Sentiero Sardegna

19 Marzo 2008

Il Sentiero Sardegna, segmento isolano del lunghissimo Sentiero Italia, nonché del più lungo Sentiero Europa, attraversa la Sardegna nelle parti più alte, impervie, selvagge. Il presente volume lo descrive minutamente nel suo fisico dipanarsi. Ma non si limita a questo. L’approccio di metodo alla descrizione d’un itinerario può essere di tre tipi:
1. può limitarsi a indicare la via da percorrere, mettendo in grado l’escursionista di orientarsi tra i sentieri e di valutare momento per momento il punto di transito in relazione alla carta topografica;
2. può aggiungervi commenti e illustrazioni relativi al paesaggio e alla natura;
3. può scegliere un procedimento globale in cui l’itinerario è narrato come momento inscindibile dal più vasto territorio che lo contiene, del quale vengono messi in luce tutti (o quasi) gli aspetti che interessano il geografo: geomorfologia, flora, uso dei suoli e dei soprassuoli, attività umane, segni antropici del passato e del presente.
Il metodo più comodo e sbrigativo è il primo. Il terzo è naturalmente il più complesso e può essere opera di autori che ambiscono a "storicizzare" il territorio descritto. C’è anche un quarto approccio, per la verità, ed è appannaggio di chi pretende affermare il primato dell’immagine simbolica su quella reale. Sono autori che predispongono intenzionalmente il lettore alla fuga, all’evasione dalla realtà, che si rivolgono quindi a quanti, trovandosi in una condizione di disagio rispetto ai fatti della propria epoca, presentano la Sardegna con pennellate contemplative, romantiche, irrazionali, di modo che attraverso tale analisi lo spazio delle nostre montagne appaia esterno all’uomo, visivo, non interpretato ma descritto, presentato in una condizione statica che nega la storia, l’evoluzione, il tempo.

L’appagamento del senso visivo, dell’effetto scenografico, del colpo d’occhio felice non sono difficili con un tale approccio, grazie alla ricchezza dei panorami e dei paesaggi che la Sardegna presenta ovunque, e grazie all’eterogeneità della sua componente etnografica. Tutto sommato, è questo l’approccio che i romantici viaggiatori dell’800 e del primo ‘900 (vedi Lawrence) hanno voluto e tramandato agli attuali confezionatori (e riconfezionatori) d’itinerari turistici. Secondo loro, le nostre montagne mantengono e “difendono uno status originario” corrispondente a condizioni di povertà e arretratezza. Fissati nella loro “selvaggia” bellezza, nel ruolo di “ultimi custodi” di antiche usanze e tradizioni, i rilievi sardi e i loro abitatori ritraggono da questi luoghi comuni dei requisiti metastorici i quali non hanno più bisogno, per essere capiti, che s’indaghino le vicende della storia isolana o dei tipi di governo succedutisi nei millenni e sino ad oggi. In tal guisa il turista s’appaga di sapere che le caratteristiche inossidabili dei montanari sardi sono la riluttanza verso le innovazioni, la caparbietà, la scarsa intraprendenza e, perché no, la ferocia. Il libro che presentiamo non offre saliva alla masticazione di chi è predisposto a digerire luoghi comuni. Questo libro, per quanto attento alla presentazione degli spazi in termini di godibilità turistica, tenta di storicizzare i luoghi; inoltre attua una sistematica traduzione dei toponimi via via incontrati, attraverso i quali opera un ulteriore approccio storicizzante, ricostruendo certe vicende legate ai toponimi stessi o prendendo le mosse da questi

Parte prima:
Sommario e prefazione [file .pdf] - [893 Kb]

