Monte Novu: interventi di consolidamento e ripristino accesso

07 Ottobre 2022
Panorama da Monte Novo S.Giovanni (foto Matteo Cara)

MESSA IN SICUREZZA  PARETE ROCCIOSA DEL TACCO A SEGUITO DI FENOMENO FRANOSO E RIPRISTINO DELL’ACCESSO ALLA VEDETTA ANTINCENDIO

L’intervento è stato effettuato e concluso dal Servizio Territoriale di Nuoro di Agenzia Forestas. Si è finalmente data una risposta alle esigenze di sicurezza derivanti da una frana risalente a un anno fa, che aveva interessato una parte di parete limitata, posta sul versante sud-orientale del Monte Novo San Giovanni, sito interamente all’interno del presidio forestale Montes – Iseri nell’agro del Comune di Orgosolo (NU).

L’area in cui si è verificato il movimento franoso stava a monte del sentiero che consente l’accesso alla vedetta antincendio di Forestas, nonchè famosissimo punto panoramico e percorso annualmente da decine di operatori e da centinaia di escursionisti. L’intervento ha dunque consentito di riaprire l’accesso alla strategica vedetta del Monte Novu:  una della più importanti del territorio nuorese perché salvaguardia i boschi più estesi della provincia. 

L'innesco finale della frana era stato probabilmente imputabile ad un periodo di intense precipitazioni che l’inverno scorso avevano portato al distacco di un volume di roccia: alcuni dei blocchi coinvolti nella frana si sono mossi lungo il versante  fermando la loro corsa sul sottostante sentiero, fortunatamente senza provocare vittime e feriti. Gli interventi, autorizzati dagli enti preposti in tempi rapidissimi, sono di tipo puntuale e si sono limitati alla rimozione delle criticità presenti nell’area della frana e alla mitigazione delle criticità minori legati alla caduta di piccoli blocchi dispersi lungo il versante e che possono essere mobilitati dal passaggio di animali e/o dal ruscellamento di acque in superficie. 

Gli interventi, nel dettaglio

Gli interventi, dimensionati in funzione alle caratteristiche del sito e adottando soluzioni non invasive, sono stati:

  1. Disgaggio e bonifica: eseguiti da personale specializzato rocciatore, con rimozione manuale di tutte le porzioni di roccia instabili. I materiali di risulta sono stati raccolti nei pressi del cantiere e conferiti in aree di stoccaggio permanente.  
    La bonifica è stata condotta su tutta la superficie da stabilizzare, circa 108 mq, e su un’area complessiva di 400 mq
     
  2. Taglio della vegetazione: è stata un'operazione propedeutica alla preparazione del cantiere e alla corretta posa in opera dei panelli di rete. Sono stati rimossi quegli alberi, arbusti ed essenze, erbacce che determinavano condizioni di instabilità o che ostacolavano la posa dei panelli di rete.  L’operazione è stata effettuata da personale specializzato rocciatore i materiali di risulta sono stati caricati e conferiti in aree di stoccaggio permanente
     
  3. Sistema di rivestimento flessibile per la stabilizzazione di versanti: messa in opera una barriera di pannelli di rete metallica, con fune di orditura di acciaio ad anima metallica intrecciata in modo da formare maglie romboidali di resistenza rilevata da idonea certificazione
     
  4. Legature di contenimento: il sistema di stabilizzazione flessibile è integrato con delle fasciature in fune pretesa, messe in opera dopo la posa dei panelli di rete. Il sistema è costituito da ancoraggi in barre acciaio B450C, posti uno su ciascun lato del volume da contenere e su substrato roccioso stabile, lungo 3 m e del diametro di 24 mm, dotati di filettatura ad un estremo, completi di golfare o altro dispositivo equivalente per l'aggancio della fune
     
  5. Barriera para-detriti: è stata eseguita l’installazione di 30 m lineari di una barriera per il contenimento di eventuali scariche di detrito, mobilitate lungo il ripido versante, dal passaggio di animali o dagli effetti del ruscellamento superficiale che possono raggiungere per rotolamento e saltazione il sottostante sentiero. La barriere è in grado di trattenere esclusivamente piccoli blocchi che si muovono con basse velocità.

Nelle foto: una documentazione dell'intervento, prima e dopo.

Condividi:

Notizie ed eventi

10 Maggio 2024

Il personale Forestas li ha trasportati nella voliera di pre-ambientamento a Cea Romana, mentre le videocamere ed i sensori GPS installati dall’Agenzia testimoniano quotidianamente i movimenti e le abitudini dei grifoni rilasciati lo scorso 9...

08 Maggio 2024
Esiti del test di utilizzo da parte dei fruitori (come previsto dall'allegato H del regolamento regionale per i "sentieri per tutti")

Il regolamento regionale anche in questo aspetto è assai innovativo : e quindi come era previsto, il Comune di...

21 Maggio 2024

Workshop sulle potenzialità del silvopastoralismo : per aumentare la resilienza del territorio. Esperti dalla Catalogna presenteranno pratiche su riduzione rischio incendi . A seguire, visita...

02 Maggio 2024

Si trova nel bosco Seleni (Lanusei) e sarà inaugurato lunedì 6 maggio il primo sentiero "realmente accessibile" secondo le specifiche norme regionali approvate nel 2024 dalla...

30 Aprile 2024

Il 12 aprile 2024 si è svolto, a Roma presso la Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) il convegno sui Demani Regionali e Strategia Forestale Nazionale ...

24 Aprile 2024

Come disposto dalla DGR n° 10/71 del 23.04.2024 , la Regione ha pubblicato l’Avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...

10 Aprile 2024

ANARF nel proprio sito ha reso pubblica la (proposta di) Carta dei Principi per la gestione sostenibile delle Foreste Demaniali che verrà discussa nel convegno del 12 Aprile 2024 organizzato a Roma in...

30 Marzo 2024

Altri 21 grifoni sono sbarcati nei giorni scorsi a Porto Torres provenienti dalla Spagna per diventare protagonisti del progetto LIFE Safe for Vultures , che mira ad assicurare la presenza e il benessere a lungo termine della...

28 Marzo 2024

Nella Strategia forestale dell’UE per il 2030 , la gestione forestale come un insieme di pratiche orientate a foreste multifunzionali - sia di conservazione della biodiversità e degli stock di carbonio , sia di...

28 Marzo 2024

Si svolgerà in Sardegna, tra Seneghe , Nuoro , Orgosolo e Bono - presumibilmente nel mese di maggio 2025 - con focus sulla gestione selvicolturale dei boschi a prevalenza di...