'ISPRA e la ONG spagnola GREFA (Grupo de Rehabilitación de la Fauna Autóctona y su Hábitat) nell'ambito del progetto Life Aquila A-Life, operativo in Spagna/Francia/Italia per la reintroduzione-ripopolamento dell'Aquila fasciata nel Mediterraneo occidentale.

Si trattava di una femmina adulta di 2 anni arrivata dal centro di recupero fauna del GREFA in Spagna. Questo fatale incidente rientra nelle statistiche previste per questi rapaci: tuttavia è un fatto che addolora sia per il grande seguito che sta avendo il progetto di reintroduzione in Sardegna, sia per l'affetto che ha circondato, da subito, questi splendidi animali che tornano nella nostra Isola dopo la scomparsa avvenuta il secolo scorso.

Nuovi rilasci: il progetto non si ferma

Quest'anno verranno rilasciati almeno altri 5 esemplari (già arrivati in Sardegna nei giorni scorsi) - si presume che il rilascio sarà nel mese di giugno: il progetto di reintroduzione continuerà con rilasci ulteriori anche nei prossimi anni.

All'attualità, restano in circolazione quattro delle sei aquile rilasciate nel 2018 (un'ottima percentuale di successo) di cui 3 femmine.  Sabato scorso sono però già state accolte nella voliera che Forestas ha predisposto nel PNR di Tepilora, cinque nuove aquile pronte per il ritorno nei nostri cieli.
 

L'elettrocuzione (o folgorazione)

Si verifica quando gli uccelli vengono a contatto con due cavi o quando si appollaiano su un pilone conduttore (in metallo) e toccano contemporaneamente un cavo.
In Europa questo fenomeno ha un impatto importante nei confronti dei volatili, in particolare #rapaci, #cicogne, e #corvidi.

La folgorazione e le collisioni con le linee elettriche sono peraltro tra le principali cause di morte per molte specie di interesse conservazionistico.

In tutti i paesi europei sono in corso di attuazione, in collaborazione con le compagnie elettriche, progetti che consistono nell'adozione di misure che limitino il più possibile questo problema, in particolare nelle aree in cui si abbia presenza di specie rare.  Anche in Sardegna l’ENEL sta già mettendo in opera sistemi per evitare questi gravi incidenti.

L’elettrocuzione, insieme agli impatti contro le pale dei parchi eolici, rappresenta attualmente una grave minaccia per la conservazione della nostra avifauna.

Condividi:

Notizie ed eventi

28 Maggio 2024

Attraverso due Questionari , compilabili online, è possibile contribuire alla conoscenza sulla presenza delle due specie sul territorio sardo...

27 Maggio 2024

L'Avviso è rivolto ai dipendenti Forestas (inquadrati cat. B e Cat. C) CCRL dipendenti RAS. Presidi Forestali: Gutturu Mannu, Monte Nieddu, Guspini Croccorigas/Is Gentilis - Perd’è Pibera...

30 Maggio 2024

Forestas in collaborazione con l'Assessorato regionale Difesa Ambiente organizza due webinar trasmessi in streaming gratuitamente sulla piattaforma webex. Alle ore 15 si parlerà di Rete escursionistica regionale (RES) per lo sviluppo sostenibile...

21 Maggio 2024

Nuovi mezzi per la flotta regionale AIB dell’Agenzia FoReSTAS - i primi operativi già da questa settimana e schierati già da giugno 2024

10 Maggio 2024

Il personale Forestas li ha trasportati nella voliera di pre-ambientamento a Cea Romana, mentre le videocamere ed i sensori GPS installati dall’Agenzia testimoniano quotidianamente i movimenti e le abitudini dei grifoni rilasciati lo scorso 9...

08 Maggio 2024
Esiti del test di utilizzo da parte dei fruitori (come previsto dall'allegato H del regolamento regionale per i "sentieri per tutti")

Il regolamento regionale anche in questo aspetto è assai innovativo : e quindi come era previsto, il Comune di...

21 Maggio 2024

Workshop sulle potenzialità del silvopastoralismo : per aumentare la resilienza del territorio. Esperti dalla Catalogna presenteranno pratiche su riduzione rischio incendi . A seguire, visita...

02 Maggio 2024

Si trova nel bosco Seleni (Lanusei) e sarà inaugurato lunedì 6 maggio il primo sentiero "realmente accessibile" secondo le specifiche norme regionali approvate nel 2024 dalla...

30 Aprile 2024

Il 12 aprile 2024 si è svolto, a Roma presso la Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) il convegno sui Demani Regionali e Strategia Forestale Nazionale ...

24 Aprile 2024

Come disposto dalla DGR n° 10/71 del 23.04.2024 , la Regione ha pubblicato l’Avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...