Parte seconda: le tappe
1ª tappa: da Santa Teresa a Stazzo Lu Pinnenti [file .pdf - 794 Kb]
2ªtappa: dallo stazzo Lu Pinnenti (Saltàra) a Capriuleddu o a La Traessa [ file .pdf - 6,16 Mb]
3ª tappa: da Capriuleddu allo Stazzo La Gruci [file .pdf - 840Kb]
4ª tappa: dagli stazzi La Gruci a Le Grotte (sotto Punta Balistreri) [file . pdf - 1,06 Mb]
5ª tappa: da Crocevia delle Grotte (sotto punta Balistreri) a Monti [file . pdf - 1,6 Mb]
6ª tappa: da Monti alla Casa Forestale di Bolòstiu (varianti) [file . pdf - 2,12 Mb]
7ª tappa: da Badde Suelzu a Sos Littos (varianti) [file . pdf - 1,14 Mb]
8ª tappa: da Santa Reparata a Sos Littos-Sas Tumbas [file . pdf - 792 Kb]
9ª tappa: dalla Caserma Forestale “Gianni Stuppa” a Lodè [file . pdf - 620 Kb]
10ª tappa: da Lodè alla Casa Agrituristica di ‘Untana ‘e Deus [file . pdf - 874 Kb]
11ª tappa: dall’agriturismo ’Untana ’e Deus al santuario del Miracolo [file . pdf - 1,0 Mb]
12ª tappa: dal Novenario del Miracolo alla valle d’Isalle (sa Ena ’e Thomes) [file . pdf - 1,3 Mb]
13ª tappa: dalla valle d’Isalle a Maccione (o ad Oliena) [file . pdf - 1,16 Mb]
14ª tappa: da Oliena a Lanaitto (o da Maccione a Lanaitto) (varianti) [file . pdf - 1,22 Mb]
15ª tappa: da Lanaitto a Genna Silana [file .pdf - 947 Kb]
16ª tappa: da Genna Silana a Campu Mudrecu a Funtana Bona [file .pdf - 1,0 Mb]
17ª tappa: da Funtana Bona a Genna Duio [file .pdf - 721 Kb]
18ª tappa: da Genna Duìo a Tedderieddu (e al Flumendosa) [file .pdf - 1,6 Mb]
19ª tappa: dal Flumendosa alla Caserma Forestale di Montarbu [file .pdf - 1,4 Mb]
20ª tappa: dalla Caserma Forestale di Montarbu a Taccu Isara [file .pdf -789 Kb]
21ª tappa: da Taccu Isara a Ulassai e al Santuario di S.Antonio [file .pdf - 1,25 Mb]
22ª tappa: dal santuario di Sant’Antonio a Monte Codi e a Perdasdefogu [file .pdf - 2,12 Mb]
23ª tappa: da Perdasdefogu a Xorreddus (varianti) [file .pdf - 1,09 Mb]
24ª tappa: da Xorreddus ad Armungia [file .pdf - 976 Mb]
25ª tappa: da Armungia a Su Niu ‘e S’Achili (varianti) [file .pdf - 923 Mb]
26ª tappa: da Niu ‘e S’Achili al Monte Serpeddì (varianti) [file .pdf - 2,98 Mb]
27ª tappa: da Serpeddì a Baccu Malu (varianti) [file .pdf - 1,4 Mb]
28ª tappa: da Baccu Malu a Castiadas [file . pdf - 1,2 Mb]

Parte terza: mappe delle tappe
Dal 1° al 2° posto tappa - da Santa Teresa a Stazzi Lu Pinnenti [file .pdf]
Dal 2° posto tappa al posto tappa 2.1 [file .pdf]
Dal 2° al 3° posto tappa [file .pdf]
Tappa 3° [file .pdf]
Dal 4° al 5° posto tappa [file .pdf - 569 Kb]
5° tappa direttrice Punta Balistreri (e varianti) [file .pdf - 515 Kb]
Dal 5° al 6° posto tappa [file .pdf - 648 Kb]
6° tappa con varianti sud-ovest [file .pdf - 648 Kb]
7° tappa Badde Suelzu - Alà dei Sardi [file .pdf - 491 Kb]
8° tappa - da Santa Reparata alla Caserma Gianni Stuppa [file .pdf - 529 Kb]
9° tappa - dalla Caserma Gianni Stuppa a Lodè [file .pdf - 540 Kb]
10° tappa - da Lodè a Untana e' Deus [file .pdf - 460 Kb]
11° tappa - dalla cantoniera Guzzurra al Miracolo [file .pdf - 561 Kb]
12° tappa - dal Novenario del Miracolo a S'Ena e' Thomes [file .pdf - 534 Kb]
13° tappa - dal Novenario del Miracolo a S'Ena e' Thomes [file .pdf - 609 Kb]
14° e 15° tappa - dal Maccione a Lanaitto a Genna Silana [file .pdf - 745 Kb]
16° tappa - da Genna Silana a Funtana Bona[file .pdf - 640 Kb]
17° tappa - da Genna Silana a Funtana Bona [file .pdf - 536 Kb]
18° tappa - da Genna Duio al Flumendosa [file .pdf - 714 Kb]
19°-20° tappa - dal Flumendosa alla caserma Montarbu [file .pdf - 726 Kb]
21° tappa - da Taccu Isara al Santuario di Sant'Antonio [file .pdf - 635 Kb]
22° tappa - da Sant'Antonio a Perdasdefogu [file .pdf - 564 Kb]
23° - 24° tappa - da Perdasdefogu a Xoreddus ad Armungia [file .pdf - 656 Kb]
25° tappa - da Perdasdefogu a Xoreddus ad Armungia [file .pdf - 561 Kb]
26° tappa - da Niu 'e S'achili al Serpeddì [file .pdf - 568 Kb]
27° tappa - da Serpeddì a San Gregorio [file .pdf - 626 Kb]
Tappa 27.1 - da San Gregorio a Baccu Malu [file .pdf - 708 Kb]
Tappa 28° - da Baccu Malu a Castiadas [file .pdf - 618 Kb]

Parte quarta: glossario - bibliografia, bibliografia, alloggi, comunicazioni e ringraziamenti
Parte quarta [file .pdf - 143 Kb]

Scarica l'intera pubblicazione
Versione integrale [file .pdf - 49 Mb]

Condividi:

Notizie ed eventi

31 Marzo 2020

Forestas ha definito le fasi del procedimento per accatastare un percorso nella Rete dei Sentieri della Sardegna (R.E.S). Trattandosi di un procedimento di rilevanza anche esterna, durante le prossime settimane verranno raccolte...

15 Marzo 2020

In tempi di corona-virus , può essere utile ricordare uno dei più grandi insegnamenti della Natura : resistere , adattarsi, riprendersi con tenacia dopo ogni difficoltà (nonostante gli ostacoli e gli eventi imprevisti)...

14 Marzo 2020

Con un'ordinanza del 13 marzo 2020 il presidente della Regione ha stabilito la partecipazione anche dell’Agenzia regionale Forestas per la prevenzione e gestione dell’ emergenza epidemiologica da COVID-19 nel territorio...

12 Marzo 2020

Il Comitato EURAF2020 ha deciso di posticipare l'evento , che si sarebbe dovuto tenere a Nuoro dal 18 al 20 maggio 2020. L’evento resterà in Sardegna: la 5th European Agroforestry Conference si terrà pertanto...

11 Marzo 2020

Sono on-line e disponibili tutte le presentazioni (in formato PDF ) proiettate durante il seminario ospitato da Forestas ed organizzato presso il vivaio regionale di Massama (OR)...

11 Marzo 2020

Gli uffici e le strutture operative dell'Agenzia regionale Forestas si stanno adeguando alle direttive emanate nelle ultime ore dal (e per) il Sistema Regione , che integrano e recepiscono tutte le ulteriori prescizioni generali...

10 Marzo 2020

Anche gli uffici dell'Agenzia si adeguano alle prescizioni generali dettate in questi giorni dalle autorità, che comportano alcune limitazioni per il personale e per il pubblico . Sarà garantito il buon...

06 Marzo 2020

In Albo Pretorio online è disponibile l’avviso di indizione della procedura comparativa per il conferimento di 2 contratti di lavoro autonomo professionale...

04 Marzo 2020

Il Comitato nazionale EURAF ha stabilito lo spostamento della scadenza per la " Early Bird registration" al prossimo 13 marzo, per consentire agli autori degli oltre 350 contributi ricevuti di conoscere, prima dell'Iscrizione,...

04 Marzo 2020

A febbraio si è tenuto a Campulongu (Oristano), sede Territoriale di Forestas, un altro importante appuntamento del Progetto Incredible (Cork iNet) sulle fitopatie dei querceti mediterranei...

03 Marzo 2020

La sede territoriale è in via di definitivo trasloco dall'ex presidio ospedaliero "Crobu " ( località Canonica ) alla sede IGEA della frazione Monte Agruxiau (Iglesias) . Le operazioni dovrebbero concludersi entro la seconda...

18 Febbraio 2020

Questo mese l'Unione Europea ha promosso un evento per evidenziare l'importanza degli alberi, pozzi di assorbimento del carbonio , in un momento che li vede in grave pericolo...